ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 min

Cornaredo, ‘tabula rasa’ pronta sulla carta

Presto in pubblicazione a Lugano e Porza il Piano di quartiere del comparto B1a. Previsti edifici misti di altezza tra i 30 e i 60 metri
Ticino
45 min

Le idee dei sindaci dei centri urbani per risparmiare energia

Si tratta di sei proposte presentate ai rispettivi Municipi. ‘Anche per non pregiudicare per i commerci un clima di avvicinamento al Natale’
Grigioni
49 min

A Mesocco non si ripresenta il sindaco Christian De Tann

In corsa per la carica di capo dell’esecutivo alle elezioni comunali del 30 ottobre vi sono John Seghezzi, Fausto a Marca e Mattia Ciocco
Ticino
1 ora

Siamo il quinto cantone col maggior aumento di fallimenti

È il dato registrato da un’analisi della società Crif: +64,3 per cento nel terzo trimestre del 2022 rispetto all’anno precedente
Luganese
1 ora

Cinque anni di Sambì, ad Arogno un evento di festa

Sabato 8 ottobre verrà presentato il nuovo assetto societario, con aperitivo e castagnata offerti, all’Azienda agricola Bianchi
Locarnese
1 ora

Il giudice sul pedofilo: ‘È solo la punta dell’iceberg’

Un 77enne del Sopraceneri condannato a 8 anni di carcere per ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
1 ora

Dialogo su repressione, diritto alla difesa e carcere

L’8 ottobre alle 16.15 al Circolo Carlo Vanza a Bellinzona si terrà un dibattito partendo dalla pubblicazione de ‘La cella dell’avvocato’ di Gabriele Fuga
Grigioni
2 ore

Covid, campagna di vaccinazione al via anche nel Moesano

Dall’11 ottobre sarà possibile farsi fare l’iniezione negli studi medici di Dieter Suter a Grono e di Chebaro Jihad a Mesocco
Ticino
2 ore

Il Festival dell’educazione pronto a parlare di emozioni

L’evento torna dopo la pausa forzata dovuta alla pandemia. Si parte venerdì sera con uno spettacolo al Teatro Sociale di Bellinzona
Bellinzonese
2 ore

Dai ruderi è nato un auditorium: inaugurazione a Biasca

Ultimati i lavori della struttura concertistica e per eventi culturali che potenzia l’offerta dell’attigua Casa Cavalier Pellanda
Luganese
2 ore

Una app per il Comune di Vezia

Il nuovo strumento digitale, assieme al rinnovato sito, permetterà una miglior comunicazione con la cittadinanza e informazioni più immediate
Locarnese
2 ore

Collaborazione tra Eoc e Santa Chiara, insorgono Ps e Mps

Strategie ospedaliere nel Locarnese, interpellanze al governo sui vantaggi per il privato e sugli svantaggi per il settore pubblico
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio, pomeriggio di sensibilizzazione di Pro Senectute

Evento dedicato alle persone in terza età, sull’importanza di muoversi nelle attività quotidiane, sul rischio delle cadute e come prevenirle
laR
 
11.01.2021 - 19:48

Comano, la casa per anziani torna in Consiglio comunale

Quattro anni e mezzo dopo la bocciatura al Tribunale amministrativo cantonale, pronta una nuova variante di Piano regolatore del progetto consortile

comano-la-casa-per-anziani-torna-in-consiglio-comunale
Il terreno, di proprietà comunale, scelto dal Municipio di Comano per l'edificazione della casa per anziani consortile (Foto Ti-Press)

Buone notizie sul fronte anziani in collina. Torna in Consiglio comunale (Cc) il progetto della casa per anziani consortile a Comano. Avviata nel 2012 riunendo i Comuni di Cureglia, Porza, Savosa, Vezia e naturalmente Comano, l'iniziativa è poi naufragata nel 2016: il Tribunale amministrativo cantonale (Tram) accolse infatti le opposizioni di alcuni ricorrenti, fra i quali l'ex consigliere comunale Renzo Conti. Comune e Consorzio decisero di non procedere al Tribunale federale, ripartendo invece con la necessaria nuova variante di Piano regolatore, che alla prossima seduta verrà sottoposta al legislativo.

Esclusi ecocentro e magazzino comunale

«Stiamo preparando il messaggio municipale al Cc del 22 marzo», ci conferma il sindaco di Comano. «A suo tempo la prima variante era caduta per questioni soprattutto di carattere formale», ricorda Alex Farinelli. Il riferimento è a un vizio di forma che riguarda la zona denominata di attrezzature pubbliche che, in base alla vecchia legge sulla pianificazione territoriale, non necessita di alcuna pianificazione di dettaglio. Quest'ultimi aspetti si potevano inserire in un secondo momento. Le norme federale sono però nel frattempo cambiate e il Comune non si è mosso di pari passo, portando alla bocciatura al Tram. Ma il progetto aveva suscitato critiche soprattutto per altre ragioni, legate alla decisione di inserire nella struttura anche il magazzino comunale e l'ecocentro. «C'erano state anche delle osservazioni su alcuni contenuti – aggiunge Farinelli –. Il Tram non si era espresso proprio nel merito, però aveva fatto capire che questi contenuti messi tutti assieme avrebbero potuto creare delle problematiche».

Riviste anche le questioni pianificatorie

E quindi in collina si è deciso di voltare pagine, a cominciare dall'eliminazione proprio di ecocentro e magazzino dal progetto bis. Per il primo si dovrà trovare una seconda collocazione rispetto all'attuale in quanto corrisponde al terreno dove si è deciso di costruire, di fronte alla sede operativa della Rsi. Per il magazzino anche si dovrà cercare una soluzione alternativa, ma «non c'è un'esigenza impellente». Messe a posto anche le questioni pianificatorie: «Abbiamo preparato una variante dove abbiamo definito molto meglio quel che si vuol fare a livello di casa per anziani, quindi per esempio la posizione esatta, il parco, la qualità dell'inserimento. È stato fatto lo sforzo di tener conto delle osservazioni dei ricorrenti».

Il Consorzio? ‘Interesse e volontà di andare avanti ci sono’

Già nel 2018 la variante è finita sui tavoli del Dipartimento del territorio. All'approvazione è seguita la pubblicazione, ulteriori osservazioni e l'attuale elaborazione e preparazione del messaggio, che è in dirittura d'arrivo. «È solo un primo passo – osserva comunque il sindaco –. Se non ci saranno ricorsi, per la fine dell'anno potenzialmente si potrebbe partire con il concorso di progettazione». Spetterà poi al Consorzio allestire il bando. In questi anni per altro – fra speculazioni, progetti alternativi ed l'effettivo ricorso perso –, non sono mancate le voci che volevano il gruppo in crisi. «Abbiamo fatto incontri ancora negli ultimi mesi e io ho posto chiaramente la domanda riguardo alla volontà di andare avanti prima di procedere con la pianificazione – chiarisce Farinelli – e abbiamo sempre ricevuto risposta affermativa riguardo all'interesse. Certo, i Comuni potranno ancora decidere cosa fare, è un discorso che resta aperto. Ma il fatto che esista ancora oggi un consorzio formato da cinque Comuni, significa che c'è questa volontà di andare avanti assieme».

La struttura avrà circa 70 posti letto

E d'altra parte, aggiunge il sindaco «non si tratta di un capriccio: Il fatto che queste strutture siano necessarie è indiscusso perché c'è una pianificazione cantonale, che è in fase di aggiornamento, che le prevede in base al fabbisogno». A tal proposito, la struttura dovrà avere una capienza di circa settanta posti letto. Prematuro parlare invece dell'entità dell'investimento, in quanto «siamo ancora in fase di pianificazione». Il costo del progetto arenatosi nel 2016 era stato stimato in oltre trenta milioni di franchi, ma si tratta di una cifra in alcun modo comparabile con l'attuale nuova casa in quanto quella precedente prevedeva anche i citati servizi di ecocentro e magazzino comunale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved