10.08.2022 - 18:20
Aggiornamento: 18:36

Locarno, stop alla musica a mezzanotte

In risposta a un’interrogazione il Municipio concede un’ora in più alle manifestazioni sonore negli esercizi pubblici tra aprile e ottobre

locarno-stop-alla-musica-a-mezzanotte

Ristoranti e bar, stop musica di sottofondo alle 24 (e non più alle 23). Lo ha deciso il Municipio di Locarno, rispondendo in pratica all’interrogazione interpartitica sottoscritta da 10 consiglieri comunali dell’aprile scorso (primi firmatari Simone Merlini e Beltrame). Come anticipato da ‘Radio Ticino’, la modifica dell’ordinanza (risalente al 2006) con le nuove regole è entrata in vigore già lo scorso 25 luglio. Città a vocazione turistica, Locarno potrà dunque mettere a disposizione un’ora in più di divertimento sonoro, posticipando di fatto il coprifuoco sulla movida di sessanta minuti.

Il provvedimento riguarda comunque solo i concerti e le attività all’aperto durante il periodo che va da aprile a ottobre. E, in ogni caso, le richieste da parte dei promotori/esercenti saranno naturalmente ancora soggette a un’autorizzazione da parte di Municipio e Polizia, ha ricordato il sindaco Alain Scherrer ai microfoni dell’emittente. Non cambia invece di una virgola il problema del rumore molesto notturno, con canti e schiamazzi in vicinanza o all’interno dell’abitato che non saranno tollerati dopo le 23. Così come quello dei decibel da rispettare.

Si cerca insomma di agevolare l’organizzazione di eventi musicali senza che la quiete dei cittadini ne risulti perturbata. La speranza dell’autorità è che anche altri Comuni ticinesi seguano l’esempio. Per i turisti e coloro che affollano la città in cerca di divertimento notturno, la decisione di allentare la stretta negli intrattenimenti musicali sicuramente costituisce una buona notizia.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved