29.03.2021 - 18:22

Lugano, a quando vie e piazze intitolate a donne?

Lo chiedono i socialisti in un'interpellanza rivolta al Municipio, sottolineando come per contro vi siano molti doppioni nei nomi delle strade

lugano-a-quando-vie-e-piazze-intitolate-a-donne
È di cinque anni fa l'inaugurazione, a Breganzona, della via intitolata alla testimone dell'Olocausto (Ti-Press)

Una Lugano decisamente poco donne-friendly, quantomeno giudicando in base ai nomi di vie e piazze. Come sottolineato da un'interpellanza socialista (prima firmataria, la consigliera comunale Elena Rezzonico) inviata al Municipio, in città riguardo al tema negli ultimi anni è stato fatto poco. “Molti Comuni svizzeri hanno dato risalto a donne meritevoli nel loro stradario, in particolare Ginevra nel 2019”. Anche Mendrisio si è mosso quest'anno, intitolando una piazza e sette vie in occasione della Giornata internazionale della donna l'8 marzo.

‘Solo una gradinata a Federica Spitzer’

Un'azione effettuata in collaborazione con l'Associazione Archivi Riuniti Donne Ticino (Aardt), che ha realizzato il progetto di ricerca ‘Tracce di donne’. Proprio quest'ultimo, per gli interpellanti, potrebbe fungere da base di partenza per aggiornare anche lo stradario luganese. “A Lugano si è parlato di questo tema nel 2005, quando alcune consigliere comunali si sono fatte promotrici di un atto parlamentare – si ricorda –. Purtroppo le loro proposte non hanno avuto grande riscontro, a eccezione di un timido segnale alcuni anni fa con la dedica di una gradinata di Breganzona a Federica Spitzer, testimone dell'Olocausto. Ci sarebbero però molte altre luganesi meritevoli, alle quali andrebbe titolata una strada o una piazza”.

Ad anni dalle aggregazioni, tanti doppioni

E se la commissione che si occupa dello stradario, secondo l'interpellanza, si sarebbe a suo tempo già chinata sul tema e avrebbe già definito delle figure femminili rilevanti, vi sarebbe un altro problema relativo al dossier e che andrebbe risolto: “A molti anni dalle aggregazioni restano ancora molti doppioni (di personaggi maschili evidentemente, ndr) nelle denominazioni stradali che devono essere risolti”. 

Leggi anche:

Un piazzale, un largo e cinque vie al femminile a Mendrisio

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved