ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
3 ore

Sbarrata fino a nuovo avviso la strada cantonale Altanca-Ronco

L’abitato di Altanca e la zona del Piora saranno raggiungibili dalla strada cantonale Piotta-Altanca
Mendrisiotto
3 ore

Trompe l’oeil, ‘non c’è stato nessuno sfregio’

L’amministratrice dell’azienda di Besazio reagisce all’interpellanza dell’AlternativA. ‘La procedura? Tutto in regola’
Luganese
4 ore

Savosa, ricevuta la nuova giudice del Tribunale federale

Nei giorni scorsi, il Municipio ha accolto e si è complimentato con la sua concittadina Federica De Rossa, dopo la prestigiosa nomina
Mendrisiotto
4 ore

Sacchi dei rifiuti meno cari a Morbio Inferiore

Il Municipio rivede il prezzo dei rotoli da 17 e 35 litri. L’Ordinanza modificata sarà in vigore dal gennaio 2023
Ticino
4 ore

Calo pernottamenti, Pianezzi: ‘Investire su tutte le stagioni’

Il presidente di Hotelleriesuisse Ticino commenta i dati comunicati oggi: ‘2021 irripetibile, ora bisogna cercare margini dove ci sono: autunno e inverno’
Luganese
4 ore

Lugano, accoltellamento Manor: l’accusa annuncia l’appello

Il Ministero pubblico della Confederazione si tiene aperta la possibilità di dichiarare l’appello una volta ricevuta la sentenza motivata scritta
Luganese
4 ore

Barbengo, le Officine Cameroni celebrano sessant’anni

L’azienda, nel piazzale della sede, ha voluto condividere la ricorrenza con alcuni politici e ha omaggiato tre collaboratori storici
Mendrisiotto
5 ore

Risparmio energetico, il basso Mendrisiotto spegne la luce

I quattro Comuni serviti dall’Age Sa adottano misure per abbattere i consumi. Tra queste, spicca la rinuncia alle luminarie natalizie
Mendrisiotto
5 ore

‘Un giovedì da leoni’ a sostegno di tre associazioni

L’evento è stato organizzato dai quattro club di servizio del Mendrisiotto (Lions, Rotary, Kiwanis e Soroptimist International) e si è tenuto a maggio
Locarnese
5 ore

L’illuminazione pubblica non si può spegnere neanche volendo

‘No’ del Cantone, per motivi di sicurezza, alla proposta di Ses ai 38 Comuni del suo comprensorio. Intanto l’azienda si impegna per il risparmio
Ticino
6 ore

Fiscalità e telelavoro dei frontalieri, ‘attiviamoci subito’

Un’interrogazione di Maderni (Plr) e Gendotti (Centro/Ppd) chiede di muoversi come fatto dalla Confederazione con la Francia
Locarnese
6 ore

Restauro del giardino del Papio, lavori a buon punto

Prevista una presentazione pubblica del progetto che ridarà splendore a uno dei rari esempi di ‘arredamento verde’ di stile borromaico
Locarnese
6 ore

Karate, riconoscimento europeo per il 7° Dan Mario Campise

Già organizzatore del Campionato del mondo a Locarno e di due Wuko Day, ha avvicinato in modo decisivo la disciplina ai disabili
23.11.2021 - 18:22
Aggiornamento: 21:57

Astano, risolti i problemi finanziari

A inizio dell’anno prossimo la gerenza del Comune passerà da Stefano Besomi a Tiziana Cappelli. Proposto un moltiplicatore d’imposta al 100%

astano-risolti-i-problemi-finanziari
Il gerente di Astano Stefano Besomi (Ti-Press)

Sono rientrati i problemi finanziari che hanno caratterizzato gli ultimi anni ad Astano. Il preventivo 2022 del Comune indica addirittura un leggero avanzo d’esercizio e un moltiplicatore d’imposta aritmetico del 93%. L’Assemblea comunale sarà chiamata ad approvarlo nella seduta in agenda il prossimo 14 dicembre. Ha dunque funzionato la gestione amministrativa di Stefano Besomi, nominato dal Consiglio di Stato nel giugno del 2020, dopo le dimissioni dell’intero Municipio rassegnate a fine 2019. Dimissioni originate anche dalla decisione del governo cantonale, adottata nel settembre 2019, di imporre al Comune il moltiplicatore al 130%, contestato da ricorsi e contro-ricorsi, peraltro tutti respinti. Un moltiplicatore poi sceso al 110% l’anno successivo mentre quest’anno è fissato al 100%. Il Comune malcantonese è stato il primo in Ticino a ritrovarsi con un tasso d’imposta superiore al 100.

Dalle cifre rosse a quelle nere

La decisione del Cantone ha suscitato parecchio malumore esasperando gli animi in paese e generando polemiche e critiche a non finire. Ora si è voltato pagina. «Proporremo all’Assemblea ancora il moltiplicatore al 100% in modo da poter costituire un po’ di capitale e di risorse proprie. La situazione finanziaria è tutto sommato rientrata nella normalità, dopo gli anni scorsi», spiega il gerente che preferisce sorvolare sulle cause che hanno provocato il dissesto finanziario. In ogni caso, si è trattato di un eccesso di uscite e o di una mancanza di gettito in entrata. Più precisamente, il Comune ha accumulato una serie di disavanzi d’esercizio che hanno eroso tutto il suo capitale proprio. Col passare del tempo, le condizioni sono nettamente migliorare. «Negli ultimi due anni il gettito si è stabilizzato – specifica Besomi –. Già dal consuntivo 2020, il Comune è peraltro passato dalle cifre rosse a quelle nere e anche quest’anno dovremmo chiudere con un leggero avanzo d’esercizio. I cittadini di Astano meritano più tranquillità».

‘Mi è rincresciuto rinunciare’

Entrato in carica a inizio agosto 2020, Besomi alla fine dell’anno passerà il testimone a Tiziana Cappelli, responsabile della formazione di segretari comunali e funzionari per l’amministrazione pubblica, che ha lavorato nel Comune di Novaggio come segretaria comunale dal 2012 al 2018. L’incarico di carattere prettamente amministrativo, non politico, avrebbe dovuto concludersi lo scorso mese di aprile ma le elezioni comunali non ci sono state, visto che nessuna lista di candidati si è presentata, per cui al gerente è stato chiesto di continuare a gestire il Comune. «Sarebbe impossibile per me proseguire fino al prossimo appuntamento elettorale previsto nel 2024: sono municipale a Collina d’Oro è ho la mia attività professionale di fiduciario da portare avanti. Mi è rincresciuto rinunciare, perché in questo periodo si sono instaurati una buona collaborazione e un ottimo clima di lavoro», racconta Besomi, il quale auspica tuttavia la possibilità che si possa costituire un nuovo Municipio democraticamente eletto dalla popolazione entro il 2024: «Se si trovassero cinque persone disposte a formare una lista per costituire un esecutivo, credo che le autorità cantonali non farebbero problemi. Ritengo che Astano meriti una conduzione politica». Non sono mancate tuttavia critiche nei suoi confronti per aver cercato di fare di tutto per fare in modo che il Comune uscisse dai guai, proprio in linea con il suo mandato provvisorio di gerente, come peraltro specificato dallo stesso governo cantonale in sede di nomina.

Aggregazione, strada tracciata

Il gerente parla della sua esperienza in termini positivi: «Il brutto periodo ce lo siamo lasciati alle spalle. Le passate assemblee comunali si sono svolte regolarmente con una partecipazione al di sopra del quorum. Purtroppo, non sono riuscito a creare il consenso necessario in tempo per le elezioni comunali dello scorso aprile. Astano è una bella realtà con delle carte da giocare a livello territoriale e di paesaggio». Sfumato il tentativo di essere incluso nel nuovo Comune di Tresa, in prospettiva c’è inoltre il progetto di aggregazione nel quale è stato coinvolto Astano con Bedigliora, Curio, Novaggio e Miglieglia. «Oggi, Astano ha tutte le carte in regola per far parte del progetto – dice Besomi –. La strada è stata tracciata dal Consiglio di Stato con l’invito a partecipare al gruppo di lavoro, proprio in mancanza di un’autorità comunale. Abbiamo cercato di presentare un Comune quanto più attrattivo possibile affinché l’istanza possa avere successo».

Leggi anche:

Nominato il gerente del Comune di Astano

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved