04.06.2021 - 12:10
Aggiornamento: 14:43

Manifestazione a Lugano, ci saranno maggiori controlli?

È quanto auspicato da alcuni deputati della Lega dei Ticinesi, che hanno presentato un'interpellanza al Consiglio di Stato

manifestazione-a-lugano-ci-saranno-maggiori-controlli
Domande al Governo (Ti-Press)

Maggiori controlli alle dogane in vista della manifestazione degli autogestiti in programma domani, sabato 5 giugno, a Lugano, a una settimana dallo sgombero e dalla parziale demolizione di parte dell'ex Macello. È quanto chiedono, con un'interpellanza al Consiglio di Stato, alcuni deputati della Lega de Ticinesi (primo firmatario Alessandro Gnesa). La richiesta è motivata dal fatto che “vi è un ragionevole dubbio che gruppi di estremisti provenienti dall'estero possano raggiungere Lugano con il solo scopo di creare disordini all'interno della cittadina”. Un timore “parecchio plausibile o almeno prevedibile” che porta i firmatari dell'atto parlamentare ad auspicare che “governo cantonale e federale cerchino di evitare che Lugano, e tutto il Ticino, si macchi di tali brutalità e inciviltà nel rispetto dell'accoglienza che il nostro Paese ha sempre dimostrato”.

Oltre a un rafforzamento dei controlli in entrata alla frontiera, al CdS viene chiesto “come valuta i rischi sanitari in relazione al Covid-19”, se è previsto di allestire posti di blocco alle uscite autostradali in direzione Nord, se è stata contattata la Polizia ferroviaria per intraprendere maggiori controlli in entrata dall'Italia, se sono previsti maggiori controlli anche per chi proviene da oltre Gottardo e, infine, quanti agenti della Polizia cantonale e comunale sono previsti per fronteggiare eventuali disordini. 

Leggi anche:

Le ruspe hanno demolito il Molino

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved