25.04.2021 - 19:58
Aggiornamento: 23:34

Ps Lugano, Raoul Ghisletta lascia la presidenza

'Otto anni possono bastare, ma resto a disposizione del comitato'. Il 9 giugno l'assemblea deciderà il successore. Parte anche la vice, Nina Pusterla

di Guido Grilli
ps-lugano-raoul-ghisletta-lascia-la-presidenza
TI-PRESS
Raoul Ghisletta

Non solleciterà un nuovo incarico, Raoul Ghisletta, alla presidenza del Ps di Lugano dal 2013. «Otto anni possono bastare - dichiara a laRegione il diretto interessato. Una conseguenza dell'esito delle votazioni? «No, la decisione l'avevo già presa, ma certo sarei stato più felice se fossimo riusciti a raddoppiare in Municipio e se non avessimo perso due seggi in Consiglio comunale. È venuto il momento di un rinnovamento della direzione e di lasciare posto a giovani leve e lavorare per un rilancio. Resto comunque a disposizione del comitato» - spiega Ghisletta, 60 anni a maggio. Anche la vice-presidente, Nina Pusterla, in carica da metà 2016, non solleciterà un altro incarico e rimarrà pure a disposizione della sezione per sostenerla.   

Parola all'assemblea per il rinnovo della direzione e sguardo al 2024 

La direzione del Ps di Lugano si è riunita venerdì per tracciare il bilancio elettorale e ha fissato al 9 giugno 2021 la data dell’assemblea ordinaria della sezione PS Lugano, che in base agli statuti avrà il compito di eleggere la direzione e la/il presidente in carica durante la legislatura 2021-2024. Nel suo bilancio la direzione Ps - evidenzia in un comunicato stampa - "esprime soddisfazione per la rielezione in Municipio di Cristina Zanini Barzaghi e rammarico per il mancato raddoppio dell’area rossoverde nell’esecutivo. La strategia elettorale rossoverde per l’esecutivo della Città di Lugano dovrà essere oggetto di analisi con Verdi e con PC in vista dell’appuntamento del 2024, al fine di evitare la dispersione eccessiva di voti progressisti, che ha penalizzato la lista unitaria ed ha compromesso il raddoppio dell’area in Municipio". La direzione del PS di Lugano si dice inoltre "insoddisfatta della perdita di 2 consiglieri comunali su 9 del gruppo PS-PC, anche se essa è mitigata dalla presenza di 1 consigliere comunale della Sinistra alternativa, che nella legislatura 2016-2021 era membro del gruppo PS-PC. La Direzione discuterà con le/i militanti e le/i candidate/i al Consiglio comunale della propria lista per definire una strategia tesa al rafforzamento nel legislativo in vista delle elezioni del 2024. Il gruppo PS-PC in Consiglio comunale sarà convocato giovedì 29 aprile per dare avvio ai suoi lavori".
 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved