ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
5 ore

Sbarrata fino a nuovo avviso la strada cantonale Altanca-Ronco

L’abitato di Altanca e la zona del Piora saranno raggiungibili dalla strada cantonale Piotta-Altanca
Mendrisiotto
6 ore

Trompe l’oeil, ‘non c’è stato nessuno sfregio’

L’amministratrice dell’azienda di Besazio reagisce all’interpellanza dell’AlternativA. ‘La procedura? Tutto in regola’
Luganese
6 ore

Savosa, ricevuta la nuova giudice del Tribunale federale

Nei giorni scorsi, il Municipio ha accolto e si è complimentato con la sua concittadina Federica De Rossa, dopo la prestigiosa nomina
Mendrisiotto
6 ore

Sacchi dei rifiuti meno cari a Morbio Inferiore

Il Municipio rivede il prezzo dei rotoli da 17 e 35 litri. L’Ordinanza modificata sarà in vigore dal gennaio 2023
Ticino
6 ore

Calo pernottamenti, Pianezzi: ‘Investire su tutte le stagioni’

Il presidente di Hotelleriesuisse Ticino commenta i dati comunicati oggi: ‘2021 irripetibile, ora bisogna cercare margini dove ci sono: autunno e inverno’
Luganese
6 ore

Lugano, accoltellamento Manor: l’accusa annuncia l’appello

Il Ministero pubblico della Confederazione si tiene aperta la possibilità di dichiarare l’appello una volta ricevuta la sentenza motivata scritta
Luganese
7 ore

Barbengo, le Officine Cameroni celebrano sessant’anni

L’azienda, nel piazzale della sede, ha voluto condividere la ricorrenza con alcuni politici e ha omaggiato tre collaboratori storici
Mendrisiotto
7 ore

Risparmio energetico, il basso Mendrisiotto spegne la luce

I quattro Comuni serviti dall’Age Sa adottano misure per abbattere i consumi. Tra queste, spicca la rinuncia alle luminarie natalizie
Mendrisiotto
7 ore

‘Un giovedì da leoni’ a sostegno di tre associazioni

L’evento è stato organizzato dai quattro club di servizio del Mendrisiotto (Lions, Rotary, Kiwanis e Soroptimist International) e si è tenuto a maggio
Locarnese
7 ore

L’illuminazione pubblica non si può spegnere neanche volendo

‘No’ del Cantone, per motivi di sicurezza, alla proposta di Ses ai 38 Comuni del suo comprensorio. Intanto l’azienda si impegna per il risparmio
18.07.2019 - 14:44
Aggiornamento: 18:51

Lugano 'sposa' Berlusconi e Plein. Il Ps: 'non c'è niente da ridere'

Siglato in Ticino un accordo di sponsoring a favore dell'Ac Monza. Lo stilista: 'Disposti a lavorare giorno e notte, ma in Ticino non apprezzano certi orari'

di Sebastiano Storelli
lugano-sposa-berlusconi-e-plein-il-ps-non-c-e-niente-da-ridere
+3

Mattinata movimentata alla Philipp Plein di Lugano. Motivo? L'arrivo nella sede ticinese del marchio di moda di Silvio Berlusconi, Paolo Berlusconi e Adriano Galliani, in trasferta al di qua della frontiera per siglare un accordo di sponsoring a favore del Ac Monza, società acquisita meno di un anno fa dalla famiglia dell'ex presidente del consiglio italiano e che attualmente milita in Serie C. L'accordo raggiunto prevede che la Philipp Plein diventi il Fashion Partner della società brianzola per le prossime tre stagioni, vestendo sia la dirigenza, sia la squadra in tutte le occasioni ufficiali, nei viaggi e nelle trasferte. «Philipp Plein è un marchio giovane e aggressivo – ha affermato Silvio Berlusconi nel corso della conferenza stampa –. Proprio come vogliamo che diventi l'Ac Monza. Una società giovane sotto l'aspetto dirigenziale e manageriale, ma anche aggressiva in campo, con una squadra di ragazzi per bene, in grado di proporre un calcio piacevole per catturare il pubblico, sia in casa, sia in trasferta. Una squadra aggressiva, ma corretta, che sappia scusarsi con l'avversario in caso di fallo e che fuori dal campo sappia trattare tifosi e appassionati con il rispetto che meritano. Il nostro obiettivo è di fare del Monza una società diversa, con valori nuovi rispetto a quelli che sono, troppo spesso, quelli vigenti nell'attuale mondo del calcio. E ovviamente, il sogno è quello di portare il Monza in Serie A, regalando alla città una “prima” storica. Lavoreremo giorno e notte, come sono abituato a fare, per far sì che questo sogno si realizzi. E per quanto riguarda Philipp, la nostra intesa si è cementata da subito, tanto che quella del Monza potrebbe non essere la sola collaborazione con il suo marchio. A breve potremmo avere ulteriori notizie».

Gli ha fatto eco Philipp Plein, il quale già collabora con diversi sportivi, tra i quali la società dell'Hc Lugano. «Sono molto bravo a creare dei brand, l'ho fatto a partire da zero e mi sono buttato in questa collaborazione con lo stesso intento: creare un brand Monza, perché la nostra collaborazione non è ristretta all'ambito della moda. Nel modo di lavorare di Berlusconi il nostro marchio si ritrova molto bene. Anche io sono uno che per realizzare un sogno lavora sette giorni su sette».

Poi, il giovane imprenditore della moda non ha perso l'occasione per una frecciatina alle autorità ticinesi, frecciatina che, alla luce di quella che è la legislazione elvetica, è parsa piuttosto provocatoria... «Qui in Ticino non succede mai nulla, eppure sono finito sui giornali perché lavoravo fino alle 22, perché vedevano la luce accesa nel mio ufficio. In Svizzera non è facile lavorare a certi orari e nei weekend, ma noi non molliamo».

Alla fine, davanti a telecamere e macchine fotografiche Silvio Berlusconi e Philipp Klein hanno siglato l'accordo di collaborazione.

Il Ps risponde alla provocazione: 'Plein rispetti la legge sul lavoro'

La reazione alle provocazioni di Plein non si è fatte attendere. Per i socialisti non c'è niente da ridere: "il diritto del lavoro va rispettato in uno Stato di diritto come il nostro. L'ispettorato del lavoro protegge lavoratrici, lavoratori e imprenditori onesti contro la concorrenza sleale di chi non rispetta le regole e le leggi. E chi non le rispetta non se la può cavare con un mazzo di rose, per quanto bianche siano". Tramite un post su Facebook il Ps deplora le dichiarazioni di Philipp Plein durante l'incontro con Silvio Berlusconi e risponde: "che Plein rispetti la legge sul lavoro come fanno gli imprenditori onesti"

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved