Locarno

Museo di storia naturale, ecco il progetto

‘Il canto delle pietre’ ha vinto il concorso. Secondo è ‘Camelia’ e terzo si è classificato ‘Osvaldo’

Il progetto ‘Il canto delle pietre’
22 febbraio 2023
|

"Il silenzio, la semplicità monastica, il ‘canto delle pietre’ ispirano il carattere del nuovo edificio nel suo accostamento volumetrico e materico al convento. La sua espressione sobria, discreta mette in risalto il passato e il presente: se da un lato, infatti, fa esplicito riferimento ‘al mondo antico’, dall’altro afferma il proprio tempo. La leggibilità dell’intervento viene dichiarata senza urla. Un canto discreto, suonato con religioso rispetto. Il basamento in pietra del museo continua l’opus incertum del muro di cinta, il pergolato in acciaio riprende le colonne del convento".

È solo una parte del testo che spiega il concetto architettonico del progetto "Il canto delle pietre", che ha vinto il concorso per la realizzazione del Museo cantonale di storia naturale nel comparto del monastero di Santa Caterina a Locarno. L’esposizione – che mette in mostra anche gli altri progetti – è stata aperta stamane al terzo piano del Palacinema di Locarno.

Il progetto vincente è stato presentato dal gruppo interdisciplinare guidato dalla comunità di lavoro composta dagli studi Buzzi studio d’architettura di Locarno e Genossenschaft:mlzd Architekten di Bienne (architettura), affiancati da altri professionisti nei diversi settori della costruzione: concetto paesaggistico, concetto museografico, ingegneria civile, fisica della costruzione e impiantistica.

Ricordiamo che è invece stata annullata la conferenza stampa di presentazione dei progetti a causa di un ricorso interposto da uno dei concorrenti contro la scelta della giuria.

L’esposizione presenta uno scorcio interessante del lavoro svolto dai diversi studi d’architettura (non solo svizzeri) attorno a un medesimo tema. Un esercizio non semplice che tutti hanno svolto con professionalità, proponendo soluzioni anche molto diverse tra di loro. L’intenzione del Cantone è di trasferire il Museo cantonale di storia naturale dalla sua attuale ubicazione presso il Palazzetto delle scienze di Lugano al comparto Santa Caterina, a ridosso della Piazza Grande, a Locarno. Verrà realizzato un nuovo stabile, che dovrà affiancarsi al monastero e che si affaccerà su un ampio parco aperto a tutta la popolazione.

La mostra di tutti i progetti che hanno partecipato al concorso è allestita nella sala al terzo piano del Palacinema di Locarno e sarà accessibile al pubblico fino al prossimo 3 marzo, dalle 10 alle 18 (domenica 26 febbraio dalle 14 alle 18 e venerdì 3 marzo dalle 10 alle 14).

Leggi anche:
Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE