ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
1 min

Concerto di gala della Filarmonica di Biasca

Appuntamento in programma domenica 11 dicembre alle 16.30 nella palestra della Scuola professionale
Luganese
2 min

Lugano, folle fuga sotto l’influsso di cocaina: condannato

La Corte delle Assise criminali ha inflitto al 25enne ventitré mesi sospesi con la condizionale. L’imputato ha ammesso tutti i fatti.
Grigioni
24 min

Frana in Val Calanca, iniziato lo sgombero della strada

Due escavatrici sono entrate in azione dopo l’esclusione del pericolo imminente di altri crolli. Obiettivo riaprire la carreggiata prima del weekend
Mendrisiotto
46 min

Mendrisio, la Filanda ospita la Maratona di lettere

Quest’anno, la raccolta di firme promossa da Amnesty International è incentrata sul diritto di manifestare e di esprimere il proprio dissenso
Mendrisiotto
1 ora

Pronto il logo degli Esterefatti del Rione Excelsior di Chiasso

L’immagine che raffigura l’indimenticato don Willy in sella alla sua bicicletta sarà presentata mercoledì 7 dicembre in piazza Bernasconi
Mendrisiotto
1 ora

Riva San Vitale, un successo il concerto di Gala

La Filarmonica comunale diretta dal maestro Roberto Cereghetti attira un’ampia partecipazione popolare
Bellinzonese
1 ora

Il Municipio di Bellinzona incontra i suoi diciottenni

Lunedì 5 dicembre si è tenuta la tradizionale cerimonia in cui l’autorità comunale ha accolto i neomaggiorenni
Ticino
1 ora

In carcere in Ticino per spaccio dopo l’estradizione dall’Italia

Sul 36enne residente in Italia pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalla Magistratura ticinese
Bellinzonese
3 ore

Gottardo Arena, approvato il principio dei posteggi a pagamento

Luce verde alla convenzione tra Comune e Hcap. Slitta però a lunedì il voto sul messaggio per permettere di applicare la tassa in occasione delle partite
Locarnese
3 ore

Brione, Messa in memoria del Vescovo Ernesto Togni

A un mese dalla scomparsa verrà celebrata una funzione religiosa domenica prossima. Sev e Fondazione Verzasca organizzano un trasporto gratuito
Luganese
3 ore

Lugano, potenziata l’offerta di trasporto pubblico

Con il nuovo orario, Tpl e Arl aumentano le corse, le frequenze nei fine settimana e il servizio nei quartieri. Nuovo nome per alcune fermate
Grigioni
3 ore

Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano

Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
laR
 
09.05.2021 - 17:00
Aggiornamento: 20:15

Origlio, vandalismo alla Steiner: ‘Grande solidarietà’

In collina regna l'incredulità per la distruzione, ma la macchina della generosità si è velocemente mossa. Vandalismo giovanile o ritorsione?

origlio-vandalismo-alla-steiner-grande-solidarieta
Vandalismo alla Scuola Steiner di Origlio (Ti-Press)

Dopo la distruzione, la generosità. Dopo che la caffetteria della Scuola Steiner di Origlio è stata vandalizzata, la macchina della solidarietà si è mossa velocemente. Ce lo conferma Maria Enrica Torcianti, docente di euritmia di lungo corso e membro del comitato dell'istituto sul posto dalla mattina.

‘Questo per noi è un luogo simbolo’

«Appena uscita la notizia stamattina, sono arrivati subito qui diversi genitori, fra quelli non in quarantena perlomeno. In molti hanno dato la disponibilità per aiutare e stiamo organizzando una squadra per rimettere tutto in ordine – spiega –. Abbiamo aspettato che la polizia finisse di effettuare i rilievi, a breve arriverà qui il gruppo adibito alla caffetteria per fare l'inventario: finché quest'ultimo non sarà effettuato, una stima dei danni precisa non sarà possibile, come neppure capire se qualcosa sia effettivamente stato rubato o meno». Di certo, lo spettacolo è forte: finestre spaccate, mobili rotti, oggetti distrutti e sparpagliati, sporcizia. «Sì, c'è stato un certo accanimento. Hanno distrutto e sporcato manufatti e lavori manuali fatti da bambini e famiglie, questo per noi è un luogo simbolo, oltre che di scambio e incontro. Qui i genitori si trovano per bere il caffè e scambiare quattro chiacchiere quando portano i figli a scuola e quest'ultimi si fermano qui dopo le lezioni per fare la merenda».

Una vendetta? ‘Non in questo modo, inimmaginabile’

Per questi motivi, sebbene l'intera scuola sia attualmente in quarantena a causa di diversi casi di Covid-19, «è importante che la caffetteria torni presto utilizzabile. Si tratta di un luogo di serenità, molto curato, amato da tutti». Amato, anche da chi la scuola non la frequenta. «Questa mattina è arrivata un'anziana del paese, che non c'entra con la Steiner, ma è voluta venire a vedere cosa fosse successo perché era dispiaciuta – racconta Torcianti –. Anche altre persone sono venute a esprimere la propria vicinanza. Ci sono anche stati degli slanci di solidarietà, abbiamo ricevuto già diverse donazioni sul nostro crowdfunding. In questo senso, c'è sempre la luce anche nel buio». E a proposito di luce e di buio, la Polizia scientifica avrebbe trovato numerose impronte sul posto, sprovvisto purtroppo di videosorveglianza. «Secondo la polizia è probabile che sia un atto di vandalismo giovanile. Però questo accanimento quasi feroce sembra altro... Non ci pronunciamo perché siamo molto colpiti, direi sotto choc, e cerchiamo quindi di fermare un po' i pensieri». Non c'è qualcuno che avrebbe potuto volersi vendicare? «Non in questo modo, non è immaginabile».

Bertoli: ‘Vandalismo che colpisce fa male’

«Sono degli atti indescrivibili, non solo da condannare ma ancora di più – ci dice il sindaco di Origlio Alessandro Cedraschi –. ISpero che non sia stata una ritorsione, mi auguro sia stata una brutta bravata. Quando si entra soprattutto in una scuola, indipendentemente dalle difficoltà che questa possa avere, è doppiamente deplorevole». Appunto: sì privata, tuttavia a essere stata colpita è pur sempre una scuola. Abbiamo chiesto quindi un breve commento anche al presidente del Consiglio di Stato, direttore del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport: «Un atto di vandalismo è sempre riprovevole. Quando poi viene fatto nei confronti di un simbolo della volontà collettiva di dare un futuro alle giovani generazioni fa sempre male – osserva Manuele Bertoli –. Questo vale per le scuole, come per le altre strutture per i giovani. Sono quei simboli che dovrebbero essere intoccabili ma che purtroppo invece alcuni toccano senza ragionarci troppo ed è veramente peccato».

Leggi anche:

Vandali in azione alla scuola Steiner di Origlio

Quarantena di istituto alla scuola Steiner di Origlio

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved