ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
39 min

Lugano, disagi al traffico per l’arrivo dell’Fc Basilea

Domenica pomeriggio e la sera, per la partita di Cornaredo, sono annunciate chiusure e deviazioni stradali dalla stazione allo stadio
Bellinzonese
46 min

Biasca, conferenza sull’abolizione della pena di morte in Ticino

Appuntamento per martedì 25 ottobre alle 19 al Museo militare Forte Mondascia. Il relatore sarà il giudice Werner Walser
Locarnese
1 ora

Progettazione Museo di storia naturale, la seconda fase

Una procedura complessa, ricorda il Cantone: ‘Il Santa Caterina a Locarno è un comparto pregiato dal profilo storico-culturale’
Locarnese
1 ora

Ascona, Concerto della Vos da Locarno

Nell’ambito dei festeggiamenti per il 70esimo di fondazione, la formazione canora di scena nella Chiesa evangelica sabato sera
Locarnese
1 ora

Alla Galleria Mazzi di Tegna le opere di Cortesi

Vernice dell’esposizione ‘Diario dell’asfalto’ dell’artista locarnese domenica alle 10.30
Mendrisiotto
1 ora

Chiasso, riprende l’attività la ludoteca di Corso San Gottardo

Lo annuncia Comunità familiare che gestisce il prestito dei giochi, dell’educazione ricreativa e collabora con i genitori del Mendrisiotto e Basso Ceresio
Grigioni
3 ore

Apicoltura e cambiamenti climatici, se ne parla a Grono

Appuntamento per venerdì 14 ottobre alle 20 nell’aula magna delle scuole. Relatori saranno il meteorologo Luca Nisi e la biologa Silvia Bernasconi
Mendrisiotto
3 ore

Coldrerio, la casa anziani accoglie i primi 43 ospiti

Nel centro del paese, il prossimo lunedì comincerà l’esperienza del quartiere intergenerazionale. A fine mese l’inaugurazione
Mendrisiotto
3 ore

(In)formazione alle Medie, Mendrisio come Lugano?

Il gruppo Lega-Udc-Udf richiama l’attenzione sul progetto che la Città sul Ceresio dedica ai ragazzi di terza e quarta in vista del loro futuro
Luganese
3 ore

Lugano, in arrivo il bando di concorso per le borse di studio

La Città annuncia la pubblicazione domani. Potranno fare richiesta gli studenti di meno di 25 anni. Le domande sono da inviare entro febbraio 2023
Bellinzonese
4 ore

La funicolare Ritom ‘va in vacanza’ per l’inverno

Domenica 9 ottobre si concluderà la stagione. Il trasporto pubblico riprenderà sabato 20 maggio 2023
Mendrisiotto
4 ore

Valle di Muggio, è ora di caricare la graa di Cabbio

Le castagne potranno essere consegnate dal 14 al 17 ottobre. L’essiccazione durerà circa tre settimane
Locarnese
4 ore

Golino, serata pubblica dedicata al Masterplan Centovalli 

Il 13 ottobre verrà presentato un resoconto dei primi due anni di operatività di questo documento programmatico
Locarnese
4 ore

La Compagnia Teatrale Maggiainscena prosegue la sua tournée

Spettacoli dialettali a Losone, Centro la Torre, sabato, a Loco il 16 ottobre e a Tenero il 12 novembre
Bellinzonese
4 ore

Corsi di robotica per bambini e ragazzi nel Bellinzonese

Da metà novembre gli iscritti avranno la possibilità di divertirsi costruendo robot e imparando a programmarli
Locarnese
4 ore

Ascona, si rinnova il Racconto del lunedì i Biblioteca

Un’iniziativa pensata per ragazzi dai 4 ai 7 anni, curata dai volontari, che vuole avvicinare i più piccoli al mondo dei libri
Bellinzonese
4 ore

Concerto di chiusura della Rassegna organistica a Giubiasco

Venerdì 14 ottobre alle 20.30 nella chiesa di Maria Assunta musica vocale e organistica con l’ensemble San Bernardo e Giulio Mercati all’organo
laR
 
17.12.2021 - 05:20
Aggiornamento: 15:10

Morcote: confermate ‘evidenti criticità’ nell’ex Municipio

La Sezione enti locali ha giudicato ‘disinvolta e carente’ la gestione della cosa pubblica, tale da alimentare dubbi su trasparenza. Ma non violate norme

morcote-confermate-evidenti-criticita-nell-ex-municipio
Ti-Press
Nodi al pettine

“Piuttosto disinvolta e carente”. A oltre un anno dalle segnalazioni, e quando ormai i protagonisti sono usciti di scena in seguito al totale rinnovo della compagine esecutiva alle ultime elezioni comunali, la Sezione enti locali (Sel) si è espressa sull’operato dell’ex sindaco di Morcote Nicola Brivio e dell’allora Municipio. Da un lato si sottolinea che non sono stati riscontrati elementi per cui si possa concludere per una violazione della norma sulla collisione di interesse e sul divieto di prestazione. Dall’altra parte però, la Sel commenta negativamente le gestione della cosa pubblica.

Consuntivo semi-bocciato e crisi politica

Ricordiamo, nell’autunno del 2020 a Morcote si era aperta una seria crisi politica, dopo mesi di tensione, quando il Consiglio comunale (Cc) aveva approvato solo parzialmente il Consuntivo 2019. Tre voci non erano state approvate: un sorpasso di spesa del 240% (49’000 franchi) per la manifestazione ‘Morcote Classic Festival’; una fattura (30’000 franchi) per lo studio della galleria di circonvallazione dell’abitato; dei mandati affidati a uno studio che, a dispetto delle richieste di informazioni formulate dalla Gestione, aveva posto dei dubbi sulla reale consistenza della società. A margine, Brivio aveva rimesso i propri dicasteri adducendo problemi di salute. Scontro non solo fra Cc e Municipio, ma anche interno a quest’ultimo: Brivio e i municipali Andrea Soldini e Massimo Suter avevano lasciato il Plr per andare a formare una lista civica (MorcoteViva), dalla quale a sua volta Suter è fuoriuscito successivamente, lasciando come unico membro del Plr Rinaldo Rinaldi. Durante uno scontro politico, sia quest’ultimo sia Brivio si sono poi dimessi, non terminando la legislatura.

‘Dispendio non irrilevante di soldi pubblici’

Insomma, un bel pasticcio politico-istituzionale, sul quale ha avuto (parzialmente) il compito di indagare l’organo di vigilanza, con tre distinte procedure giunte recentemente a termine, frutto di altrettante segnalazioni alla Sel per l’operato in particolare del sindaco. “Nel complesso – si evidenzia – la gestione di alcune pratiche da parte dell’ex sindaco in prima battuta e del Municipio di Morcote poi presentava evidenti criticità”. Da un lato, si ammette da Bellinzona, è anche “inevitabile per gli amministratori comunali che occasionalmente si incrocino rapporti privati e istituzionali con i diversi attori in gioco”. E pur non necessariamente comportando una violazione di legge, si ricorda che vanno fatte valutazioni di opportunità per assicurare trasparenza e imparzialità, come ad esempio astenersi da discussioni e voto su particolari oggetti.

La Sel commenta poi nello specifico il malandazzo: “È emerso come fosse tutto sommato tollerato da parte della compagine municipale che l’ex sindaco conferisse commesse a ditte senza ponderazione da parte del collegio sulle puntuali necessità e senza una precedente risoluzione municipale, che formalmente interveniva in un secondo momento o solo all’occasione del pagamento della fattura. Ciò ha contribuito nel tempo a instaurare modi di procedere e iniziative ‘disinvolti’, finalizzati verosimilmente a esplorare e approfondire visioni più che altro personali di sviluppo comunale”. Modalità che “si prestano ad alimentare dubbi (non privi di fondamento) sulla trasparenza, sull’interferenza di interessi privati nella gestione della cosa pubblica, in ultima analisi sulla corretta tutela degli interessi collettivi”, nonché “un dispendio non irrilevante di denaro pubblico”.

Caratti: ‘Voltiamo pagina’

Della vicenda si è parlato anche durante la seduta di Cc di mercoledì. «Per noi si tratta di concludere un capitolo e voltare definitivamente pagina – ci spiega il sindaco Giacomo Caratti –. Da un lato non desideriamo andare oltre negli approfondimenti, anche perché non è possibile perseguire in ambito amministrativo chi non è più in carica. D’altra parte però queste conclusioni ci confortano: significa che avevamo visto giusto (Caratti era membro del legislativo all’epoca della segnalazione, ndr) e che dei problemi effettivamente c’erano».

CONSIGLIO COMUNALE

Il paese avrà una nuova casa comunale

Un esecutivo che guarda quindi avanti. E che presto guarderà, letteralmente, altrove: il legislativo ha infatti approvato anche il credito per la progettazione definitiva della nuova casa comunale, che si sposterà su un altro versante del comune, quello di fronte a Brusino Arsizio. «La casa comunale attuale va ristrutturata – spiega Caratti –. Inoltre, alcuni servizi scolastici lì localizzati hanno preso piede e necessitano ulteriori spazi. L’amministrazione verrà pertanto spostata dall’altra parte del nucleo, mentre nello storico stabile attuale resterà solo una sala di rappresentanza per matrimoni o cerimonie ufficiali. Questo risolverà anche gli attuali problemi di parcheggi, dato che la nuova casa comunale verrà costruita accanto all’autosilo Garavello». Entro l’estate dovrebbe arrivare la licenza edilizia, per partire coi lavori in autunno. «A seguire ci sarà la sistemazione dello stabile attuale: si arriverà a regime entro quattro, cinque anni».

Accolti, infine, anche due altri interessanti crediti: quello per la realizzazione di 19 colonnine di ricarica sempre nel Garavello, per permettere anche agli abitanti del nucleo di dotarsi di auto elettriche e poi quello per la realizzazione di un locale tecnico di pompaggio dell’acqua di lago. «Questo permetterà, in un futuro prossimo quando sarà rifatto il lungolago, di creare una rete anergetica, ossia avere acqua a temperatura stabile, d’estate per rinfrescare e d’inverno per riscaldare gli stabili». In altre parole, è come se il Comune si dotasse di rete di acqua industriale: «Una via economica ed ecologica per permettere agli abitanti del nucleo di riscaldare casa».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved