30.05.2021 - 13:05
Aggiornamento: 16:32

Sciopero per il Clima: la marcia di Lugano è posticipata

Decisione presa 'per via delle forti tensioni dovute a quanto accaduto all'ex Macello ieri e oggi'

sciopero-per-il-clima-la-marcia-di-lugano-e-posticipata
'Né a favore né contro l'autogestione' ma denuncia 'gli atti violenti da parte della polizia'.

Il movimento Sciopero per il Clima annuncia lo spostamento della marcia prevista per oggi, domenica 30 maggio, a Lugano. “Questa decisione – si legge nella nota ufficiale – viene presa per via delle forti tensioni dovute a quanto accaduto all'ex Macello ieri e oggi. Ci sembra infatti poco rispettoso rappresentare le immagini di prigionier* e di arresti in seguito agli accaduti recenti”. 

Il movimento annuncia che la manifestazione si terrà durante la settimana alle porte e la data verrà resa nota al più presto. “Con questo – si legge ancora – il movimento Sciopero per il clima Ticino non si schiera né a favore né contro l'autogestione, ma ribadisce l'importanza di una giusta manifestazione e denuncia gli atti violenti da parte della polizia”. Infine, Sciopero per il Clima esprime “solidarietà con chi ha sofferto nella giornata di ieri e oggi” e ringrazia “la comunità del Molino, che è sempre stata gentile e accogliente con il nostro movimento, dandoci anche una mano quando ne avevamo bisogno”.

 

Leggi anche:

Le ruspe hanno demolito il Molino

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved