Seattle Kraken
3
FLO Panthers
3
2. tempo
(0-1 : 3-2)
VAN Canucks
1
STL Blues
1
1. tempo
(1-1)
massagno-ringrazia-i-suoi-volontari
Fuori dal cinema, i partecipanti
06.12.2021 - 18:160

Massagno ringrazia i suoi volontari

Al rinnovato Lux, i partecipanti hanno visto in anteprima il documentario ‘Aromi’ scritto e diretto dalla regista Anna Hungerbühler Luraschi

Domenica 5 dicembre, in occasione della Giornata internazionale del volontariato, il Municipio di Massagno ha accolto i volontari nei rinnovati spazi del Cinema Lux. La manifestazione è stata organizzata in presenza con qualche accorgimento organizzativo supplementare e i circa 70 ospiti in sala, distanziati e con mascherina, al posto del tradizionale aperitivo hanno assistito alla proiezione in anteprima assoluta di un documentario dedicato al volontariato, “Aromi” (scritto e diretto dalla regista Anna Hungerbühler Luraschi), che andrà in onda l’anno prossimo sui canali Rsi. Prima della proiezione a fare gli onori di casa è stato il capodicastero Tempo libero e Associazioni Giovanni Pozzi, il quale ha sottolineato l’impegno dei volontari: “Per una volta all’anno siamo noi a organizzare qualcosa per voi volontari (...) in modo che una tantum potete stare comodi in poltrona e non dovete preoccuparvi di organizzare niente!”. Giovanni Pozzi ha inoltre citato un episodio dal blog di due volontari originari di Massagno attualmente ad Haiti, Maria Laura Bianchetto e Sebastiano Pron, un esempio che ben riassume ciò che sta dietro al volontariato: “Spirito di sacrificio, generosità, gratuità, gratitudine, [...]: questo è anche con poche parole [...] il volontariato”. Sul palco è in seguito salita la municipale Simona Rusconi, capodicastero Socialità e Salute pubblica, per omaggiare le 4 associazioni che quest’anno hanno visto ricorrere un particolare anniversario: Pro Massagno (60 anni), Coro Val Genzana (80 anni), Massagno Musica (40 anni), Associazione Bomborozzo (30 anni), questi ultimi assenti scusati. Molto apprezzata anche la proiezione del documentario “Aromi” ambientato in un orfanotrofio di Katmandu (Nepal), il cui messaggio profondo è sostanzialmente l’invito a “pensare con il cuore e con la mente”, che è proprio la caratteristica principale di coloro che si dedicano al volontariato.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved