ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
3 ore

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
8 ore

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
17 ore

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
Luganese
18 ore

Lac, bilancio condizionato dalla pandemia del Covid

L’ente culturale fa segnare un leggero utile d’esercizio, i conti in Consiglio comunale
Bellinzonese
18 ore

Bodio: riprendono i mercatini benefici dell’Associazione Alessia

A partire da mercoledì 1 febbraio nello stabile ex Monteforno
Ticino
18 ore

Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’

Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
18 ore

Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi

Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Bellinzonese
19 ore

Porte aperte alle Scuole Santa Maria di Bellinzona

Giovedì 9 febbraio possibilità di assistere alle lezioni e incontrare i docenti di scuole elementari e medie
Luganese
19 ore

Gli orologi... del crimine, confiscati e messi all’asta

Rolex, Cartier, e una quantità di monili a un incanto giudiziario a Rivera
Ticino
19 ore

Ufficio anziani e cure a domicilio, nominato Daniele Stival

Prende il posto di Francesco Branca, in pensione dopo una lunga carriera. La nomina è stata decisa nella riunione di mercoledì dal Consiglio di Stato
Luganese
02.12.2020 - 16:10
Aggiornamento: 18:58

Aggressione alla Manor, confermato l'arresto

Restano solidi i sospetti sulla matrice terroristica del gesto compiuto da una 28enne del Luganese

aggressione-alla-manor-confermato-l-arresto
Ti-press

È stato confermato l'arresto della 28enne di Vezia autrice di una aggressione a mano armata lo scorso 24 novembre alla Manor di Lugano centro. Lo ha riferito il portavoce della Polizia cantonale  Renato Pizzolli, intervenuto alla trasmissione della Rsi 'Millevoci'.  "Ci sono concreti e convergenti indizi che portano a definire che quello che è avvenuto nel grande magazzino è una situazione che è stata mossa da motivazioni estremiste, fatti confermati dall'inchiesta che ora è nelle mani nel Ministero pubblico della Confederazione" ha detto Pizzolli. "Ieri l'arresto è stato confermato e al Ministero pubblico della Confederazione restano assolutamente solidi i sospetti circa i reati contestati".

Berna: 'L'indagine continua'

Abbiamo chiesto conferma al Ministero pubblico della Confederazione, che così ci ha risposto.  "L'Ufficio del Procuratore federale (Ba) ha avviato un procedimento penale contro l'arrestato per sospetto di tentato omicidio intenzionale (art. 111 Codice penale, StGB), lesioni personali gravi (art. 122 StGB) e violazione dell'art. 2 della Legge federale sul divieto dei gruppi " Al-Qaeda ”e“ Stato islamico ”. L'accusato è stato interrogato per la prima volta dalla BA il 25 novembre 2020. La BA ha anche presentato una domanda di custodia cautelare presso il tribunale dei provvedimenti coercitivi, che è stata successivamente approvata dal tribunale dei provvedimenti coercitivi. Come già comunicato, la BA può altresì confermare di aver ricevuto da fedpol un rapporto di indagine in relazione al precedente soggiorno all'estero dell'arrestato. L'indagine non ha potuto rivelare atti criminali. Poiché non vi era alcun sospetto sufficiente di un crimine, la BA non ha successivamente avviato alcun procedimento penale. In applicazione delle disposizioni di legge, la BA apre la procedura se sono soddisfatte le condizioni per l'apertura ai sensi dell'articolo 309 StPO e sussiste la giurisdizione federale (articoli 23 e 24 StPO)  La BA è in stretto contatto con le autorità di sicurezza e di polizia a livello cantonale e nazionale. Ringrazia le autorità ticinesi responsabili per la rapida attuazione delle prime misure urgenti e la buona collaborazione in materia. La BA sta proseguendo le indagini con il supporto di fedpol e commenterà nuovamente il procedimento penale al momento opportuno ".

La giovane, ricordiamo, era già nota agli inquirenti. Nel 2017, innamorata di un combattente jihadista, che stava cercando di raggiungere, venne fermata al confine fra la Turchia e la Siria e poi rimpatriata. Venne aperta nei suoi confronti un'indagine per terrorismo, che però non sfociò in accuse nei suoi confronti. Fu per contro messa, per due anni, in cura psichiatrica. Il 24 novembre alla Manor di Piazza Dante, dopo aver acquistato un coltello nel reparto casalinghi, ha aggredito e ferito con la lama un'altra donna, al quinto piano del supermercato, per poi scagliarsi contro una seconda persona. Dopo il fermo la 28 enne è stata trasferita a Berna, per rispondere alle domande del Ministero pubblico della Confederazione, e quindi riportata a Lugano (ha riferito la Rsi) per consentire un procedimento penale in lingua italiana. Ordinata pure una perizia psichiatrica.

Leggi anche:

Accoltellamento a Lugano, sospetto terrorismo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved