ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

A Lugano incendio in una discarica in zona Stampa

Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina provocando molto fumo e un odore sgradevole. Una persona in ospedale per intossicazione
Locarno
3 ore

Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato

Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
6 ore

“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”

Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
10 ore

Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica

Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
10 ore

La comunità cripto trova casa in centro città

L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
10 ore

Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe

Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
18 ore

‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’

Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Mendrisiotto
19 ore

Di satira (anche politica) e di Nebiolini

Il Carnevale chiassese anche quest’anno non ha rinunciato alla sua edizione unica del Giornalino
Ticino
20 ore

Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’

I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
20 ore

Lugano, arte postale in campo a favore della diversità

L’associazione socioculturale Kosmos promuove una campagna di sensibilizzazione per la prevenzione di razzismo e discriminazione
Luganese
02.12.2020 - 16:10
Aggiornamento: 18:58

Aggressione alla Manor, confermato l'arresto

Restano solidi i sospetti sulla matrice terroristica del gesto compiuto da una 28enne del Luganese

aggressione-alla-manor-confermato-l-arresto
Ti-press

È stato confermato l'arresto della 28enne di Vezia autrice di una aggressione a mano armata lo scorso 24 novembre alla Manor di Lugano centro. Lo ha riferito il portavoce della Polizia cantonale  Renato Pizzolli, intervenuto alla trasmissione della Rsi 'Millevoci'.  "Ci sono concreti e convergenti indizi che portano a definire che quello che è avvenuto nel grande magazzino è una situazione che è stata mossa da motivazioni estremiste, fatti confermati dall'inchiesta che ora è nelle mani nel Ministero pubblico della Confederazione" ha detto Pizzolli. "Ieri l'arresto è stato confermato e al Ministero pubblico della Confederazione restano assolutamente solidi i sospetti circa i reati contestati".

Berna: 'L'indagine continua'

Abbiamo chiesto conferma al Ministero pubblico della Confederazione, che così ci ha risposto.  "L'Ufficio del Procuratore federale (Ba) ha avviato un procedimento penale contro l'arrestato per sospetto di tentato omicidio intenzionale (art. 111 Codice penale, StGB), lesioni personali gravi (art. 122 StGB) e violazione dell'art. 2 della Legge federale sul divieto dei gruppi " Al-Qaeda ”e“ Stato islamico ”. L'accusato è stato interrogato per la prima volta dalla BA il 25 novembre 2020. La BA ha anche presentato una domanda di custodia cautelare presso il tribunale dei provvedimenti coercitivi, che è stata successivamente approvata dal tribunale dei provvedimenti coercitivi. Come già comunicato, la BA può altresì confermare di aver ricevuto da fedpol un rapporto di indagine in relazione al precedente soggiorno all'estero dell'arrestato. L'indagine non ha potuto rivelare atti criminali. Poiché non vi era alcun sospetto sufficiente di un crimine, la BA non ha successivamente avviato alcun procedimento penale. In applicazione delle disposizioni di legge, la BA apre la procedura se sono soddisfatte le condizioni per l'apertura ai sensi dell'articolo 309 StPO e sussiste la giurisdizione federale (articoli 23 e 24 StPO)  La BA è in stretto contatto con le autorità di sicurezza e di polizia a livello cantonale e nazionale. Ringrazia le autorità ticinesi responsabili per la rapida attuazione delle prime misure urgenti e la buona collaborazione in materia. La BA sta proseguendo le indagini con il supporto di fedpol e commenterà nuovamente il procedimento penale al momento opportuno ".

La giovane, ricordiamo, era già nota agli inquirenti. Nel 2017, innamorata di un combattente jihadista, che stava cercando di raggiungere, venne fermata al confine fra la Turchia e la Siria e poi rimpatriata. Venne aperta nei suoi confronti un'indagine per terrorismo, che però non sfociò in accuse nei suoi confronti. Fu per contro messa, per due anni, in cura psichiatrica. Il 24 novembre alla Manor di Piazza Dante, dopo aver acquistato un coltello nel reparto casalinghi, ha aggredito e ferito con la lama un'altra donna, al quinto piano del supermercato, per poi scagliarsi contro una seconda persona. Dopo il fermo la 28 enne è stata trasferita a Berna, per rispondere alle domande del Ministero pubblico della Confederazione, e quindi riportata a Lugano (ha riferito la Rsi) per consentire un procedimento penale in lingua italiana. Ordinata pure una perizia psichiatrica.

Leggi anche:

Accoltellamento a Lugano, sospetto terrorismo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved