Detroit Red Wings
1
NAS Predators
2
2. tempo
(0-2 : 1-0)
OTT Senators
1
NY Islanders
1
2. tempo
(0-0 : 1-1)
MON Canadiens
2
TB Lightning
1
2. tempo
(0-1 : 2-0)
TOR Leafs
3
COB Jackets
1
2. tempo
(3-0 : 0-1)
BUF Sabres
0
ANA Ducks
0
1. tempo
(0-0)
STL Blues
0
FLO Panthers
1
1. tempo
(0-1)
WIN Jets
0
CAR Hurricanes
1
1. tempo
(0-1)
CHI Blackhawks
NY Rangers
02:30
 
EDM Oilers
MIN Wild
03:00
 
delitto-cantoreggi-partita-l-istanza-di-ricorso-in-appello
T-PRESS
Il caso rimane aperto
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

L’audit e i poteri accresciuti di chi lo eseguirà

Caso ex funzionario del Dss, praticamente definita la bozza dell’articolato mandato
Luganese
7 ore

L‘Imam di Lugano è ’completamente riabilitato’

Paolo Bernasconi, legale di Radouan Jelassi, esprime soddisfazione per la sentenza del Tribunale amministrativo federale
Ticino
8 ore

Disagio giovanile, il Sisa (ri)sollecita lo Stato

Alves: occorre contrastare con misure urgenti e concrete il malessere psichico nella popolazione studentesca. Campagna del sindacato nelle scuole
Locarnese
8 ore

Locarno, ‘mi hanno picchiato di brutto, devo andare in ospedale’

Non è un episodio isolato, i pestaggi in Piazza Castello sono filmati e messi sui social da una banda. Accertamenti in corso e misure incisive da adottare
Luganese
9 ore

Lugano, condannato il complice del furto al Mary

Inflitti tre anni di reclusione, di cui sei mesi da espiare, a un 52enne italiano riconosciuto colpevole di truffa, furto e falsità in documenti
Bellinzonese
9 ore

220 milioni in più per le Officine Ffs a Castione

L‘investimento previsto cresce in maniera cospicua. Gli impieghi a tempo pieno passano da 300 a 360. ’Più lavoro grazie alle componenti tecniche’
Ticino
9 ore

Domani i primi fiocchi, ‘automobilisti siate prudenti’

Attese nevicate in pianura, la fase più intensa si verificherà nelle ore centrali della giornata
Bellinzonese
11 ore

Carì, gli impianti si confermano nelle cifre nere

La scorsa stagione invernale ha fatto segnare il record di primi passaggi, un risultato possibile probabilmente grazie all’annullamento dei carnevali
Luganese
20.05.2021 - 16:320
Aggiornamento : 17:42

Delitto Cantoreggi, partita l'istanza di ricorso in Appello

Pubblica accusa e accusatore privato hanno deciso di rivolgersi alla Corte di secondo grado dopo la sentenza pronunciata ieri alle Criminali

All'uscita dell'aula era un'eventualità, ora è divenuta una certezza. All'indomani della sentenza pronunciata dalla Corte delle assise criminali di Lugano, composta da giudici e assessori giurati, la procuratrice pubblica Valentina Tuoni e l'avvocato Stefano Pizzola, rappresentante dell'accusatore privato (la famiglia della vittima), hanno convenuto stamane di ricorrere contro il verdetto davanti alla Corte di appello e revisione penale. La dichiarazione d'istanza alla corte di secondo grado è già partita. Poi, una volta che giungeranno le motivazioni della sentenza, le due parti ricorrenti avranno venti giorni per presentare il ricorso in forma scritta. Il caso giudiziario sul pestaggio avvenuto il 17 dicembre 2019 alla pensione La Santa di Viganello per mano del 35enne austriaco e sfociato nella morte di Matteo Cantoreggi, giungerà dunque all'attenzione di una seconda Corte.  

Il caso destinato a fare giurisprudenza

La vicenda è destinata a fare giurisprudenza. Ricapitoliamo i punti essenziali. L'imputato 35enne, in carcere da un anno e mezzo, è stato rinviato a processo in via principale per il reato di assassinio, subordinatamente per omicidio intenzionale. Il magistrato, martedì al termine della sua requisitoria aveva chiesto una condanna nei confronti del cittadino austriaco di 17 anni di carcere ed espulsione dalla Svizzera per 15 anni. La Corte, presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, accogliendo integralmente la richiesta dell'avvocatessa di difesa, Letizia Vezzoni, ha invece ammesso il reato di omicidio colposo per omissione e condannato l'imputato a 4 anni e 3 mesi e rinunciato al pronunciare l'espulsione, poiché il 35enne è nato e cresciuto a San Gallo. La Corte delle assise criminali non ha ravvisato la premeditazione. L'impianto accusatorio si è così sgretolato: sono caduti l'assassinio, l'omicidio intenzionale, l'intenzionalità e il dolo eventuale. La Corte ha messo in evidenza come "colpire più volte con dei pugni in faccia non dimostra ancora un intento omicida nell'imputato" e, accogliendo le conclusioni del medico legale, ha sottolineato come Cantoreggi non sia deceduto per i colpi inferti dal 35enne, bensì per soffocamento dopo che il sangue prodotto dalle ferite è finito nei suoi polmoni. Sempre i giudici e gli assessori giurati hanno inoltre ritenuto assente l'elemento soggettivo del reato principale prospettato dalla pp Valentina Tuoni ed escluso che il 35enne volesse dare una lezione alla vittima. Una lettura, questa, che non trova concordi né magistrato né accusatore privato. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved