COB Jackets
2
PIT Penguins
2
2. tempo
(2-2 : 0-0)
CAR Hurricanes
5
NY Rangers
1
2. tempo
(2-0 : 3-1)
NY Islanders
2
ARI Coyotes
0
1. tempo
(2-0)
Detroit Red Wings
3
DAL Stars
2
2. tempo
(1-1 : 2-1)
CHI Blackhawks
0
MIN Wild
2
1. tempo
(0-2)
lugano-brutto-colpo-per-la-curia-vescovile
Il Borghetto, dova abita l'alto prelato fermato
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
5 ore

L’Autolinea Mendrisiense rinnova il Contratto collettivo

Consolidato l‘accordo con i sindacati Ocst e Sev. ’Si tratta per tutti di un passo importante’
Luganese
6 ore

Riprende la consegna dei nuovi treni Flp

Entro metà marzo spariranno i vecchi convogli arancioni
Luganese
7 ore

Lugano spaccata sul salario minimo comunale

Da una parte Lega, Plr e Udc, dall’altra parte Ps, Ppd, Verdi e gruppo misto Ticino&Lavoro con Più donne: due rapporti in Consiglio comunale
Luganese
7 ore

A processo per malversazioni Davide Enderlin jr

L’ex consigliere comunale di Lugano respinge le accuse e sostiene di aver rimborsato i creditori
Bellinzonese
7 ore

Lavori sulla strada del Monte Ceneri a Cadenazzo

Cantiere in vista, dal 31 gennaio a metà marzo, per il risanamento della pavimentazione
Bellinzonese
8 ore

Chiuso per fallimento il Motel Castione a luci rosse

A causa dell’Iva non pagata il titolare della società ha depositato i bilanci e l’Ufficio esecuzioni ha posto oggi i sigilli
Bellinzonese
8 ore

Commesse cantiere Officine: ‘Il CdS favorisca le aziende locali’

Il Plr chiede al governo di influenzare le scelte delle Ffs in merito alle procedure di appalto. ‘Si faccia di tutto per sostenere l’economia ticinese’
Luganese
8 ore

Cardiocentro ‘in progress’, un anno positivo

Il bilancio dell’integrazione con le cardiologie e la prossima sopraelevazione dello stabile
Bellinzonese
9 ore

Il 2021 porta trenta abitanti in più a Cadenazzo

3’091 le unità registrate a fine anno, alla luce di 327 arrivi, 320 partenze, 43 nascite e 20 decessi
Grigioni
9 ore

Torna Grappoli di Note, la giornata della musica del Moesano

In programma a Lostallo per sabato 30 aprile, l’evento vedrà la presenza di cori, corali, gruppi musicali e bande di Mesolcina e Calanca
Ticino
9 ore

I controlli radar della settimana

Annunciati dalla Polizia: osservato speciale il distretto del Luganese
Bellinzonese
9 ore

Giubiasco, rinviata l’assemblea dell’Associazione di quartiere

Il Comitato preferisce attendere tempi migliori al fine di poter consentire una folta partecipazione di cittadini
Locarnese
9 ore

La tragedia nel ghetto di Roma in scena al Teatro Paravento

Mercoledì 26 gennaio dalle 19 il lavoro di Franco di Leo “Portico d’Ottavia 13”, seguito da un dibattito con Anna Foa
22.11.2020 - 12:130
Aggiornamento : 14:28

Lugano, brutto colpo per la curia vescovile

Mentre la Diocesi si chiude a riccio sul fermo dell'alto prelato, emergono nuovi particolari di una vicenda che presenta tanti aspetti misteriosi

È un brutto colpo per la curia vescovile e per i fedeli il fermo di don Azzolino Chiappini, 80 anni, da parte delle autorità inquirenti con accuse pesanti. Nessuna delle persone che abbiamo incontrato stamattina prima della messa delle 10 in Cattedrale ha voglia di commentare l'accaduto. Un interlocutore vicino alla Diocesi ci racconta che, negli ultimi tempi, avevano fatto discutere all'interno della stessa alcuni comportamenti strani di don Chiappini. Il monsignore aveva infatti persino rifiutato alcuni interventi di manutenzione ordinaria alla sua abitazione (al Borghetto 2) accanto alla cattedrale: oltre alla revisione dell'impianto elettrico, si era opposto alla sostituzione delle gelosie delle finestre. Nemmeno il vescovo Valerio Lazzeri intende rilasciare dichiarazioni. L'addetto stampa della curia vescovile rimanda alla nota diramata ai media nella quale si conferma l'avvio di un'indagine "nei confronti di un Presbitero incardinato nella Diocesi di Lugano. Le ipotesi di reato sono quelle di sequestro di persona, coazione e lesioni semplici per condotta omissiva e di aver “garantito piena collaborazione agli inquirenti". A conferma dell'imbarazzo che sta suscitando la vicenda, il vicario generale don Nicola Zanini, in una nota diffusa nell'ambiente, a nome del vescovo, chiede "fraternamente di evitare qualsiasi dichiarazione pubblica sull'argomento e di indirizzare tutte le richieste che potreste ricevere dai media in questi giorni al nostro addetto stampa".

Diverse domande ancora senza risposta

Un silenzio che fa parecchio rumore secondo alcuni, siccome don Azzolini riveste un ruolo di alto livello nella Diocesi. Da anni, negli ambienti vicini alla Diocesi si sapeva dell'esistenza della donna, 48 anni, di origine finlandese, stando al 'Caffé' di oggi. Probabilmente nessuno era a conoscenza del fatto che fosse in Svizzera senza permesso. Ci si chiede come mai siano passati oltre dieci anni, prima che qualcuno segnalasse la situazione a chi di dovere. Un mancato intervento che continuerà a far discutere. Per il momento, il Presbiterio incaricato resta formalmente in stato di fermo. La procuratrice pubblica Pamela Pedretti, titolare dell’inchiesta, lo ha già interrogato e dovrà valutare se chiedere al giudice dei provvedimenti coercitivi di tradurre il fermo in arresto per approfondire i lati oscuri della vicenda. Secondo il domenicale, quella che si presume fosse diventata la sua perpetua, sarebbe entrata in contatto attraverso corsi teologici online con don Chiappini che circa dodici anni fa l'avrebbe accolta nell’appartamento della Curia che fu di don Poretti. Il religioso pare che rispondesse che la donna era sua cugina o una parente a chi gli chiedeva spiegazioni. Impossibile sapere quali fossero i rapporti fra i due che vivevano nella stessa casa. L'ipotesi reato di sequestro di persona e coazione evoca sinistre interpretazioni.

Un fitto curriculum

Dal sito della facoltà di teologia di Lugano si apprende che don Azzolino Chiappini è pro-Rettore della stessa e professore emerito di teologia fondamentale. Ha svolto i suoi studi a Roma e in Svizzera (a Friburgo), con specializzazione in teologia biblica (licenza) e in teologia fondamentale (dottorato, Roma Pontificia Università Gregoriana). Nel 1966-1967 ha insegnato teologia fondamentale e greco biblico alla scuola teologica del Seminario della Diocesi di Lugano. Fino al 1984 ha tenuto corsi annuali di formazione per i laici (insegnamento: Introduzione alla Bibbia) a Lugano e a Novara. Negli anni dal 1975 al 1978 è stato “conseiller d’études” alla facoltà di teologia dell’Università di Friborgo (Tutor, Introduzione alla metodologia, Proseminario di introduzione alla storia d’Israele e all’Antico Testamento). È docente stabile alla facoltà di teologia di Lugano sin dalla fondazione dell'Istituto (1992), poi come detto è stato insegnito della carica di professore ordinario di teologia fondamentale. Già membro della Commissione teologica della Conferenza episcopale svizzera e della Commissione di dialogo tra la chiesa cattolica e la chiesa riformata svizzera; della Commissione di dialogo chiesa cattolica-giudaismo. Nel 2008 viene nominato Rettore della Facoltà di Teologia di Lugano. Nel 2010 è stato insignito del Dottorato honoris causa dalla Facoltà di Teologia ortodossa dell’Università statale Ovidius di Constanta (Romania). È stato iex vicario generale della Diocesi. Autore di diversi saggi, è stato inoltre relatore in importanti convegni religiosi. Originario di Brissago, venne ordinato sacerdote nel 1965. L'anno successivo, il vescovo di Lugano Angelo Jelmini gli assegnò una cattedra in seminario, a Lugano.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved