un-piazzale-un-largo-e-cinque-vie-al-femminile-a-mendrisio
Il piazzale di Palazzo civico sarà dedicato alla prima donna municipale (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
8 ore

In Val Onsernone brucia il Pizzo della Croce

L’allarme è stato lanciato poco dopo le 11.40. Il rogo sarebbe stato innescato da un fulmine abbattutosi qualche giorno fa.
Bellinzonese
8 ore

A Giumello una stagione alpestre secca e complicata

Anche il fiore all’occhiello dell’Istituto agrario cantonale di Mezzana soffre la siccità: produzione di formaggio ridotta di un quarto
Bellinzonese
9 ore

Dalpe, il 6774 Festival in una due giorni di... impatto

Dalle bancarelle alla gastronomia, dalla musica al ballo, sui prati della sciovia Bedrina sabato 20 e domenica 21 agosto
Locarnese
9 ore

‘Vin Pan salam’ compie 25 anni

Torna, da giovedì 18 fino a domenica 21 agosto, la sagra sul lungolago a base di musica e gastronomia locale
Locarnese
9 ore

Lancio del sasso ad Ascona, un’edizione di alto livello tecnico

Record battuti sia nella categoria femminile sia in quella maschile. L’ambito titolo di campione e campionessa ticinesi va a Urs Hasler e a Corina Mettler
Locarnese
10 ore

A Ronco s/Ascona si degusta risotto

La cena è prevista per sabato 20 agosto a partire dalle 19 in piazza del Semitori
Ticino
10 ore

Milano, nel 2021 un pieno di multe stradali

È la città d’Italia con i maggiori introiti: 102,6 milioni di euro, di cui quasi 13 solo dall’autovelox (nel quale incappano anche non pochi ticinesi)
Locarnese
10 ore

Alla Biblioteca di Locarno si parla di viaggi ed ecologia

All’evento, previsto per mercoledì 17 agosto alle 18.15 nella corte di Palazzo Morettini, interverranno gli scrittori Andrea Bertagni e Sabrina Caregnato
Luganese
11 ore

Ceresio e altri tre laghi svizzeri ai minimi storici

Il perdurare della siccità mette in crisi un po’ tutti i bacini. Fra i fiumi, Reno e Reuss con i valori più bassi rilevati nei mesi estivi
Mendrisiotto
11 ore

Tiro obbligatorio e in campagna a Maroggia

La società di tiro Aurora di Stabio dà appuntamento a venerdì 19 e sabato 20 e poi a venerdì 26 e sabato 27 agosto
Luganese
12 ore

Tresa, lavorava in Ticino il 28enne italiano morto

Lascia la compagna e due figli piccoli la vittima dell’incidente di sabato sera. Era dell’alto Varesotto e si era da poco trasferito nel Comasco
Bellinzonese
12 ore

Monte Carasso, serata pubblica sull’aiuto al Madagascar

All’appuntamento che si terrà il 23 agosto alle 20.15 nel salone dell’ex Convento delle Agostiniane sarà presente Suor Maria degli Angeli
laR
 
01.03.2021 - 21:38

Un piazzale, un largo e cinque vie al femminile a Mendrisio

Il Municipio rimedia a una mancanza e dà seguito a un'interrogazione trasversale. L'8 marzo la prima targa: ricorda la prima donna municipale

Di alcune delle donne che hanno lasciato il segno nella storia, nella cultura e nella politica di Mendrisio, nel prossimo futuro si troverà traccia anche fra vie e piazze della Città. A quasi un anno dalla richiesta pressante che si è levata da rappresentanti di tutti i partiti locali e a pochi giorni dall'8 marzo, giornata dedicata all'universo femminile, il Municipio ha apposto il suo sigillo, con tanto di risoluzione, sulle proposte firmate dalla Commissione della toponomastica. Non solo, le figure alle quali saranno intitolati angoli del capoluogo non saranno sei bensì sette. La prima cittadina illustre che vedrà apporre, non a caso giusto lunedì prossimo (8 marzo), una targa con il suo nome sarà Linda Brenni (1914-1994), prima municipale di Mendrisio. Da quel momento chi salirà le scale di Palazzo civico non potrà non pensare a lei, che darà il nome al piazzale antistante l'edificio sede del Comune, sin qui senza una identità.

La mappa delle vie al femminile

La scelta alla quale è giunto l'esecutivo cittadino, del resto, è figlia di un "importante lavoro di ricerca della preposta Commissione". 'Indagine' che ha dato modo di individuare i luoghi dedicati, diversi, si precisa, da quelli indicati dall'interrogazione interpartitica. Si sono, invece, tenute ben presenti la personalità messe in luce dal gruppo di consiglieri. Accanto a Linda Brenni, si darà visibilità pubblica a Ersilia Fossati (1921-1999) - il nominativo aggiunto -, gran consigliera, che sarà ricordata nel Quartiere di Meride (lungo l'attuale via ala Caraa); Erminia Macerati (1871-1957), maestra, che darà il suo nome a via Campagnola nel Quartiere di Genestrerio; Maria Bernasconi (1869-1953), benefattrice, la cui targa sarà posata in quello che oggi è Largo Bernasconi, nel Quartiere di Mendrisio; Flora Ruchat-Roncati (1937-2012), architetta, che ispirerà gli studenti della Supsi che transiteranno dall'odierna via Catenazzi, sempre nel Quartiere di Mendrisio; Sara Radaelli (1835-1919), maestra, della quale farà memoria l'attuale via Noseda nel Quartiere di Mendrisio; infine Maria Ghioldi-Schweizer (1924-2010), gran consigliera, che (ri)darà il nome a via Laveggio, nel Quartiere di Mendrisio.

Nei prossimi mesi si completerà la posa delle targhe

Alla prima targa, nei prossimi mesi, assicura il Municipio, faranno seguito le successive. Certo prima, si tiene a puntualizzare, si informeranno le persone e le ditte che si ritroveranno confrontate con un cambio di indirizzo. D'altro canto, rotto il ghiaccio, non ci si fermerà qui. In effetti, annota ancora l'esecutivo, "la Commissione della toponomastica si è, inoltre, prefissata di dare continuità al progetto con il diretto coinvolgimento di tutte le Commissioni di quartiere della Città per proporre ulteriori cambiamenti che permetteranno, sempre nel rispetto della parità di genere, di ovviare a doppioni di vie presenti oggi sul territorio della Città di Mendrisio".

Sin qui solo quasi due vie

Quello compiuto dall'autorità comunale è un vero passo avanti. Accendere i riflettori sulle donne che nel Comune hanno avuto un ruolo di primo piano nel corso degli anni e a diversi livelli significa colmare una lacuna. Lo avevano evidenziato bene i firmatari, ormai un anno fa, dell'interrogazione che rompeva gli indugi, invero non la prima. Di fatto, sino al marzo 2020 in Ticino si contavano solo quindici vie intitolate a personalità femminili. Una disparità di trattamento a fronte, ricordavano, del "migliaio dedicato invece a personaggi maschili. Una sproporzione non spiegabile con una mancanza di profili femminili meritevoli di considerazione". Una situazione che si riscontrava anche a Mendrisio, dove le donne meritevoli non mancano.

Già in una precedente risposta - era il 2018 - il Municipio aveva confermato come "dei 332 luoghi che formano la toponomastica comunale, 101, tra vie e piazze, sono dedicate a personalità della storia ticinese e del Mendrisiotto. Di queste 101, quasi due sono dedicate a personaggi femminili: via Lisa Vela Cleis a Ligornetto e piazza Adele e Gottlieb Duttweiler a Capolago". A conti fatti, si faceva osservare, "si tratta dell’1,98 per cento, a fronte del 98,02 per cento di quelle dedicate agli uomini, lo 0,6 per cento del totale". Quindi passare da quasi due vie a quasi nove è un inizio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
donne mendrisio vie
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved