Luganese

La Circonvallazione a Biogno? 'Uno scempio'

Alla vigilia del voto in Consiglio comunale a Lugano, il Ps propone un emendamento sull'intervento urbanistico di 8,6 milioni di franchi

Tanti soldi per poche case?
27 novembre 2020
|

"La realizzazione della nuova strada di circonvallazione a Biogno è uno scempio paesaggistico e uno spreco di denaro pubblico, che non sono sostenibili nel 2020". Lo afferma Raoul Ghisletta, consigliere comunale Ps a Lugano e presidente della sezione, che propone un emendamento alla vigilia del voto di lunedì del Legislativo sul credito di costruzione di 8 milioni e 670 mila franchi per le opere di riqualifica della pavimentazione nel nucleo situato a Breganzona. L'intervento de Municipio prevede la realizzazione di una nuova strada di circonvallazione e un nuovo posteggio pubblico. Il consigliere comunale socialista osserva: "La realizzazione della nuova strada è un'idea vecchia di 20 anni e ormai ampiamente superata, che ha un costo di quasi 3 milioni e implica degli espropri ingiustificabili di terreni privati per 930 mila franchi". Di più, secondo Ghisletta, "la nuova strada serve poche decine di case e la riduzione del traffico veicolare nel nucleo di Biogno è minima, tanto che non è nemmeno quantificata dal messaggio e dai rapporti commissionali". L'emendamento propone di bocciare la circonvallazione, senza opporsi invece alla riqualifica urbanistica e infrastrutturale del comparto del nucleo di Biogno per quanto attiene alla realizzazione del nuovo posteggio comunale e alla nuova pavimentazione in pietra naturale.

E la Commissione dell'edilizia invita a coinvolgere il quartiere

Intanto, alla vigilia del voto sulla cospicua richiesta di credito si sono espresse anche la Commissione della Gestione e quella dell'Edilizia, entrambe comunque favorevoli al credito. A muovere qualche ammonimento è il rapporto dell'Edilizia che informa dapprima come la Commissione di quartiere abbia espresso alcuni dubbi e criticità sull'opera in esame. In particolare l'Edilizia propone di promuovere un incontro con la Commissione di quartiere per presentare il progetto in esame e "raccogliere eventuali pareri o suggerimenti per completare le future opere edificatorie". Inoltre, i commissari auspicano "che nel nuovo autosilo comunale vengano predisposti sufficienti stalli per le motociclette e che alcuni stalli siano dotati di una ricarica elettrica fast-charge a disposizione dei veicoli elettrici. La Commissione della Gestione, nelle sue conclusioni, auspica invece che il Municipio valuti e intraprenda "azioni per promuovere a livello turistico i contenuti storici caratterizzanti il piccolo borgo e inserirli in un progetto di percorso dei nuclei storici della Città al fine di valorizzare gli investimenti". Parola, a breve, al voto del Consiglio comunale. 

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE