salvando-carote-storte-e-melanzane-sottodotate
Green (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
3 ore

Tenero-Contra, ‘quel bosco non si tocca’

Il Municipio si oppone al progetto di dissodamento di un terreno sulla sponda destra della Verzasca, che dovrebbe diventare pascolo alberato
Locarnese
3 ore

Terre di Pedemonte, firme a suffragio della zona 30

Una petizione invita l’autorità ad accrescere e rivedere alcune misure di moderazione del traffico all’interno degli abitati
Ticino
11 ore

Parmalat Bis, Luca Sala ribadisce la sua estraneità

Al primo giorno di dibattimento al Tribunale penale federale di Bellinzona la Corte ha acquisito le sentenze civili del Liechtenstein favorevoli a Sala
Ticino
12 ore

Fiduciari, dal Gran Consiglio un chiaro sì alla legge

Ok all’adeguamento alle norme federali. Riconosciuta la necessità di mantenere la LFid. Bertoli (Autorità di vigilanza): tutela dei clienti prioritaria
Luganese
12 ore

Monteceneri, Casa Landfogti interamente nelle mani del Comune

Sono stati accolti dal Gran Consiglio l’estinzione della demanialità e la convenzione tra Cantone e Comune sul passaggio gratuito del terreno
Gallery
Mendrisiotto
12 ore

Il nucleo di Ligornetto chiude. E fuori tutti in colonna

Mendrisio difende la misura, Stabio la contesta e chiede un tavolo di discussione. Intanto, c’è chi pensa di riportare al voto la popolazione
Luganese
13 ore

Referendum Pse, lo sport si mobilita a favore

Scendono in campo le 140 associazioni per rivendicare la necessità di disporre di infrastrutture adeguate e moderne
Ticino
13 ore

Maltrattamenti, il veterinario cantonale sarà parte civile

Approvato in Gran Consiglio il rapporto della Commissione giustizia e diritti
Bellinzonese
13 ore

Plr Cadenazzo, assemblea generale ordinaria

Si terrà domenica 24 ottobre alle 16 alla caserma del locale Corpo pompieri
Bellinzonese
13 ore

‘Cara Sommaruga, verifichi cosa sta facendo l’Uft’

Nuove Officine Ffs: il legale di tre ditte attive a Castione sollecita la consigliera federale affinché s’interessi del dossier
Ticino
13 ore

Arrivano in Ticino i TED Circles

Durante gli incontri verrà visionata una conferenza per poi discuterne i contenuti. Il primo appuntamento sarà il 21 ottobre
Luganese
14 ore

Un organo d’eccezione per la restaurata chiesa di Santa Marta

Lo strumento è più piccolo degli esemplari comuni. I lavori a Carona stanno giungendo al termine e sono costati 1,6 milioni di franchi
Luganese
09.06.2021 - 17:380
Aggiornamento : 18:23

Salvando carote storte e melanzane sottodotate

Il progetto della Fondazione Amici della Vita che insieme a una classe di scuola elementare di Melide combatte lo spreco alimentare

Un'intera mattinata dedicata, in presenza, alla sensibilizzazione per la lotta contro gli sprechi e alla possibilità di donare alle persone bisognose in Ticino prodotti agricoli freschi che altrimenti verrebbero buttati via. A promuoverla la Fondazione Amici della Vita che, alla Tenuta Bally di Vezia, ha chiamato a raccolta, domani 10 giugno, i bambini della classe di quinta elementare di Melide. Da marzo 2020, infatti, a seguito dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 "abbiamo unificato i nostri progetti sotto un unico grande cappello, il Progetto TIsinVisin con lo scopo di realizzare e sviluppare iniziative e attività sociali a favore di persone bisognose e nel rispetto dell’ambiente in Ticino" ci ha spiegato la coordinatrice Silvia Cecchinato.

Il progetto vuole essere, dunque, un'ulteriore risposta per uno stop agli sprechi e un utilizzo sensato delle risorse: "Con questo progetto recuperiamo direttamente sui campi prodotti agricoli in esubero, residui di raccolte ed eccedenze non più vendibili e destinati al macero, ma ancora perfettamente commestibili (piccole scarole, cetrioli o carote storti, melanzane e patate che non raggiungono il calibro stabilito). Questi prodotti agricoli, raccolti presso le aziende agricole ticinesi, vengono poi distribuiti alle persone bisognose tramite le diverse associazioni sociali e benefiche e alle mense già presenti nel territorio che si occupano della distribuzione capillare" evidenzia ancora la responsabile.

Distribuzione capillare

Un servizio prezioso che col tempo si è reinventato: "Non facciamo più distribuzioni dirette di alimenti, fatte soltanto durante il primo lockdown dell’anno scorso, quando anche le associazioni che distribuivano cibo erano state sospese – non manca di farci sapere Silvia Cecchinato –. Ora ci occupiamo solo dell’approvvigionamento e della fornitura alle associazioni che poi distribuiscono in modo capillare. In questo modo riusciamo ad aumentare i quantitativi di cibo e di conseguenza anche il numero dei beneficiari. Inoltre siamo attivi anche con le collette alimentari nei supermercati, dove i negozi ci lasciano uno spazio a disposizione per chiedere ai clienti del supermercato di partecipare alla colletta con prodotti a lunga conservazione, ma anche in collaborazione con negozi di paese dove abbiamo lasciato dei cestelli che ritiriamo una volta alla settimana".

Con questo nuovo progetto di raccolta esuberi si riesce quindi a procurare anche dei prodotti freschi. Il progetto è stato avviato nel settembre 2019 con una situazione di partenza di oltre 225'000 tonnellate di perdita/anno nell’agricoltura corrispondente al 10% dello spreco totale di cibo in Svizzera: "Ci siamo organizzati con una squadra di volontari e persone in programma occupazionale ormai collaudata, pronta a venire sui campi a raccogliere i prodotti agricoli sia in esubero che non, con il nostro furgone adibito al trasporto delle persone e con il camioncino frigo per il ritiro dei prodotti agricoli. La raccolta avviene attualmente 2/3 giorni alla settimana. Le aziende agricole con le quali stiamo collaborando, grazie anche all’intervento di Andrea Zanini della Orti, sono principalmente nel Mendrisiotto (Pagani a Ligornetto), nel Piano di Magadino (Marcodor, Feitknecht, e altri che stanno giungendo in questi giorni) e a Lugano (Tenuta Bally)".

A favore dei bisognosi

La Fondazione Amici della Vita, lo ricordiamo, nata nel 1990, è un’organizzazione riconosciuta d’utilità pubblica con l’intento di migliorare la qualità di vita alle persone con difficoltà finanziarie, senza distinzione di sesso, etnia o classe sociale. Opera ormai da trent'anni nell’ambito della solidarietà tramite l’attuazione di progetti sociali al fine di dare un aiuto, nel suo piccolo, a tutte quelle persone che ne hanno bisogno. La missione è di aiutare le persone bisognose nelle aree principali della vita di ognuno: alimenti, vestiti e abitazione: "Abbiamo a tale scopo sviluppato una struttura efficiente ed incisiva in grado di gestire le diverse necessità dei bisognosi. Coinvolgiamo la collettività tramite il servizio di volontariato, offrendo azioni di solidarietà e realizziamo opportunità di reinserimento ed integrazione sociale".

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved