CILIC M. (CRO)
DJOKOVIC N. (SRB)
17:40
 
e-ad-agno-sbarca-il-convoglio-della-futura-rete-tram-treno
Ti-Press
L’arrivo del convoglio
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 min

Tilo soppressi provvisoriamente fra Lugano e Taverne

I treni saranno sostituiti da bus. I provvedimenti sono dovuti a lavori di manutenzione da mezzanotte alle 5.20 fra il 5 e il 6 dicembre.
Locarnese
15 min

Brione Verzasca, mercatino in piazza

Bancarelle e San Nicolao
Locarnese
27 min

Musica di Minusio, Concerto di gala

Ad aprire la manifestazione sarà la minibanda Lago Maggiore
Mendrisiotto
32 min

Stabio fa gli auguri a Dolores Keller

Il sindaco Simone Castelletti ha fatto visita alla concittadina per le sue cento candeline
Ticino
40 min

Angelo Piritore e Alessandro Recalcati alla testa di Atio

Rinnovati la presidenza e il comitato dell’Associazione ticinese industria orologiera che raggruppa una quarantina di aziende
Mendrisiotto
48 min

Metalli preziosi, MKS e Pamp rafforzano la loro intesa

La gran parte dei dipendenti (200) saranno impiegati in Ticino. Confermato l’impegno a livello regionale
Luganese
56 min

Lugano, la Moncucco amplia il Consiglio d’amministrazione

Due nuovi membri nel Cda della Clinica Luganese: il dottor Jürg Beer (Kantonsspital Baden) e Bruno Guggisberg (Spital Simmental-Thun-Saanenland)
Bellinzonese
1 ora

Stalvedro, l’ex direttore dovrà andare in carcere sei mesi

Colpevole di aver sottratto un milione di franchi dalla cassaforte dell’area di servizio, è stato condannato a due anni e mezzo, in gran parte sospesi
Luganese
1 ora

Municipio Lugano: ‘Al Parco Saroli proporzionalità rispettata’

L’esecutivo ha fornito (alcune) risposte sui tafferugli dello scorso settembre, durante i quali la Polizia comunale ha usato proiettili di gomma
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisiotto, le vaccinazioni si spostano al Palapenz

La soluzione è provvisoria e durerà un mese. Dalla metà di gennaio il centro delle vaccinazioni tornerà a essere il Mercato Coperto di Mendrisio
Locarnese
1 ora

Viaggio a Betlemme con la Dante Alighieri

Concerto natalizio dei Vent Negru sabato alle 17 all’Oratorio San Giovanni Bosco per i soci dell’Associazione
Locarnese
2 ore

Brissago, chiusura del 500esimo

Discorsi ufficiali, targa commemorativa, musica, conferenza e una mostra curata dagli alunni delle scuole
Locarnese
2 ore

Richiesta tardiva, Berna non aiuta il ‘Cucciolo’ di Locarno

La sentenza del Taf conferma la decisione dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali. Per il nido una partenza non facile
Luganese
11.03.2021 - 22:520
Aggiornamento : 23:15

E ad Agno sbarca il convoglio della futura rete Tram-treno

Questa sera sono arrivati i nuovi vagoni della Flp agibili da giugno e dal 2029 rivoluzioneranno il mondo della mobilità

A volte ci sono di quei giorni che senti appartenere alla Storia. Entrerà negli annali l’evento svoltosi questa sera ad Agno, quando dai camion sono usciti tre parti di treno che andranno a configurare il primo di una serie dei moderni convogli, destinati a rivoluzionare l'intera mobilità regionale del Luganese e a sostituire gradualmente gli attuali trenini arancioni della Flp Lugano-Ponte Tresa, datati 1978. E l'emozione nell’aria era palpabile tra i numerosi addetti ai lavori, mentre si consumavano i delicati lavori di scarico e messa sui binari dei vagoni. Al moderno treno, della lunghezza di 45 metri, ne seguiranno altri otto e poi altre tre, ma allora saremo già nel 2029, quando si inaugurerà l'attesa Rete del tram-treno del Luganese. 

Collaudo e omologazione. E con l'estate il moderno treno sfreccerà regolarmente

Dopo il lungo viaggio tramite autocarro dagli stabilimenti del produttore Stadler, il treno è stato stazionato presso l’officina Flp, dove da tempo gli addetti ai lavori ne hanno preparato le fasi del suo arrivo. I prossimi passi? Prenderà ora il via una fase fondamentale per la messa in esercizio. I convogli, che rappresentano di fatto una prima a livello svizzero - il modello è unico nella Confederazione - dovranno infatti essere sottoposti a collaudo e omologazione. Il processo, per il quale si calcola una tempistica di circa tre mesi, culminerà con l'autorizzazione all’esercizio da parte dell’Ufficio federale dei trasporti. L’entrata in esercizio del primo Tramlink della Stadler è dunque prevista tra i mesi di giugno e luglio. Nei prossimi mesi arriveranno inoltre, presso la Ferrovia Lugano Ponte Tresa, un totale di altre otto composizioni. La flotta sarà al completo tra ottobre e novembre.

Comfort e la possibilità di trasportare fino a 600 passeggeri a corsa

Ma ecco le principali caratteristiche del moderno convoglio: accessibilità, comfort e sicurezza. Gli addetti ai lavori assicurano come i nuovi convogli contribuiranno a migliorare significativamente l’esperienza di viaggio degli oltre 2,5 milioni di passeggeri che ogni anno si spostano tra Lugano e Ponte-Tresa. Dotati di tutti i comfort a bordo, i treni saranno più silenziosi, caratterizzati da ampie finestre e schermi luminosi, nonché dalla climatizzazione, più volte richiesta dall'utenza. Dal punto di vista dell’accessibilità, nelle ore di punta, i vagoni potranno viaggiare in “doppia composizione”, arrivando così a trasportare fino a 600 passeggeri, il doppio rispetto a quelli attuali. Sarà inoltre possibile il trasporto agevole di passeggini, biciclette e carrozzine. Non da ultimo, la videosorveglianza interna ed esterna contribuirà a garantire la sicurezza a bordo e nelle immediate vicinanze dei vagoni. Per vedere con i propri occhi le maggiori peculiarità del nuovo treno, l’azienda ha creato un sito Internet dedicato. Per accedervi basta digitare il seguente indirizzo: nuovitreni.flpsa.ch. Altri interessanti dati emergono dal sito, che consente "virtualmente" di salire a bordo del nuovo treno. Detto della lunghezza di 45,5 metri, la larghezza del moderno convoglio raggiunge i 2,4 metri. Novantotto i posti a sedere, per una capacità complessiva di 293 passeggeri. Design e tecnologia dominano il nuovo oggetto della mobilità che potrà raggiungere una velocità di 80 chilometri orari. Dalla Ferrovia Lugano-Ponte Tresa alla futura mobilità. Un passo importante si compirà fra otto anni, quando entrerà in scena l'attesa Rete tram-treno del Luganese. L’arrivo dei nuovi convogli costituisce infatti una tappa importante anche per il nuovo mondo della mobilità regionale. Il nuovo materiale rotabile è stato infatti concepito per poter circolare sui binari anche nel traffico cittadino. Una potenzialità che potrà venire espressa a tutti gli effetti dal 2029, quando appunto i convogli serviranno la Rete del tram-treno del Luganese, progetto di cui la Ferrovia Lugano Ponte Tresa, come noto, è parte integrante.

Un investimento di 47 milioni di franchi

L'arrivo nel 2021 dei nuovi convogli conferma la tempistica preannunciata già due anni fa dai vertici della Ferrovia Lugano-Ponte Tresa, diretta da Roberto Ferroni. L'investimento complessivo è stato di 47 milioni di franchi. In ottica Tram-Treno, i moderni convogli collegheranno Bioggio con Lugano centro e con Manno. Dapprima i binari percorsi dal nuovo treno saranno quelli lungo l'asse Lugano-Ponte Tresa-Lugano. Addio, dunque, a breve dei vecchi trenini in servizio dal 1978. Insomma, un significativo passo avanti nel mondo dei trasporti, dopo i traguardi raggiunti con l'apertura della galleria di base del Ceneri di Alptransit.

 

 

Ti-Press
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved