senza-immissioni-in-centro-a-lugano-per-il-trasporto-merci
TI-PRESS
Filippo Lombardi e Karin Valenzano Rossi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
6 ore

Morbio Inferiore, ‘A cena con papà’

La manifestazione, organizzata dal Dicastero cultura, venerdì 20 maggio
Luganese
6 ore

Ponte Capriasca, evento solidale per Zanzibar

L’associazione Sister Island ha fondato un asilo e diversi progetti virtuosi di sviluppo
Luganese
6 ore

Comano, s’inaugura la Gra

Domenica 22 maggio festa al Parco San Bernardo con le autorità e il patriziato
Bellinzonese
7 ore

Scoprire la biodiversità con il Festival della natura

Dal 18 al 22 maggio in tutto il cantone si terrà una manifestazione che porterà la popolazione a diretto contatto con l’ambiente
Locarnese
7 ore

Delitto di Avegno, presunto autore trasferito alla Farera

Il ministero pubblico ha disposto una perizia psichiatrica, per chiarire lo stato di salute. Il 21enne avrebbe ucciso la madre colpendola ripetutamente
Grigioni
7 ore

Gestione del bosco nell’Ottocento, se ne parla a Soazza

Appuntamento per sabato 21 maggio
Ticino
7 ore

Imposte di circolazione, Dadò: ‘Siamo pronti ad andare in aula’

Il presidente del Ppd (e della Gestione) presenta il rapporto sulle iniziative popolari promosse nel 2017: ‘È ora di decidere’. Ma Plr e Ps nicchiano
Mendrisiotto
7 ore

Provvida Madre fa 50 e si regala Casa Ursula

La fondazione è attiva da anni nell’assistenza a persone con disabilità. ‘Servizi cambiati, ma non la passione’. Pubblicato un libro di testimonianze
Bellinzonese
8 ore

Anziani, anche De Rosa a Bodio per l’assemblea di GenerazionePiù

I delegati si riuniranno il 24 maggio. All’ordine del giorno pure la presentazione del consigliere di Stato su pianificazione integrata e cure a domicilio
19.08.2021 - 17:42
Aggiornamento : 18:03

'Senza immissioni in centro a Lugano per il trasporto merci'

Da lunedì via a progetto pilota. Appello della Città a commerci e aziende ad aderire all'esperimento ecologico. Presto la svolta per levare i Tir da piazze e vie

Via gli inquinanti e rumorosi Tir dal centro città in distribuzione di merci a negozi, commerci e aziende. E dislocazione delle merci nell'area dei bus turistici in via Ciani e relative consegne con veicoli ecologici. È questo, in estrema sintesi, l'obiettivo del progetto 'Logistica cittadina a emissioni zero' presentato oggi a Palazzo civico dai municipali, Filippo Lombardi, capo dicastero sviluppo territoriale e Karin Valenzano Rossi, responsabile del dicastero sicurezza e spazi urbani.

Si comincia lunedì 

Si comincia lunedì prossimo, con un progetto pilota della durata di 6 mesi, per poi giungere a una definizione vera e propria attraverso un messaggio municipale che il Municipio di Lugano sottoporrà a ottobre al Consiglio comunale con una richiesta di credito di 200 mila franchi, di cui 30 mila richiesti tramite sussidio federale nell'ambito di 'Svizzera Energia' e inizio del progetto nel gennaio 2022. Lombardi, che ha esordito - «non è facile prendere la parola nella prima conferenza stampa, dopo la scomparsa del sindaco Borradori che oggi sarebbe stato con noi. Cerchiamo di essere degni di lui» - addentrandosi poi nel tema. Un tema, quello del trasporto delle merci nelle città, che «tocca il mondo intero. La sensibilità della Città alle emissioni foniche e inquinanti è aumentata». Di qui l'idea di rivoluzionarie il sistema, rendendo un favore al pianeta Terra e ai suoi abitanti. I veicoli giungeranno in un altro luogo, fuori dal centro, in via Ciani. Questo grazie a una collaborazione con la società Camion Transport Sa, che collabora con Saetta Verde. Per i prossimi sei mesi i pacchi fino a 30 chili destinati al centro di Lugano potranno essere depositati dalle aziende che aderiranno al progetto in un apposito container e saranno quindi consegnati con veicoli elettrici di piccole dimensioni - come ha spiegato il responsabile della società anonima, Giuseppe Di Iorio. 

Karin Valenzano Rossi ha dal canto suo rivolto un appello alle aziende a partecipare al progetto pilota, il cui esperimento sarà utile per affinare il progetto principale nei prossimi mesi. «La situazione attuale vede Piazza della Riforma, Piazza Dante e via Nassa giornalmente occupate da Tir per merci a commerci e negozi» - ha spiegato la municipale. La relativa Ordinanza, oggi in vigore, sarà modificata. Intendiamo limitare le forniture dalle 8 alle 10»

ll progetto ha già dato buoni frutti in altre città svizzere e sarebbe per il Ticino una 'prima'. Destinatari di questo servizio? Fornitori, commerci, esercizi pubblici, aziende logistiche e anche privati. Gli interessati sono invitati ad aderire al progetto pilota, annunciandosi alla sezione amministrativa della polizia della città di Lugano (058 866 80 35 o seam@lugano.ch). Giuseppe Di Iorio ha spiegato: «Il progetto guarda al futuro: possediamo camion ibridi e da poco abbiamo un camion a idrogeno. Se non investimento oggi nell'ecologia tra 10 anni sarà troppo tardi. Non sarà possibile togliere tutti i camion dal centro subito, ma già il fatto di eliminare i diversi piccoli rifornimenti sarà utile». 

 

 

 

 

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
filippo lombardi karin valenzano rossi lugano trasporto merci
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved