12.12.2021 - 15:22
Aggiornamento: 15:38

Lugano: ‘A che punto siamo col mercato coperto?’

Torna a porre l’accento sulla struttura, voluta da tempo e da più parti, un’interrogazione interpartitica

lugano-a-che-punto-siamo-col-mercato-coperto
Ti-Press
C’è chi lo vuole al coperto. Ma dove?

A che punto siamo a Lugano con l’edificazione di un mercato coperto? Con un’interrogazione interpartitica – primo firmatario: Niccolò Castelli (Verdi) –, i consiglieri comunali tornano alla carica sull’argomento, dopo che altri membri del legislativo prima di loro lo avevano già fatto a più riprese gli anni precedenti. Complice, stavolta, è la pubblicazione dei risultati dei mandati di studio in parallelo per il lungolago, che prevedono fra le altre cose la possibilità di creare un mercato coperto al piazzale Ex scuole. Un’idea non nuova, dato che già una mozione del 2016 lo ipotizzava. Insomma, “sono numerosi gli elementi che portano la maggioranza della Commissione delle petizioni – scrivono i consiglieri – a chiedere maggiori informazioni sullo stato dei lavori in relazione alla realizzazione di un mercato coperto cittadino”.

E pertanto, una serie di domande, sette, sulle intenzioni del Municipio, sull’eventuale destinazione della struttura, sulle tempistiche, e su un ulteriore specifico luogo che potrebbe ospitare il mercato: l’ex capannone delle Ail, che si trova in disuso in zona Lambertenghi. La municipale Cristina Zanini Barzaghi ha recentemente dichiarato che la struttura, opportunamente smontata e ricollocata, potrebbe fungere appunto da mercato coperto: “Riflessioni concrete in seno al Municipio?”, si chiede nell’atto parlamentare, domandando se sono state conseguentemente effettuate valutazioni sulla fattibilità tecnica e sui costi dell’operazione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved