primi-passi-per-l-aggregazione-aranno-bioggio-neggio-vernate
Una veduta aerea di Bioggio con l'area industriale (Ti-Press)
01.10.2021 - 10:550

Primi passi per l’aggregazione Aranno-Bioggio-Neggio-Vernate

Il Consiglio di Stato ‘accoglie con favore’ l’iniziativa nata dal basso e ha approvato il relativo studio e istituito la Commissione per la stesura del progetto

a cura de laRegione

Primi passi per l’aggregazione tra Aranno, Bioggio, Neggio e Vernate. Il Consiglio di Stato ha approvato il relativo studio e istituito la Commissione incaricata di elaborare il progetto aggregativo secondo la Legge sulle aggregazioni e separazioni dei Comuni, decisione che dà seguito alle istanze dei quattro Comuni interessati.

Il Governo “valuta con favore questa iniziativa, che si inserisce con coerenza nell’approccio indicato dal Piano cantonale delle aggregazioni (PCA)". La proposta dal basso di aggregazione fra Aranno, Bioggio, Neggio e Vernate, infatti, è in linea con gli obiettivi di consolidamento istituzionale e rafforzamento dell’organizzazione comunale e dei servizi alla cittadinanza, rispetto ai quali il Pca si pone come strumento di indirizzo e supporto. I quattro comuni appartengono tutti allo stesso comprensorio definito nel Pca come “Malcantone Est”, ed è previsto che gli scenari possano essere realizzati in tappe successive. Il progetto "risponde pertanto pienamente agli orientamenti cantonali in tema di aggregazioni”. Come da indicazione dei rispettivi municipi, la Commissione di studio è composta da:

  • per il Comune di Aranno: Stefano Magini, sindaco e Paolo Felix, vice sindaco
  • per il Comune di Bioggio: Eolo Alberti, sindaco e Daniele Bianchi, vice sindaco
  • per il Comune di Neggio:
    Antonella Notari, sindaco e Gracco Moreno Barberis, vice sindaco
  • per il Comune di Vernate:
    Andrea Russi, municipale e Angelo Vegezzi, municipale

e dai quattro segretari comunali, questi ultimi con ruolo tecnico.

Il contatto con il Dipartimento delle istituzioni verrà assicurato dalla Sezione degli enti locali.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved