traffico-a-lugano-ci-pensera-il-robot
Ti-press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
15 min

Breggia, sì unanime ai preventivi 2022 in attivo

Il Consiglio comunale dà luce verde al bilancio. Il moltiplicatore d’imposta rimane al 95%
Luganese
17 min

La Supsi potrà avere diritto ai sussidi federali

Il Consiglio federale ha concesso ufficialmente il riconoscimento previsto dalla legge sulla promozione e coordinamento del settore universitario svizzero
Mendrisiotto
1 ora

Un Percorso letterario per non dimenticare la Shoah

Realizzato lungo il Sottopenz dalla scuola media di Chiasso, con la collaborazione del Comune di Chiasso
Luganese
1 ora

Paradiso sempre più... Paradiso: 190 abitanti in più

I nuovi dati sullo stato annuale della popolazione evidenziano al 31 dicembre 4’531 residenti stabili rispetto ai 4’341 di un anno prima
Ticino
1 ora

In Ticino un decesso e altri 3 pazienti Covid in meno

Il numero dei contagi, come accade nei giorni centrali della settimana, torna a salire, non i ricoveri. Nelle case anziani più guariti che contagiati
Mendrisiotto
1 ora

Una Valle di Muggio virtuale all’Infopoint di Mendrisio

Il “tavolo digitale” permette d’interagire con le informazioni raccolte e ordinate in maniera intrigante, proponendo una vera “escursione”
Locarnese
3 ore

Locarnese, mai più ciclisti allo sbaraglio

Il PaLoc3 prevede per quest’anno la distribuzione di cartine (probabilmente in concomitanza con SlowUp) dedicate alla mobilità lenta
Mendrisiotto
3 ore

Mendrisio, il Palio lancia l’appello: ‘mancano asinelli’

Quest’anno la manifestazione compie 40 anni ma ‘non si trovano esemplari con le caratteristiche giuste per partecipare’. A settembre un evento speciale
Mendrisiotto
6 ore

In mountain bike sul San Giorgio. Ma l’idea non piace a tutti

Da un anno il progetto è fermo. Tra la decina di opposizioni vi sono anche le censure di Pro Natura e della Stan
Luganese
6 ore

Melide entra nella videosorveglianza di Lugano

Sottoscritta una convenzione fra i due Comuni. L’accordo è provvisorio: l’adeguamento della base legale è in corso. Telecamere posate in primavera
03.11.2018 - 05:500

Traffico a Lugano, ci penserà il robot?

Il Municipio intende coinvolgere l'Istituto dalle Molle e ricorrere all'intelligenza artificiale

a cura de laRegione

Potrebbe contribuire a migliorare la viabilità del centro città e quella di tutto il comprensorio l’intelligenza artificiale. Ne è convinto il Municipio di Lugano che intende coinvolgere l’Istituto Dalle Molle e il suo direttore, il professor Jürgen Schmidhuber, con cui sono stati riattivati regolari contatti. L’idea, di cui peraltro si accenna nel preventivo 2019 della Città, è quella di creare un’alleanza strategica con l’Istituto. Sono in effetti ritenuti maturi i presupposti per applicare l’intelligenza artificiale su larga scala, nel contesto urbano di vita reale e per favorire lo sviluppo della Città. Perciò, l’anno prossimo la collaborazione verrà intensificata.

Insomma, non è stato accantonato l’obiettivo di riqualificare e proseguire nella pedonalizzazione del centro storico e nella moderazione del traffico sul lungolago di Lugano. In Municipio è pendente da giugno la proposta di allestire un mandato di studio in parallelo da affidare a più gruppi disciplinari tramite una richiesta di credito. L’idea è di metterli a confronto per sviscerare tutte le possibili soluzioni tenendo conto delle numerose interrogazioni, interpellanze e mozioni (spesso in contraddizione fra loro) che gravitano tutte attorno al medesimo tema. Un tema rimasto in sospeso perché, ci spiega il titolare del Dicastero dello sviluppo territoriale di Lugano Angelo Jelmini, «nel frattempo sono emersi suggerimenti di fare capo a competenze di livello internazionale o presenti sul territorio. In particolare, il Municipio ha deciso di proporre all’Istituto Dalle Molle un approfondimento che andrebbe oltre il centro città e il lungolago e riguarderebbe gli impianti semaforici del comprensorio. La proposta interessa anche il Dipartimento del territorio, per cui ci si sta orientando verso uno studio pilota facendo capo all’Istituto».

Messaggio in arrivo nel 2019

E nel documento finanziario della Città, si legge che sarà il 2019 l’anno in cui “verrà licenziato il messaggio municipale con la richiesta di credito per attivare il mandato di studio e in parallelo per definire il masterplan del lungolago e della zona del centro cittadino”. «L’obiettivo è di riuscire a licenziare il messaggio entro fine anno in modo da poter partire all’inizio del prossimo», dice Jelmini. Bisognerà quindi aspettare ancora un po’. È però questa la strada che vuole seguire l’esecutivo quale risposta a tutti gli atti parlamentari pendenti su argomenti strettamente legati fra loro come la viabilità del centro, del comprensorio e la futura pianificazione del cuore della città e del lungolago pedonalizzato (almeno in parte). L’ultimo in ordine di tempo è l’interrogazione sottoscritta da tutti i membri della Commissione della pianificazione che chiede spiegazioni sul ritardo accumulato. E sull’argomento, tutti gli schieramenti politici hanno ripetutamente preso posizione. Il Consiglio comunale, lo ricordiamo, il 5 maggio 2017 aveva stanziato il credito di 1,414 milioni di franchi per allestire il Piano regolatore unitario della nuova Lugano (Masterplan). Una prima tranche di spesa è inserita nel piano investimenti 2019: servirà a finanziare il concorso per attribuire il mandato e l’avvio dei lavori. Il credito verrà esaurito nel 2022.

Intanto, proseguirà fino al 2019 (compreso) e senza intoppi il cantiere per la pavimentazione pregiata, l’arredo stradale (e le infrastrutture), in via della Posta, via Magatti e adiacenze, 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved