Ambrì
5
Langnau
6
3. tempo
(2-1 : 0-5 : 3-0)
Lakers
6
Zurigo
5
3. tempo
(2-1 : 3-1 : 1-3)
Olten
5
Winterthur
0
fine
(0-0 : 2-0 : 3-0)
La Chaux de Fonds
7
Ticino Rockets
0
3. tempo
(1-0 : 5-0 : 1-0)
Kloten
6
GCK Lions
2
3. tempo
(2-0 : 2-1 : 2-1)
Visp
2
Zugo Academy
4
3. tempo
(1-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
0
Sierre
3
3. tempo
(0-1 : 0-0 : 0-2)
torricella-il-caso-scuole-non-finisce-qui
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
21 min

L’audit e i poteri accresciuti di chi lo eseguirà

Caso ex funzionario del Dss, praticamente definita la bozza dell’articolato mandato
Luganese
3 ore

L‘Imam di Lugano è ’completamente riabilitato’

Paolo Bernasconi, legale di Radouan Jelassi, esprime soddisfazione per la sentenza del Tribunale amministrativo federale
Ticino
3 ore

Disagio giovanile, il Sisa (ri)sollecita lo Stato

Alves: occorre contrastare con misure urgenti e concrete il malessere psichico nella popolazione studentesca. Campagna del sindacato nelle scuole
Locarnese
4 ore

Locarno, ‘mi hanno picchiato di brutto, devo andare in ospedale’

Non è un episodio isolato, i pestaggi in Piazza Castello sono filmati e messi sui social da una banda. Accertamenti in corso e misure incisive da adottare
Luganese
4 ore

Lugano, condannato il complice del furto al Mary

Inflitti tre anni di reclusione, di cui sei mesi da espiare, a un 52enne italiano riconosciuto colpevole di truffa, furto e falsità in documenti
Bellinzonese
5 ore

220 milioni in più per le Officine Ffs a Castione

L‘investimento previsto cresce in maniera cospicua. Gli impieghi a tempo pieno passano da 300 a 360. ’Più lavoro grazie alle componenti tecniche’
Ticino
5 ore

Domani i primi fiocchi, ‘automobilisti siate prudenti’

Attese nevicate in pianura, la fase più intensa si verificherà nelle ore centrali della giornata
Bellinzonese
7 ore

Carì, gli impianti si confermano nelle cifre nere

La scorsa stagione invernale ha fatto segnare il record di primi passaggi, un risultato possibile probabilmente grazie all’annullamento dei carnevali
Ticino
9 ore

Mascherine, il Cantone sostiene l’obbligo nei luoghi affollati

Il Consiglio di Stato invita i Comuni a introdurre ‘una misura di prevenzione molto efficace in occasione degli eventi natalizi’
Bellinzonese
9 ore

Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti

La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Luganese
 
15.10.2021 - 18:170
Aggiornamento : 18:46

Torricella, il caso scuole non finisce qui

Il Municipio ne discuterà nuovamente, mentre spuntano lettere dei genitori a difesa del maestro

Lunedì prossimo in Municipio a Torricelle-Taverne si riparlerà sicuramente della situazione venutasi a creare all’interno dello stesso esecutivo, e di cui abbiamo riferito ieri, dove la componente Gitt/Lega/Udc, vale a dire il sindaco Tullio Crivelli e il vice Franco Voci sono finiti in minoranza sul dossier del Dicastero educazione, tolto allo stesso Voci e affidato a Lorenzo Montini del Ppd. Quest’ultimo pochi giorni prima era stato ‘segnalato’ alla Sezione Enti locali da Crivelli e Voci per un presunto atteggiamento aggressivo, un alterco con pugni picchiati sul tavolo durante una seduta municipale. Già sentiti i tre principali protagonisti, abbiamo interpellato gli altri due municipali, la Plr Roberta Passardi e il Ps Francesco Giudici. Nessuno dei due ha voluto rilasciare dichiarazioni pubbliche. Almeno per il momento, ma la cosa non finirà qui. “Io rispetto la collegialità del Municipio, fintanto che non se ne discuterà all’interno del Municipio non posso rilasciare dichiarazioni. L’unica cosa che mi sento di dire è che non condivido contenuti e modi di quanto apparso sul giornale. Ne parleremo al nostro interno, ripeto, la collegialità è un principio fondamentale”. È ancora recuperabile la situazione nel vostro Municipio? “Quanto deciso non è un essere contro qualcuno, qui sta l’errore di fondo, pensare che noi tre siamo contro gli altri due. È solo voler gestire un Comune. In democrazia è normale trovarsi a volte nella maggioranza, altre in minoranza, a volte all’unanimità”. Anche Francesco Giudici rimanda eventuali dichiarazioni a dopo la riunione municipale di lunedì, dove comunque intende discutere il tema.

‘Disappunto e sentimento di ingiustizia’

Il casus belli come detto riguarda le scuole, dove ha pure fatto discutere la mancata conferma di un docente delle Elementari. Il maestro, cui non è stato rinnovato l’incarico, ci ha interpellati per replicare all’accusa fatta da Vosti, di “aver fatto pressioni politiche per perorare la propria causa” nella sua veste di consigliere comunale. Il maestro era peraltro stato eletto nella stessa lista di Crivelli e Voci. “Io ho parlato solo col mio municipale Voci, per delle segnalazioni mie dei genitori riguardanti il direttore, che erano state fatte regolarmente già dal 2017. Questo perché è il capodicastero Educazione a essere responsabile del direttore. Si vede che queste segnalazioni sono rimaste incastrate in qualche suo cassetto... Se lui non comunicava queste cose ai colleghi in Municipio, come non lo faceva con noi all’interno del gruppo Gitt/Lega, è ovvio che nessuno ne sapesse nulla”. A sostegno di questo docente si sono mossi pure parecchi genitori degli alunni da lui seguiti, una ventina le firme in calce a lettere lo scorso luglio al Municipio. in una di esse i genitori manifestano “disappunto e sentimento di profonda ingiustizia” per la mancata riconferma del maestro che nel dopo lockdown “ha saputo ridare fiducia ai bambini ma ha anche dovuto riportare i bambini più indietro ad un livello scolastico adeguato senza penalizzare chi l’aveva raggiunto”. “In poche parole i bambini ora vanno volentieri a scuola, ciò che in passato non era sempre il caso” si legge sempre nella missiva. “Io non ho nemmeno fatto ricorso ed ho subito trovato un altro lavoro” ci spiega il docente, dicendosi tuttavia profondamente deluso dalla situazione venutasi a creare, al suo ritorno nel mondo della scuola dopo 5 anni in un altro settore. Come si dice, affaire à suivre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved