23.08.2018 - 11:16
Aggiornamento: 14:47

Bissone ci ripensa ed entra nel progetto aggregativo della Val Mara

Accolta l'istanza del Municipio che a novembre 2017 aveva invece rinunciato all'inclusione nello studio che comprende Arogno, Maroggia, Melano e Rovio

a cura de laRegione
bissone-ci-ripensa-ed-entra-nel-progetto-aggregativo-della-val-mara

Il Consiglio di Stato ha accolto l’istanza formulata dal Municipio di Bissone lo scorso 25 luglio con la quale il Comune ha chiesto di venir incluso nello studio di aggregazione che coinvolge la Val Mara. Una decisione che arriva dopo la rinuncia dello scorso novembre, quando i comuni di Arogno, Maroggia, Melano e Rovio hanno trasmesso al Governo formale istanza per l’avvio della procedura di aggregazione. In quel momento il Municipio di Bissone aveva deciso di non partecipare, con i comuni coinvolti nel progetto aggregativo che avevano espresso la volontà di non interferire nella scelta. Dando seguito a quelle indicazioni, il 14 marzo 2018 il Consiglio di Stato ha istituito una Commissione di studio incaricata di allestire un rapporto per l’aggregazione tra i comuni di Arogno, Maroggia, Melano e Rovio - comprensorio conforme al progetto di Piano cantonale delle aggregazioni - ritenuto come lo scenario del PCA denominato “Val Mara”, comprendente anche Bissone, avrebbe potuto se del caso essere conseguito in tappe successive. In fase di avvio dei lavori, a seguito dei contatti nel frattempo intercorsi tra la Commissione di studio e l’esecutivo bissonese, quest’ultimo ha rivalutato la propria posizione ritenendo preferibile essere coinvolto da subito nel processo aggregativo in corso. In questo senso, in data 25 luglio, il Municipio di Bissone ha formalizzato istanza di aggregazione al Consiglio di Stato che, considerato anche il preavviso favorevole della Commissione e dei quattro municipi coinvolti, ha deciso l’estensione dello studio di aggregazione al Comune di Bissone, designando quali membri della Commissione di studio il sindaco Andrea Incerti (supplente il vice sindaco Claudio Testorelli), rispettivamente – con ruolo tecnico analogamente agli altri comuni – Ivan Monaco, vice segretario comunale (supplente Fabrizio Gervasoni, segretario comunale). 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved