Luganese
19.04.2018 - 14:140
Aggiornamento 16:24

L'ex Macello diventerà uno spazio vivo e aperto

Il Municipio di Lugano allestirà il messaggio per il concorso di architettura. L'impegno economico complessivo è stimato in 26,5 milioni

La prima tappa sarà l'allestimento del messaggio per la richiesta di organizzazione del concorso di architettura. Il Municipio di Lugano ha infatti approvato il concetto per una nuova destinazione dell’area dell’ex Macello. L’obiettivo è ristrutturare e recuperare l’ex Macello, trasformando l’area in uno spazio vivo e aperto, in cui tempo libero, eventi e cultura si intreccino costantemente.

 

Il progetto di riconversione mira a valorizzare le qualità architettoniche degli edifici esistenti, attribuendo ai volumi nuove funzioni in grado di dialogare con gli articolati spazi esterni della città. L’obiettivo finale è quello di valorizzare un’area pregiata ad alto contenuto sociale ed aggregativo, in grado di contribuire al nuovo disegno urbano incentrato attorno e lungo il fiume Cassarate. Nelle intenzioni del Municipio, “il comparto dovrà diventare uno spazio vivo, vivace, aperto e permeabile, fortemente luganese ma di respiro internazionale, in cui tempo libero e cultura si intreccino costantemente”. L’ex Macello sarà un luogo creativo e ricreativo rivolto ai giovani e a tutte le fasce di età della popolazione. Gli spazi verranno ristrutturati in maniera da lasciar trasparire la vocazione industriale del luogo e le sue funzioni del passato, con contenuti attuali.

La proposta si struttura in due parti: la parte storica dell’area sarà utilizzata per manifestazioni ed eventi multidisciplinari, coworking e costudying, ristorazione, caffè letterario, infopoint e ricezione. L’area edificabile a sud sarà utilizzata per alloggi per studenti e turisti. I contenuti saranno completati con ristorazione e spazi esterni di qualità. L’impegno economico complessivo è stimato in circa 26.5 milioni. 

Dal punto di vista operativo, si procederà all’allestimento e alla realizzazione del progetto e, nel contempo, alla definizione dei partner, delle modalità di finanziamento e della forma giuridica che regoli l’adesione di enti esterni per le attività legate alla gestione degli spazi.

Tags
area
macello
ex macello
spazi
spazio
spazio vivo
municipio
© Regiopress, All rights reserved