Gabriele Putzu
Lugano
02.11.2017 - 16:170
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:12

Da Swiss no a Ginevra e Roma: l'aeroporto rischia di restare con un solo volo di linea

Rischia di rimanere con un solo volo di linea l’aeroporto di Lugano–Agno. Uno scalo che non sta vivendo i suoi giorni migliori. Dopo la conferma dei 15 licenziamenti del personale di Darwin attivo a Bioggio, anche Swiss ha fatto sapere di non essere intenzionata a riprendere i voli su Ginevra e Roma. E a pochi giorni dalla nomina del nuovo direttore, prevista nella seduta di Cda di mercoledì 8 novembre, le inquietudini non mancano. Non solo per il destino del messaggio municipale che chiede venti milioni di franchi al Consiglio comunale per acquistare i terreni del perimetro aeroportuale e per realizzare due hangar, messaggio pendente in Commissione della gestione. Ma anche e soprattutto per il futuro dello scalo a medio termine. Tanto che la Lugano Airport Sa sta lavorando anche una revisione al ribasso del Business Plan (cfr. ‘laRegione’ del 19 ottobre).

Come riferito dal CdT, non paiono infatti esserci margini di manovra a breve termine per riattivare i due collegamenti su Ginevra e Roma. Collegamenti, lo ricordiamo, che Swiss aveva abbandonato alcuni anni fa proprio a causa della spietata “guerra” sui prezzi fatta dalla sua concorrente luganese. In prospettiva però, a meno di inattesi quanto sorprendenti cambiamenti di orientamento, i nuovi padroni di Darwin (il fondo di investimento 4K Invest) rinunceranno a fine anno ai collegamenti Lugano-Roma e Lugano-Ginevra. E non ci sono all’orizzonte altre compagnie disposte a riprenderli. Come del resto era prevedibile, Swiss preferisce mantenere e garantire le attuali quattro rotazioni al giorno con l’aeroporto di Zurigo–Kloten, il principale aeroporto svizzero.

La compagnia elvetica ha espresso tutto il suo scetticismo sull’eventualità di aprire nuove rotte dall’aeroporto di Agno. Ritiene infatti che buona parte dei passeggeri provenienti da Lugano, proseguano il loro viaggio verso le tante destinazioni acilmente raggiungibili da Zurigo, da dove possono volare anche a Ginevra e Berna. E se Darwin, tramite Adria Airways che nei giorni scorsi voleva riprendere le linee di SkyWork salvo poi rinunciare dopo che la compagnia bernese è riuscita a risollevarsi da sola, dovesse davvero lasciare le rotte su Roma e Ginevra, lo scalo luganese si ritroverebbe con un unico volo di linea, il Lugano-Zurigo offerto da Swiss - Tyrolean.

© Regiopress, All rights reserved