BERRETTINI M. (ITA)
1
NADAL R. (ESP)
2
4 set
(3-6 : 2-6 : 6-3 : 3-4)
paolo-beltraminelli-eletto-alla-testa-del-ppd-di-lugano
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Iniziativa popolare per abolire i livelli, si scaldano i motori

Scuola media. Vpod, lunedì riunione allargata per decidere su comitato e testo. Associazioni e studenti si esprimono dopo il no parlamentare al test
Locarnese
2 ore

Verzasca, tutti i lavori dopo lo svuotamento del lago

Al via le opere di manutenzione a più di cinquant’anni dalla prima messa in servizio del bacino per la produzione di energia idroelettrica
Luganese
8 ore

Schiacciato sotto un tornio industriale, non ce la fa

Vittima dell’infortunio avvenuto in una azienda di Agno un operaio di 51 anni del Canton Zurigo
Ticino
11 ore

Processo Antonini: due imputati, due versioni

L’ex comandante e l’ex capo dello Stato maggiore si rimpallano le responsabilità della costituzione della ‘cassa nera’
Ticino
11 ore

Operazione ‘Imponimento’, oltre sessanta condanne

La sentenza su uno dei filoni dell’inchiesta italiana contro la ’ndrangheta che aveva portato anche ad alcuni arresti in Svizzera
GALLERY
Luganese
12 ore

Schiacciato da un macchinario, grave infortunio ad Agno

Il grave infortunio è avvenuto intorno alle 17 in un’industria di via Ginnasio. La Polizia è sul posto per gli accertamenti del caso
Bellinzonese
12 ore

Marco Noi si dimette dal Consiglio comunale di Bellinzona

L’esponente dei Verdi motiva la sua scelta con ‘ragioni d’ordine personale’
Luganese
13 ore

Inversione di tendenza: Lugano torna a crescere

Nel 2021 la popolazione è leggermente aumentata (+95), dopo un lustro di declino, portando il totale a 66’586 abitanti. Positivo il saldo migratorio
Luganese
13 ore

Un centro balneare-ricreativo per Cadro

In un’interpellanza, Demis Fumasoli chiede al Municipio di Lugano di riaprire il dialogo con i proprietari del sedime dell’ex centro ricreativo
Locarnese
13 ore

Agarone, interruzione di corrente

Lavori sulla rete della Ses il 2 febbraio, dalle 8.15 alle 11.15
Locarnese
13 ore

Sag Gordola, da lunedì prossimo si riparte

Le attività del sodalizio sportivo riprenderanno con tutte le garanzie sanitarie del caso
Bellinzonese
13 ore

Le botte del padre e le scuse pretese con il coltello alla gola

Condannato un giovane affetto da una turba psichica che nel 2020 minacciò il papà: voleva che riconoscesse il dolore arrecato a lui e ai fratelli
Locarnese
14 ore

Minusio, escursione botanica

La propone l’Associazione quartiere che riprende il 5 febbraio la propria attività all’aperto
Luganese
28.11.2021 - 13:210
Aggiornamento : 14:30

Paolo Beltraminelli eletto alla testa del Ppd di Lugano

Tutto come da pronostico all’assemblea sezionale; la presidenza era vacante da quasi due anni

Paolo Beltraminelli è il nuovo presidente della sezione di Lugano del Partito popolare democratico e Generazione giovani. Tutto come da pronostico e nel segno della concordanza nell’assemblea ‘natalizia’ svoltasi in un luogo caro ai popolari democratici, il capannone di via Ceresio, a Pregassona, che nel recente passato era invece stato teatro di roventi assemblee preelettorali. Questa volta ha prevalso il bisogno di sicurezza, dopo quasi due anni di presidenza vacante. Dopo la tumultuosa partenza di Angelo Petralli, la sezione era infatti priva di un presidente vero e proprio da quasi due anni, dal gennaio del 2020, retta poi a interim da Benedetta Bianchetti. Nel mezzo c’è stata la pandemia di Covid, e le elezioni comunali prima rimandate poi svolte con un anno di ritardo, dove il Ppd ha potuto salvare la sua presenza in Municipio grazie anche all’effetto-Lombardi, l’ex senatore traslocato da Massagno per l’occasione, in un quadro insidioso ma infine positivo per i popolari democratici. «Siamo infatti riusciti a mantenere tutte le nostre posizioni nel Legislativo e nell’Esecutivo, i 9 seggi in Consiglio comunale e quello in Municipio» ha ricordato Benedetta Bianchetti.

‘Botti’ da stadio

Tra gli eletti in Consiglio comunale proprio Beltraminelli: l’ex consigliere di Stato sembrava in corsa per la poltrona del Municipio lasciata libera da Angelo Jelmini, poi la disponibilità di Filippo Lombardi cambiò le cose. Eletto l’ex senatore, per il ‘Beltra’ c’è comunque il ritorno a una posizione importante. Alla vicepresidenza sono stati eletti Lara Comini, sociologa, e lo storico Tommaso Gianella, entrambi specialisti in risorse umane. L’assemblea ha completato l’ufficio presidenziale eleggendo Marika Beretta, Benedetta Bianchetti e Michel Tricarico, che saranno spalleggiati da Lombardi e dal segretario sezionale Claudio Giambonini

Jelmini, coordinatore del gruppo di lavoro per la ricerca del nuovo presidente, ha ricordato che stando al profilo tracciato, il nuovo presidente doveva essere ‘un vero Ppd’. Nella ‘short list’ erano rimasti tre nominativi, ma evidentemente la presenza di Beltraminelli ha chiuso il discorso: l’assemblea lo ha acclamato tra applausi, ‘botti’ e coriandoli da stadio, insomma nessuna discussione e parecchia allegria.

Coerenza e rinnovamento

Cosa dice l’ex consigliere di Stato? «Un botto del genere non me l’aspettavo... proprio qui nel ‘nostro’ capannone, dove sono cresciuto, che i liberali volevano abbattere e che in minoranza il Ppd di Ugo Bassi riuscì a salvare. Questo per dire che non occorre sempre essere in maggioranza. Arrivo a questa presidenza molto motivato, sono stato il vostro municipale e il vostro consigliere di Stato, non ce la faccio a non essere ottimista e la politica resta la mia grande passione. Mia moglie non era molto d’accordo perché ha vissuto con me, e più di me i momenti difficili (tra cui la recente non rielezione in Consiglio di Stato, ndr)». “Coerenza” sembra la nuova parola d’ordine. «Sul Polo sportivo il partito è stato compatto, e poi qualcuno di noi si è accorto che incassando la tassa sui rifiuti, non si poteva far pagare le tasse due volte, e ha convinto la maggioranza a diminuire al 77% il moltiplicatore. E il calcolo era giusto, la dimostrazione è che il moltiplicatore è rimasto al 77 e la tassa sui rifiuti diminuirà. Coerenza anche sui contributi per le canalizzazioni e vi assicuro che chiederemo subito che il Municipio ripresenti il messaggio. Farò di tutto per rinnovare il partito... io ho tre volte 20 anni ma l’entusiasmo di un giovane. Viva Lugano e viva il Partito popolare democratico!».

Presenti all’acclamazione del ‘Beltra’ il presidente cantonale Fiorenzo Dadò e il consigliere di Stato Raffaele De Rosa. Dadò ha proiettato lo sguardo verso le prossime elezioni cantonali: «Non possiamo sperare di fare risultati straordinari, bisogna essere realisti, il nostro partito è in difficoltà da 40 anni, ma impegnandoci tutti potremo avere un buon risultato. Sono sicuro che il nuovo presidente della vostra sezione saprà portare positività come ha sempre fatto in tutte le sue sfide». Per Raffaele De Rosa «in un momento di difficoltà è importante avere una guida solida, e persone che si impegnano in Municipio, Consiglio comunale, ma anche nei quartieri o come personale curante. Occupiamoci delle persone che abbiamo vicine, così come dei cittadini, occorre interpretare i bisogni e dare risposte concrete. E la cura prendiamocela anche per noi stessi, la pandemia ha un impatto emotivo di salute mentale e di tenuta psicofisica».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved