ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
12 ore

Ferite di media gravità per centauro finito fuori strada

L’incidente è avvenuto sul mezzogiorno di sabato lungo la strada cantonale che da Carabietta conduce ad Agnuzzo
Bellinzonese
13 ore

Scontro fra due auto a Cadenazzo: un ferito

Il tratto di via Ala Campagna è stato chiuso per oltre un’ora per consentire le operazioni di soccorso e il recupero dei veicoli accidentati
Video
Ticino
17 ore

La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale

Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
21 ore

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
21 ore

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
21 ore

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
1 gior

‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’

Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Luganese
1 gior

La proposta: due vie a senso unico a Cassarate

In un’interrogazione, la consigliera comunale Lara Olgiati (Plr) ritiene che la modifica viaria delle vie Pico e Vicari migliorerebbe traffico e sicurezza
27.09.2022 - 16:52
Aggiornamento: 17:14

Locarno, torna la Festa dei Popoli

Un ricco programma in Piazza Grande per imparare a conoscersi e a rispettarsi

locarno-torna-la-festa-dei-popoli
archivio Ti-Press
Incontro di persone e culture

Sabato 1 ottobre, dopo diversi anni dall’ultima edizione, la Città di Locarno, in collaborazione con diversi enti e associazioni, darà nuovamente vita alla Festa dei Popoli in occasione della Giornata cantonale dell’integrazione. Con lo slogan "Ripartiamo insieme!" la manifestazione avrà luogo sulla piazza Grande in presenza di una quarantina di associazioni ed enti che si occupano d’integrazione.

La capadicastero socialità, giovani e cultura Nancy Lunghi, specifica che: «L’invito è quello di "ripartire insieme", imparando a conoscersi e a rispettarsi e contrastando l’individualismo con un accresciuto senso del "noi", per poter così affrontare al meglio anche l’attuale periodo d’incertezza e costruire una società più inclusiva e solidale».

L’evento coinciderà inoltre con la Giornata cantonale dell’integrazione, in collaborazione con il Servizio per l’integrazione degli stranieri (Sis) del Dipartimento delle istituzioni. La delegata cantonale all’integrazione Michela Trisconi, precisa che: «Incoraggiare la convivenza armoniosa tra le diverse componenti della popolazione presuppone uno spirito di apertura sia da parte della popolazione autoctona che degli stranieri. Ma anche il favorire la partecipazione pubblica e associativa degli stranieri, tramite momenti di aggregazione come la Festa dei Popoli».

La Festa, che inizierà in piazza Grande alle 11 e si concluderà alle 23, in caso di maltempo si terrà al Palexpo (ex Fevi). Durante la giornata si potranno vivere tradizioni e costumi di diverse nazioni e viaggiare con i sensi da un Paese all’altro grazie a spettacoli di musica, danza, teatro e bancarelle gastronomiche multietniche. Afghanistan, Albania, Angola, Argentina, Brasile, Congo, Colombia, Cuba, Eritrea, Italia, Kosovo, Medio Oriente, Portogallo, Spagna, Serbia, Siria, Thailandia, Turchia, Svizzera, Ticino e molti altri Paesi e culture saranno presenti grazie alle diverse comunità e associazioni partecipanti.

Tra le varie attività e gli spettacoli che avranno luogo si segnala la conferenza "Le diaspore, partner nella risposta alle crisi e come fattori di integrazione", che si terrà alle 14.30 nella sala del Consiglio comunale a Palazzo Marcacci e alla quale interverranno Giuliano Battiston, giornalista e ricercatore freelance, direttore di Lettera22, che racconterà della diaspora afghana come partner nella risposta alle crisi, e la Principessa d’Afghanistan Soraya Malek, che condividerà il suo sguardo sull’evoluzione della situazione in Afghanistan dopo il ritorno dei talebani. Ad arricchire la discussione saranno presenti diversi rappresentanti delle comunità di diaspora presenti in Ticino. Previsti pure un fitto programma artistico e musicale con ben quindici spettacoli sul palco in piazza Grande e diverse attività d’intrattenimento per giovani, famiglie e anche per i più piccoli. In piazza saranno infatti presenti varie associazioni che proporranno giochi, animazioni e atelier dalle varie culture per coinvolgere i visitatori di tutte le età.

L’evento è organizzato dalla Città di Locarno con il sostegno del Programma d’integrazione cantonale (Pic 2) del Dipartimento delle istituzioni ed è reso possibile grazie alla stretta collaborazione con Acli Servizi Ticino, Fondazione Elisa, GeaMondo, Gruppo integrazione Locarno, Il Tragitto, MiTu Ginnastica Insieme, Soccorso operaio svizzero, Un mondo di Colori e grazie alla preziosa sponsorizzazione da parte di BancaStato, Lions Club Locarno e Società elettrica sopracenerina. I dettagli dell’evento sono man mano pubblicati anche sulle pagine Facebook e Instagram @festadeipopolilocarno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved