ISNER J. (USA)
0
Wawrinka S. (SUI)
0
1 set
(5-4)
ISNER J. (USA)
0 - 0
1 set
5-4
Wawrinka S. (SUI)
5-4
ATP-S
DIRIYAH SAUDI ARABIA
Consolation bracket.
Winner plays Struff or Pouille.
Ultimo aggiornamento: 13.12.2019 11:37
Luganese
08.01.2019 - 06:100

Lugano, altre sei postazioni di Bike sharing

Continua a crescere il sistema avviato nell'estate del 2010. A fine 2018 sono state registrate ben 52 mila movimentazioni

Ai luganesi piace sempre più andare in bicicletta, meglio se elettrica. Le cifre sull’utilizzo del Bike sharing parlano chiaro: nel 2018 ci sono state ben 52 mila movimentazioni (ogni singolo uso). Un numero decisamente in aumento «grazie soprattutto all’incremento delle bici elettriche parecchio usate dai cittadini», conferma Fabio Schnellmann, coordinatore del sistema di Bike sharing del Luganese.

E proprio per rispondere a questa crescita, pochi giorni prima dello scorso Natale sono spuntate sei nuove postazioni. Una si trova presso la rinnovata stazione Ffs di Paradiso, le altre si trovano a Viganello, nella piazzetta nei pressi della rotatoria, lungo il viale dei Faggi, in via Lambertenghi dove ci sono le scuole elementari, lungo via Ginevra, in prossimità di via Pelli e in piazza a Molino Nuovo (cfr. infografica). In tutto il Luganese, le postazioni sono ben 32, di cui 20 all’interno di quelli che erano i confini della vecchia Lugano, 12 in Malcantone. Le biciclette in totale sono 150, metà delle quali sono elettriche. Partito nell’estate del 2010 con sei postazioni, il progetto, anno dopo anno, non ha mai smesso di crescere. Nel frattempo, continua Schnellmann, il sistema è cambiato: non ci sono più le colonnine (una per bici) che quando erano occupate creavano problemi a chi doveva lasciare il mezzo. Problema risolto con il wireless che fornisce indicazioni in tempo reale e con l’aumento delle postazioni. E non è finita. Ancora Schnellmann: «Prevediamo entro la prossima estate di introdurre altre postazioni. Stiamo valutando dove posizionarle in base all’esperienza acquisita, procederemo a tappe. Dovrebbero essercene altre 5 o 6 in primavera e altrettante entro l’estate». Luganese e Malcantone sono ben fornite mentre nelle altre zone l’iniziativa non decolla, «ma devono essere i singoli Comuni a muoversi». Insomma, al di là dei problemi che ha avuto AutoPostale, il sistema non ha subito ripercussioni.

Restando in sella, anche le piste ciclabili si stanno allargando. «La prossima sarà inserita lungo la Piodella, la cui corsia ciclabile verrà separata dal campo stradale – spiega Schnellmann –. E per la Lugano-Sonvico verranno asfaltati i tratti non ancora completati e il ponte a Cossio». Musica del futuro sarà invece il ponte di Spada.

Potrebbe interessarti anche
Tags
postazioni
schnellmann
sharing
bike sharing
bike
estate
sistema
luganese
lugano
via
© Regiopress, All rights reserved