ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 min

Besso, la Biblioteca dei ragazzi compie 40 anni + 2

Domenica 9 ottobre storie e clownerie. Ogni anno 600 bambini portano a casa più di mille libri.
Luganese
16 min

Massagno, riapre Casa Pasquée. Si ricomincia da Luigi Taddei

Esposizione al via in occasione dei trent’anni dalla scomparsa dell’artista ticinese
Luganese
16 min

Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale

Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio nord
Ticino
24 min

Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’

Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Mendrisiotto
35 min

Stabio, nuovi contenitori interrati per i sacchi in arrivo

I giorni di raccolta rifiuti porta a porta diminuiranno da due a uno. Chi vorrà potrà smaltirli al campo sportivo Montalbano, in via Giulia e in via Boff.
Bellinzonese
41 min

Corso sull’alimentazione per persone con mobilità ridotta

Lo propone il Gruppo paraplegici Ticino venerdì 30 settembre all’Hotel Unione. A seguire cena salutare
Luganese
46 min

A Lugano il primo Innovation Highway con 6 startup ticinesi

L’evento il 13 ottobre al Campus Est dell’Università di Lugano. Si parlerà di idee e progetti
Bellinzonese
46 min

Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone

È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Luganese
58 min

Capriasca guarda già al mercatino natalizio, iscrizioni al via

Ecco le istruzioni per gli interessati ad assicurarsi una bancarella per l’evento in agenda il 4 dicembre
Luganese
1 ora

Lugano, l’associazione Il Centro organizza doposcuola

L’attività è rivolta ai ragazzi di scuola media e avrà luogo, dal 3 ottobre, nella sede di via Brentani 5
Bellinzonese
1 ora

Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni

Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Luganese
1 ora

Domenica sarà festa al club nautico di Morcote

L’evento – tra musica, gite in barca e attività varie – è rivolto a tutta la famiglia e vuol dare la possibilità di scoprire il mondo della vela
laR
 
28.05.2021 - 05:30
Aggiornamento: 18:55

Monteceneri: 185 chilometri di sentieri su un’app in 3D

L'iniziativa del Comune è una prima svizzera. Il municipale Marco Cattani: ‘Strumento molto dinamico, con un grosso potenziale anche turistico’

monteceneri-185-chilometri-di-sentieri-su-un-app-in-3d

Una prima svizzera. Monteceneri è il primo Comune elvetico a dotarsi di una guida digitalizzata per sentieri in 3D, sotto forma di applicazione per smartphone. Un'innovazione sviluppata da inizio 2020 grazie al supporto dello studio Lucchini e Lippuner Sa di Lugano e con lo scopo di valorizzare il grande patrimonio sentieristico che Monteceneri vanta. Ne abbiamo parlato con il municipale Marco Cattani, che ha seguito da vicino il progetto.

Gli utenti potranno inserire proprie fotografie

«Al momento attuale, tramite delle icone, sono indicate le varie fermate di bus e treni, come pure tutti i principali servizi presenti sul territorio per facilitare gli spostamenti e l'orientamento – ci spiega –. Ma è un sito molto dinamico, che verrà aggiornato di periodicamente e sarà possibile aggiungere numerose altre informazioni (come ad esempio sulle sagre di paese o altri eventi locali, quando riprenderanno, ndr) e c'è l'opportunità per i privati di far pubblicità alla propria attività, ad esempio un ristorante o un negozio, finanziando il progetto». E poi c'è il capitolo foto: «Abbiamo inserito, grazie alla Lucchini e Lippuner, le foto più recenti di tutta la regione. Ma ci sono anche le rappresentazioni storiche di alcuni luoghi simbolo e inoltre, per rendere l'app più interattiva, gli utenti potranno caricare proprie immagini». Quest'ultimo aspetto avrà una doppia valenza: da un lato permetterà al Comune di scoprire in tempo reale se vi è ad esempio uno scoscendimento o una pianta caduta in un dato punto e inviare quindi qualcuno a mettere a posto grazie al localizzatore Gps; l'altro coté è invece legato alla condivisione dell'esperienza.

Dislivello, lunghezza, tempistiche: tutto su smartphone, in 3D

E poi, naturalmente, sono indicati i sentieri. «Li abbiamo differenziati per colori: ad esempio in rosso sono indicati quelli di Sentieri Ticino, in un altro colore quelli comunali, in un altro ancora quelli didattici e così via. Sono stati mappati essenzialmente i nostri, ma ci sono anche quelli di collegamento verso la Capriasca, il Gambarogno, Cadenazzo. La cosa interessante è che schiacciando su uno di essi, questo si illumina indicando il tempo di percorrenza, la lunghezza, il dislivello. Non è una cosa piatta ed è accessibile a tutti: non bisogna saper leggere le curve della cartina per interpretare le informazioni. Chi non è pratico può anche sbagliare. Leggendo le recensioni dei sentieri, può capitare che sia indicato che si tratta di un percorso per famiglie ma quando si arriva sul posto ci si rende conto che non è proprio così e che può essere difficile. Questo strumento invece fornisce il livello di difficoltà nell'immediato».

‘Darà un bell'impulso al turismo’

La guida insomma è una novità utile, ma anche il coronamento di un percorso per il Comune. «I nostri sentieri sono ben tenuti e segnalati, anche grazie all'importante apporto dell'ente turistico luganese. Abbiamo lavorato tanto in quest'ambito negli ultimi cinque anni, ripristinando circa sette chilometri di percorsi. Abbiamo messo delle panchine sui punti panoramici, sui Monti di Canedo ad esempio sono stati ripristinati dei piccoli biotopi davvero belli. In totale abbiamo circa 185 chilometri, una rete immensa che è un patrimonio da valorizzare». E da esportare: «Un altro scopo importante è favorire il turismo. Inizieremo a presentarlo sul sito del Comune per farlo conoscere dapprima ai residenti, ma poi ci piacerebbe contattare degli enti turistici della Svizzera interna per promuovere questa novità e far capire che c'è molto più da vedere che la già nota e apprezzata località del Monte Tamaro. Soprattutto adesso con la pandemia vediamo che c'è molta gente che gira, ma riscontriamo anche che c'è una carenza a livello informativo e questa è l'opportunità per introdurre uno strumento digitale a supporto del turista. Come tutte le cose innovative, sarà chiaramente un po' da testare, ma è molto intrigante come progetto e siamo convinti che darà un bell'impulso a questo tipo di turismo».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved