lugano-mercatino-di-natale-capro-espiatorio
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

L'incallito ladro lituano che colpì in mezza Svizzera

È stato condannato a 2 ani e 8 mesi dalle Assise criminali ticinesi: il primo colpo lo commise nel Cantone
Ticino
3 ore

Dpd, Verdi del Ticino: 'Libero mercato, libero sfruttamento?'

I Verdi del Ticino esprimono solidarietà a lavoratori e lavoratrici della Dpd per le condizioni lavorative 'inaccettabili'
Ticino
4 ore

Emergenza lavoro, ‘Ci vuole una strategia della solidarietà’

Nel quarto trimestre dell’anno sono andati persi - solo in Ticino - 10 mila impieghi a fronte dei 23 mila andati in fumo a livello nazionale
Luganese
4 ore

La Città di Lugano aderisce al progetto Smartvote

Per le prossime elezioni comunali i candidati potranno creare il proprio profilo rispondendo a un questionario sui vari temi politici
Ticino
4 ore

Piste da sci e terrazze: ‘Si voleva evitare una crisi’

Gobbi spiega le ragioni che hanno portato ad adeguarsi alle disposizioni federali. I gestori degli impianti: ‘c'è grande incertezza’
Mendrisiotto
5 ore

'Alla scuola di Morbio il clima è tranquillo'

Parla Claudia Canova, sindaco del paese. Al momento si tratta di un solo caso in una classe di quinta elementare
Luganese
5 ore

Lugano, pigioni moderate: scelti i vincitori per Lambertenghi

La Cooperativa Vivere Lambertenghi si aggiudica il concorso per costruire nell'omonimo quartiere un edificio di sette piani con venticinque appartamenti
Luganese
5 ore

Da lunedì apre a Lugano la mostra Da Vinci Experience

L'esposizione multimediale visitabile fino al 30 maggio al Centro esposizioni
Ticino
6 ore

Coronavirus o meno, i radar rimangono sempre aperti

Ecco le località nelle quali la prossima settimana verranno effettuati controlli della velocità mobili e semi-stazionari in Ticino
Locarnese
6 ore

Bosco Gurin chiude la stazione sciistica

Frapolli annuncia che da lunedì gli impianti saranno fermi. La causa è il divieto di apertura delle terrazze dei ristoranti sulle piste
Locarnese
6 ore

Locarno, il Salva lancia la campagna sostenitori

Tramite volantino la popolazione viene informata sui vantaggi di una copertura sostenibile. I fondi raccolti consentono di migliorare la qualità del servizio
Locarnese
6 ore

Navigazione: l'accordo slitta. Il progetto di sviluppo pure

Resta aperta anche la questione della ri-assunzione del personale licenziato
Mendrisiotto
7 ore

Investita da un furgone, rimane schiacciata contro un'auto

Incidente a Castel San Pietro. Ferite gravi per una cittadina della provincia di Como di 49 anni
Locarnese
7 ore

Verscio, agli abitanti di pianificare la campagna

Nell'ambito del progetto 'Strade di quartiere', promosso dall'Ufficio federale dello Sviluppo territoriale e dal Comune,recapitata la documentazione
Ticino
7 ore

Case anziani, restrizioni allentate dal 1° di marzo

Da lunedi consentite visite in camera ai residenti, uscite temporanee e attività socializzanti. Allentamenti anche in strutture per invalidi e psichiatriche
Bellinzonese
7 ore

Sorpassi a Bellinzona, ‘ma il Municipio sapeva da tempo?’

Tuto Rossi torna all'attacco allegando a una nuova interpellanza le osservazioni dell'avvocato del capo Sop infine trasferito
Luganese
17.12.2020 - 19:210
Aggiornamento : 19:55

Lugano, mercatino di Natale capro espiatorio

Villaggio sacrificato a causa degli assembramenti alle mescite dei locali in piazza. Attivata l'app MyLugano. Stanziato mezzo milione di franchi

Una decisione unanime quella presa stamattina dall'esecutivo cittadino che ha optato per la chiusura dei mercatini di Natale da venerdì sera alle 19. Una decisione che fa male, ha detto il sindaco di Lugano Marco Borradori che aveva definito e lo ha ribadito oggi che «le immagini apparse sabato sera sui social di Piazza della Riforma con assembramenti di persone alcune delle quali senza mascherine hanno mostrato «una situazione inaccettabile». La scelta di 'sacrificare' i mercatini voluti per salvaguardare un minimo di atmosfera natalizia «vuole essere un segnale etico voluto per chiarezza e nel rispetto di chi lavora al fronte sanitario. Siamo confrontati con la pandemia di Covid-19 che non mostra segni di attenuazione. Anzi, il Ticino è fra i cantoni che hanno i numeri peggiori in termini di contagi. Non potevamo, come Municipio, far finta di nulla, anche se ribadiamo che si è rivelata giusta la scelta di fare il mercatino di Natale, come del resto ci sono a Berna di fronte a Palazzo federale e a Zurigo. Sono stati gestiti molto bene con gli accessi sorvegliati e limitati a 90 persone», ha continuato il sindaco.

'Mercatari' esonerati dalle tasse

La drastica misura è stata adottata obtorto collo, su pressione e per colpa dell'irresponsabilità di quelle persone e dei gestori delle due mescite attive in piazza che nell'ultimo fine settimana hanno mostrato un'indifferenza sfrontata rispetto alle regole per limitare la diffusione del coronavirus. Oltretutto, in zona Pensilina erano diversi fine settimana che venivano registrati assembramenti di giovani, la maggior parte dei quali senza la mascherina. «Non è assolutamente vero che nella zona di piazza Manzoni c'era pericolo di contagio - ha osservato Roberto Badaracco, titolare del Dicastero Cultura, sport ed eventi -. La situazione era controllata e monitorata, le casette funzionavano bene nel rispetto delle regole». A carico dei gestori delle casette sparpagliate oltre che in piazza Manzoni e in altre aree della città non verrà prelevata alcuna tassa per l'uso del suolo pubblico. «Anzi, cercheremo di sostenerli - ha assicurato Badaracco -. Siamo tuttora convinti di non aver sbagliato nel dare il via libera al villaggio natalizio. L'abbiamo detto fin dall'inizio che avremmo potuto cambiare idea».

La polizia si farà sentire e vedere di più

Una cambiamento che lascia tuttavia l'amaro in bocca, «soprattutto perché colpisce la fascia considerata più debole dei commercianti, peraltro già penalizzata parecchio con limitazioni negli ultimi mesi - ha continuato il sindaco -. Ci siamo resi conto che avevamo autonomia soltanto sui mercatini. Occorrerebbe forse un Lockdown ma la Città non ha la competenza per adottare tali provvedimenti. La chiusura dei mercatini non cambierà nulla probabilmente ma rappresenta un segnale etico per quanto di competenza del Municipio e siamo qui a metterci la faccia. Questa seconda ondata ci ha reso tutti più fragili». Termineranno da domani alle 19 le mescite accessorie agli esercizi pubblici, sarà intensificata la presenza e l'opera di dialogo e sensibilizzazione dei giovani da parte dei servizi specializzati della polizia e delle associazioni che operano sul territorio. Non solo. Gli autosili saranno controllati con personale di sicurezza privato, i parchi cittadini saranno chiusi alle 20 ed è prevista una continua e costante presenza di agenti alla Pensilina per prevenire ed evitare situazioni irregolari.

Arrivano i LVGApionts, come una moneta virtuale

Il Municipio ha presentato inoltre la nuova versione dell’app MyLugano, che integra l’offerta delle piccole e medie imprese cittadine e propone un sistema di fidelizzazione e promozione territoriale basato su punti fedeltà (LVGApoints). Attraverso l’app la Città stanzia un contributo economico di circa mezzo milione di franchi per rendere da subito robusto e attrattivo il circuito. La soluzione è sviluppata nel segno dell’innovazione tecnologica e rappresenta un unicum in Svizzera. Sarà fruibile da lunedì 21 dicembre. Il cittadino (utente dell’app e detentore della nuova MyLuganoCard riservata ai domiciliati a Lugano) che fruisce di prodotti e servizi del circuito MyLugano collezionerà punti fedeltà, i LVGApoints, che potrà utilizzare per pagare prestazioni all’interno del circuito.  Quasi come una moneta virtuale, insomma. MyLugano diventa così un elemento importante in un sistema di marketing territoriale voluto dalla Città per promuovere per sostenere il commercio al dettaglio e gli esercizi pubblici. Nella prima fase di lancio saranno regalati 500 punti. L'iniziativa è salutata con favore dalla presidente della Federcommercio Lorenza Sommaruga che inviterà altri centri ticinesi a seguire l'esempio di Lugano e da Rupen Nacaroglu, presidente della Società dei commercianti di Lugano. «Questa iniziativa è un grande aiuto, ciò che ci aspettavamo per i piccoli negozianti, ottima soluzione meravigliosa occorre un'adeguata adesione dei commercianti. L'auspicio è che anche gli altri centri urbani facciano un veloce copia e incola di questa soluzione». Parola di ringraziamento giungono anche da Nacaroglu che da subito inviterà i soci a usufruire di questa opportunità per creare un circuito forte. L'iniziativa gode del sostegno anche di GastroLugano.

© Regiopress, All rights reserved