agno-luce-verde-all-edificazione-sul-terreno-bolette-ma
TI-PRESS
Un terreno di battaglia
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

Covid e vacanze all’estero? ‘Paese che vai... regole che trovi’

Capire quali sono le norme all’estero non è sempre facile, e il sito della Confederazione non aiuta. Hotelplan: ‘i disagi con i voli problema del momento’
Locarnese
5 ore

Intragna, nullaosta al progetto forestale Corona dei Pinci

Il Patriziato centovallino autorizza gli interventi selvicolturali sui monti di Losone progettati dal confinante Patriziato. Ok al consuntivo
Locarnese
6 ore

Scontro fra auto e moto a Maggia: due 19enni gravemente feriti

Uno di loro rischia la vita. Per consentire i rilievi del caso la strada cantonale rimarrà chiusa almeno fino alle 18.
Bellinzonese
7 ore

Si introduce nelle scuole Semine e ruba due computer

È successo durante la notte. Il ladro ha forzato una delle entrate.
gallery
Ticino
11 ore

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
14 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
18 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
1 gior

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
1 gior

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
Luganese
1 gior

Lugano, un gesto solidale a chi è meno fortunato

In occasione dei suoi 60 anni, il direttore dell’Hotel Pestalozzi Luciano Fadani ha devoluto alla G.I.C.A.M. l’incasso dell’aperitivo
Ticino
1 gior

L’Ispettorato del lavoro sanziona l’‘operazione TiSin’

L’autorità contesta a un’azienda la legittimità del contratto stipulato insieme al sedicente sindacato leghista per aggirare il salario minimo
Grigioni
1 gior

Donazione di sangue a Roveredo

Mercoledì 6 luglio dalle 16.30 alle 19.30 al Centro regionale dei servizi
Bellinzonese
1 gior

Luca Decarli presidente del Rotary Club Bellinzona

Succede ad Alessandra Alberti
Locarnese
1 gior

Giallo di Solduno, indagini a tutto campo

Per la morte del 25enne, rinvenuto senza vita e con una ferita al volto dopo diversi giorni, gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi
13.04.2021 - 12:06
Aggiornamento : 19:01

Agno, luce verde all'edificazione sul terreno Bolette, ma...

Il progetto immobiliare milionario di cui si discute da oltre dieci anni passa lo scoglio del Consiglio comunale. Non si esclude il Referendum

Tra pianificazione e conti consuntivi 2020 - in profondo rosso, con un disavanzo di 1,4 milioni di franchi - l'ultima seduta del Consiglio comunale della legislatura ad Agno ieri è durata fino all'una e trenta del mattino. Il primo tema di natura pianificatoria - l'approvazione della variante di Pr nel comparto Monda Bolette (dove d'estate si tiene il Luna Park) che dà luce verde alla immobiliare Bolette Sa di realizzare un complesso immobiliare milionario - è stato approvato dal Legislativo con 14 voti favorevoli e 8 contrari (Lega dei ticinesi e gli ex esponenti del Plr che hanno costituito la nuova compagine 'Vivi Agno'.

C'è aria di raccolta firme 

Tra i contrari all'ampio progetto di edificazione residenziale, negli interventi fiume avvenuti durante l'acceso dibattito è aleggiato a più riprese lo spettro del Referendum, un passo che all'indomani del voto non viene per nulla escluso. Sul messaggio municipale accompagnante la proposta di approvazione della Variante di Pr del comparto Monda Bolette le Commissioni dell'edilizia e della gestione si sono presentate spaccate: due rapporti di minoranza si sono espressi contro il progetto. Tra i motivi, la salvaguardia del verde dell'ampio comparto. Ma l'Immobiliare attendeva da dieci anni il nullaosta del Consiglio comunale, arrivato appunto ieri sera, anzi stanotte. Va inoltre ricordato che 11 anni fa una petizione contraria al progetto aveva raccolto oltre 3 mila firme.

Ha invece sfiorato l'unanimità dei voti - 19 favorevoli, zero contrari e tre astenuti - l'approvazione dei Conti consuntivi del Comune per l'anno 2020, in forte perdita e con un moltiplicatore d'imposta stabile all'82%. Tra le cause delle cifre rosse, la pandemia che avrebbe fatto registrare minori entrate sia dalle persone fisiche sia da quelle giuridiche sia dalle imposte alla fonte. 

E Massagno accoglie il sostegno all'alloggio: aiuto a una ventina di famiglie 

Anche il Consiglio comunale di Massagno ieri ha fatto le ore piccole. Nella seduta di chiusura di legislatura, il Legislativo ha accolto il sostegno all’alloggio con 20 favorevoli, 10 astenuti e nessuno contrario - il regolamento comunale concernente il contributo alle spese per gli alloggi. Il regolamento, attraverso tutta una serie di emendamenti proposti dal Legislativo, offre a una parte bisognosa della popolazione la possibilità di usufruire di un credito complessivo di 100'000 franchi. La somma è destinata all’alloggio sostenibile con particolare riferimento alle famiglie del ceto medio. Il regolamento entrerà in vigore dopo l’approvazione della Sezione degli enti locali. L’obiettivo finale è quello di mettere a disposizione di una ventina di famiglie con reddito annuo imponibile non superiore a 58'000 franchi dei contributi mensili alla pigione di appartamenti esistenti sul suolo comunale, che rispettano determinati standard di qualità e sostenibilità. La seduta si è aperta con un riconoscimento alla vicesindaco Paola Bagutti che, dopo 21 anni in Municipio, lascia la carica. 

Manno si scopre ricca 

Risvegliarsi ricchi. È quanto è accaduto al comune di Manno, che chiude i Consuntivi 2020 dell'amministrazione comunale con un avanzo di esercizio di 1 milione e 638 mila franchi. L'esito di tanto splendore è da ricondurre a eventi cosiddetti straordinari: un "rimborso" del Cantone a favore del Comune, che aveva sopravvalutato il gettito fiscale degli anni passati e alcune sopravvenienze di imposta, incassate appunto nello scorso anno contabile. I conti sono stati approvati lunedì sera all'unanimità dal Consiglio comunale. Il legislativo ha pure detto sì alla quota parte di un contributo a favore della Monte Lema per il finanziamento dei progetti di rilancio. La somma complessiva è 120 mila franchi suddivisi tra tutti i Comuni del Malcantone nell'arco di cinque anni.

A Paradiso 10,7 milioni per trasformare l'ex albergo Flora in scuola dell'infanzia

A Paradiso lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato l'intero ordine del giorno. Iniziamo dai conti. Il legislativo ha accolto i Consuntivi del Comune e dell’Azienda acqua potabile per l’anno 2020 che evidenziano un avanzo complessivo di 1 milione e 296 mila franchi. Per il resto il Legislativo ha dato luce verde a numerosi nuovi investimenti, per circa 14 milioni complessivi. All’unanimità sono passati, fra l'altro: un credito di 10,7 milioni per l’acquisto di spazi nello stabile ex Albergo Flora, destinati a quattro sezioni della Scuola dell’infanzia e per la modifica di Piazza Boldini con un’area ricreativa esterna; luce verde, inoltre, a 1 milione e 550 mila franchi per il dissodamento e l’acquisizione di un terreno nella parte sud-est del lungolago e la progettazione definitiva di un nuovo autosilo e di una pista ciclopedonale, nell’ambito della riqualifica della Riva Lago. 

 

 

 

 

 

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
agno progetto immobiliare
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved