Foto Ti-Press
Luganese
09.11.2019 - 14:350

L'International School of Ticino trasloca a Cadempino

La nuova sede è stata trasferita da Lamone per motivi di spazio: in un anno gli studenti sono raddoppiati ed è previsto che triplichino

Un’area polifunzionale di circa 250 metri quadrati con impiantistica teatrale, una mensa interna, un atelier d’arte, uno spazio di aggregazione, laboratori di fisica e chimica. Sono solo alcuni dei nuovi spazi sui quali possono contare dallo scorso settembre i circa 130 alunni dell’International School of Ticino (Ist). L’istituto privato ha inaugurato infatti ufficialmente giovedì la propria sede rinnovata nell’area industriale di Cadempino, traslocando dalla precedente di Lamone. «Abbiamo cambiato per motivi di spazio – ha spiegato la rappresentante della scuola, Sarah Rimini –. Rispetto all’anno scorso gli iscritti sono raddoppiati».

E la crescita della scuola – fondata nel 2014 – sembrerebbe essere solo all’inizio. «Quest’anno siamo arrivati a completare il ciclo medio e a partire dall’anno scolastico 2020-21 inizieremo con la prima classe della scuola medio-superiore, che dura quattro anni. Quindi entro cinque anni avremo l’intera formazione dalla scuola dell’infanzia alla maturità». Una maturità che per allora dovrebbe già essere quella internazionale dell’International Baccalaureate (Ib). Conferita dall’omonima organizzazione no profit con sede a Ginevra, l’Ib permetterebbe di accedere a diverse facoltà universitarie in molti Paesi, Svizzera compresa. La scorsa primavera è stata postulata la richiesta, oggi l’Ist è riconosciuta come candidata e l’autorizzazione per il conferimento del diploma Ib dovrebbe arrivare nel giro di due anni.

Nel giro di un lustro l’Ist dovrebbe arrivare quindi a contare circa trecento studenti. «Abbiamo bisogno di sogni ambiziosi» ha detto durante il suo intervento Marc Ledermann, Ceo del gruppo Inspired: uno dei più grandi nel settore a livello mondiale e del quale è entrata a far parte dal 2017 anche l’Ist. «La nostra scuola tuttavia non è un campus – ha sottolineato il preside Andrew Ackers –, i nostri studenti utilizzano le infrastrutture del territorio». Un legame col territorio che non si limita a questo. Il 13, il 20 e il 27 novembre, la nuova sede dell’Ist aprirà le proprie porte agli allievi delle scuole elementari e medie ticinesi che vorranno prendere lezioni di inglese – gratuite, ma su prenotazione – da docenti qualificati. Per informazioni, scrivere a: frontoffice@isticino.com

Il bus navetta è in arrivo

Una scuola giovane e relativamente piccola, ma in forte crescita. Che l’International School of Ticino (Ist) abbia scelto Cadempino come sua nuova sede, per il sindaco Marco Lehner è certamente fonte di «soddisfazione». «Un luogo ideale per sviluppare il proprio progetto, senza dubbio anche grazie alle strutture già esistenti (dai campi di tennis al Palamondo, ndr), che sono diventate parte dell’offerta scolastica e che hanno favorito e favoriranno l’inserimento della scuola e dei suoi studenti nel territorio».

Un territorio, quello di Cadempino, tuttavia già densamente ricco di attività di vario genere. E una nuova scuola, che punta in pochi anni ad arrivare a trecento studenti, è per forza di cose un generatore di traffico. «È importante sensibilizzare – ha detto il sindaco –, il Comune dispone di numerosi parcheggi nelle vicinanze della scuola». E presto, così come previsto dagli accordi pre-insediamento, l’Ist – ci conferma la portavoce Sarah Rimini – metterà a disposizione per i propri allievi un bus navetta.

Tags
school
of ticino
international school
studenti
international
international school of
scuola
sede
school of ticino
school of
© Regiopress, All rights reserved