lugano-pernottamenti-giu-ma-crescono-gli-svizzeri
Pernottamenti crollati ma meno del previsto (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Covid e vacanze all’estero? ‘Paese che vai... regole che trovi’

Capire quali sono le norme all’estero non è sempre facile, e il sito della Confederazione non aiuta. Hotelplan: ‘i disagi con i voli problema del momento’
Locarnese
7 ore

Intragna, nullaosta al progetto forestale Corona dei Pinci

Il Patriziato centovallino autorizza gli interventi selvicolturali sui monti di Losone progettati dal confinante Patriziato. Ok al consuntivo
Locarnese
8 ore

Scontro fra auto e moto a Maggia: due 19enni gravemente feriti

Uno di loro rischia la vita. Per consentire i rilievi del caso la strada cantonale rimarrà chiusa almeno fino alle 18.
Bellinzonese
9 ore

Si introduce nelle scuole Semine e ruba due computer

È successo durante la notte. Il ladro ha forzato una delle entrate.
gallery
Ticino
12 ore

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
15 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
20 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
1 gior

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
07.05.2021 - 16:02
Aggiornamento : 17:38

Lugano, pernottamenti giù ma crescono gli svizzeri

Perde il 22% rispetto al 2019 il turismo nel comprensorio. Molto meno del previsto grazie agli ospiti interni aumentati di ben il 24,4%

I numeri del settore turistico non sono così negativi come si prospettavano nel marzo dell'anno scorso quando si temeva una riduzione fra il 60 e l'80%. Il calo pernottamenti registrati nel 2020 è comunque netto: un meno 22,1% rispetto al 2019. In cifre, le persone che hanno passato una notte in una pensione o in un albergo sono state di 717'781. Insomma, avrebbe potuto andare molto peggio, considerata la quasi totale assenza degli ospiti provenienti dai mercati internazionali e del settore congressuale. A contribuire a contenere le perdite si è registrata un’importante crescita di soggiorni degli ospiti svizzeri (+24.4% ovvero +104'991 pernottamenti su base annua nel 2020 rispetto al 2019). Alessandro Stella, direttore di Lugano Region, parla di un 2020 complicato a causa del coronavirus che «ci ha obbligato, a partire dallo scorso marzo, ad adattare costantemente le proiezioni. Nei primi mesi c'era chi ventilava perdite fra il 70 e l'80%. Col passare dei mesi abbiamo avuto segnali positivi dal mercato interno vacanziero che negli anni 'normali' aveva una quota del 46%. Alla fine è andata meglio del previsto malgrado le restrizioni introdotte l'autunno scorso».

Piazza Cioccaro? 'Un dilemma'

Il calo c'è però stato e ha provocato impatti sui ricavi derivanti dalle tasse di soggiorno da pernottamenti che sono stati minori rispetto al preventivo del 21.8%. Nonostante tutto, quest'anno l'ente luganese continuerà a occuparsi della manutenzione ordinaria dei 600 km di rete escursionistica cantonale, dei 300 km di rete ufficiale locale, dei 370 km di percorsi Mountain Bike e di 40 km di sentieri tematici. Non solo: Lugano Region proseguirà nella promozione delle esperienze che valorizzano la destinazione e incentivano di conseguenza i soggiorni. Pertanto, grazie alle buone esperienze riscontrate con i partners della regione, l'assemblea, che ha dato luce verde al consuntivo 2020 e al preventivo 2021, ha deciso di riproporre anche quest'anno le escursioni guidate regolari. L’offerta spazierà dalle visite in centro città, con il “Guided City Walk” e l’”Unexpected Classic Tour”, a quelle al Monte Brè, Monte San Salvatore e Gandria. Sono stati riprogrammati anche i tour guidati in città durante il periodo autunnale e natalizio. In merito ai problemi e alle proteste degli albergatori di piazza Cioccaro, il direttore lo riconosce: «Non siamo per niente contenti di quanto sta capitando, l'autorità si trova in una situazione difficile, è un vero e proprio dilemma come per la Foce che perlomeno è uno spazio isolato».

 

Leggi anche:

Piazza Cioccaro a Lugano: ‘La Città intervenga!’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alessandro stella consuntivo 2020 lugano region pernottamenti
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved