01.04.2021 - 18:59
Aggiornamento: 02.04.2021 - 17:28

Vezio, parco giochi dedicato a Lidia Cremona Boschetti

Il Municipio di Alto Malcantone, per il cinquantesimo, dedicherà il Sassello alla prima donna ticinese che divenne sindaco di un Comune

vezio-parco-giochi-dedicato-a-lidia-cremona-boschetti
La Casa comunale di Alto Malcantone a Breno (Ti-Press)

Lidia Cremona Boschetti fu la prima sindaca di Vezio e la prima donna a ricoprire tale carica a livello cantonale. Dagli Archivi riuniti delle donne Ticino apprendiamo che "e prime elezioni a partecipazione femminile si tennero nell’aprile 1971 per il rinnovo dei poteri cantonali e nell’aprile 1972 per quelli comunali. A Vezio mancavano persone disposte a impegnarsi in politica. L’allora segretario comunale, Geo Boschetti, appoggiò la candidatura di Lidia Cremona-Boschetti che – eletta in forma tacita – entrò in carica il 7 luglio del 1970. Lo stesso giorno entrò in Municipio, come supplente, anche Emma Mercolli. Furono le prime donne a mettere piede in un esecutivo. Nell’aprile 1971 la sindaca balzò agli onori della cronaca per la protesta contro i militari che occupavano i boschi sopra il villaggio per le esercitazioni di tiro. Durante il suo mandato sostenne l’istituzione di una Sezione di avviamento commerciale femminile e la creazione di un parco giochi per i bambini al Sassello (22 dicembre 1971). Non si presentò alle elezioni del 23 aprile 1972 per tornare a fare la donna di casa". In occasione del cinquantesimo anno della creazione il parco giochi prenderà il nome di “Piazzale Lidia Cremona Boschetti” e sarà posta una targa commemorativa e per l’occasione verrà rinnovato a beneficio di tutta la popolazione. Così ha deciso il Municipio di Alto Malcantone.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved