polizia-zanchi-niente-campagna-elettorale-sugli-agenti
Ti-Press
Cotti (a sinistra) e Zanchi (a destra)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
7 min

Noè Seifert è quinto, e la Svizzera va in finale

Il ventenne argoviese brilla agli Europei, dove stacca anche il biglietto per la finale alla sbarra. Sabato, invece, sarà in lizza nella gara a squadre
Luganese
2 ore

Rivoluzione e trasformazione digitale, incontro al Ciani

Conferenza a più voci il 30 agosto nell’ambito degli Eventi al parco promossi dalla Città di Lugano
Mendrisiotto
3 ore

Vacallo, una colonia da Grecia antica ma non un’Odissea

Successo per l’iniziativa che ha visto la partecipazione di 55 bambini e 20 giovani monitori
Locarnese
3 ore

È morto Aldo Belloli. Fu re Kapiler del Carnevale di Locarno

Prima bidello al Liceo, poi ristoratore: è stato uno degli ideatori del premio ‘Boccalino’ del Festival del film
Locarnese
4 ore

Recuperato il corpo dell’83enne annegato a Vira Gambarogno

Il cadavere è stato ritrovato a una profondità di circa 106 metri e a 550 metri da riva usando fra l’altro un sonar e un robot per il recupero
Mendrisiotto
4 ore

Vacallo, ti presento la nuova edizione della Via Lattea

La manifestazione, alla sua 18esima edizione, che unisce il piacere del camminare a quello dell’ascolto, sarà illustrata il 23 agosto
Bellinzonese
4 ore

A Bellinzona ricco programma per la stagione Mini e Maxi teatro

Dodici gli appuntamenti suddivisi in spettacoli per bambini e adolescenti. Si comincia mercoledì 21 settembre
Ticino
4 ore

Il ritorno a scuola si avvicina, la polizia invita alla prudenza

Lo scorso anno 36 bambini si sono infortunati a seguito di un incidente stradale. A dover fare attenzione anche chi utilizza l’auto vicino alle scuole
01.07.2022 - 21:54
Aggiornamento: 23:32

Polizia, Zanchi: ‘Niente campagna elettorale sugli agenti’

Locarno, il capodicastero sicurezza replica a Cotti: ‘Avevo informato tutti in municipio sui contenuti della conferenza stampa’.

Una comunicazione avventata nei tempi, nei modi e nei contenuti. Senza usare mezzi termini, il vicesindaco di Locarno, Giuseppe Cotti definisce così la conferenza stampa convocata ieri dal suo collega, il Capodicastero sicurezza di Locarno, Pierluigi Zanchi. All’incontro (di cui abbiamo scritto nell’edizione di oggi) era presente anche il comandante della Polizia comunale, Dimitri Bossalini. Due, li ricordiamo, gli scopi principali dell’incontro: lanciare un messaggio di trasparenza alla popolazione e, internamente, anche ai propri dipendenti. Oltre a rispondere a coloro che, negli scorsi mesi, non avevano risparmiato aspre critiche sull’operato della Polizia comunale. Insomma, una conferenza per far chiarezza e difendersi ma che non a tutti è piaciuta. Poiché al momento, sulle spalle della Polizia di Locarno, è in corso un’inchiesta amministrativa ordinata dallo stesso Municipio e affidata dall’avvocato ed ex procuratore pubblico Marco Bertoli.

‘Libero di agire, ma la scelta è stata affrettata’

Infatti, il giorno dopo l’incontro, è il vicesindaco Cotti che, sul portare Liberatv, esprime forti perplessità sul modo di agire e sulle dichiarazioni fatte dal capodicastero sicurezza: "Per quanto il collega (ndr: Zanchi) sia libero di agire come ritiene corretto, personalmente considero questa comunicazione avventata nei tempi, nei modi e nei contenuti; tanto più che è a conoscenza dell’esito dei primi accertamenti".

Una scelta dunque affrettata, ma conosciuta dagli altri membri dell’Esecutivo poiché comunicata durante la seduta settimanale di martedì. Il vicesindaco ha poi ribadito che quanto affermato nella conferenza stampa rappresenti l’opinione personale del collega e che il Municipio di Locarno prenderà ufficialmente posizione solo dopo aver ricevuto e letto il rapporto finale dell’avvocato Bertoli.

‘Mi sorprendono le dichiarazioni del collega’

Raggiunto telefonicamente da ‘laRegione’, Zanchi commenta così quanto affermato da Cotti: «Non voglio alimentare ulteriormente la polemica però trovo molto particolare quanto detto dal mio collega. Quando in seduta ho comunicato la mia volontà di fare questa conferenza stampa ero stato molto chiaro sui contenuti e tutti i miei colleghi ne erano bene a conoscenza -, ci dice il capodicastero, che continua - Inoltre, riguardo alla proposta di lasciare ad interim il mio dicastero, vorrei ricordare che la decisione è stata presa all’unanimità dall’intero Municipio, compreso Cotti, un mese e mezzo fa. Come mai ora Pellegrini, suo presidente della sezione cittadina del Ppd ed ex municipale, nonché dirigente dell’Ocst propone ciò? Trovo inaccettabile fare campagna elettorale sulle spalle degli agenti, dei miei agenti».

Leggi anche:

‘Inchiesta amministrativa e capacità operativa due cose diverse’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
conferenza stampa cotti locarno vicesindaco zanchi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved