19.08.2022 - 16:07
Aggiornamento: 18:00

Cevio, consegnate le firme per i due referendum

A decidere sulla vendita di un terreno e la costruzione di una scuola ‘patriziale’ a Bignasco saranno i cittadini

cevio-consegnate-le-firme-per-i-due-referendum
LaRegione

E alla fine la palla passa ai cittadini e alle cittadine del capoluogo valmaggese. Sono infatti ampiamente riusciti i due referendum che si opponevano alla convenzione, stipulata fra Comune e Patriziato, per la costruzione delle Scuole elementari a Bignasco e alla vendita di un terreno, nel quartiere di Cevio, in zona "Piano" (acquistato tempo fa per alloggi a pigione moderata, destinazione quest’ultima rimasta disattesa).

A comunicarlo gli stessi referendisti che oggi pomeriggio alle 16 hanno consegnato, presso la Cancelleria comunale di Cevio, le sottoscrizioni raccolte. La doppia caccia alle firme, partita il 4 agosto scorso, nel giro di due settimane ha raccolto, ben al di là di ogni previsione, non solo gli "autografi" necessari, fissati a 120, ma il doppio di quanto richiesto. Dai dati divulgati, infatti, il primo referendum dal titolo "Sì a una nuova scuola, no al progetto presentato" avrebbe totalizzato 257 firme, mentre il secondo "Basta speculazioni, per una reale politica dell’alloggio" avrebbe riscosso 238 consensi.

Risultati questi ultimi che denotano un forte interesse da parte della popolazione nel volersi esprimere in prima persona riguardo a temi che da settimane (se non da anni) tengono banco nei dibattiti e nelle discussioni del paese di valle.

Ora che le firme sono state depositate in Cancelleria comunale tocca al Municipio verificarne la validità e poi stabilire la data della votazione popolare. Votazione che deciderà il destino dei due progetti.

Leggi anche:

A Cevio è doppio referendum

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved