locarno-per-il-casino-la-kursaal-firma-con-un-nuovo-partner
Maggiori garanzie per affitto e contributi a cultura e turismo (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
20 min

Biasca, aperto il concorso per progettare la casa anziani

La nuova casa di riposo rappresenta la seconda tappa del progetto comprendente anche la realizzazione di stabili scolastici nel comparto Bosciorina
Luganese
27 min

Nato un bimbo al carcere Farera

È la prima volta che una donna partorisce in una struttura carceraria ticinese
Luganese
58 min

Assistenti di farmacia, consegnati 37 nuovi diplomi

Cerimonia di consegna degli attestati federale di capacità a Lugano. Ospite, il direttore del Dss, Raffaele De Rosa
Locarnese
1 ora

Brissago, alla Hildebrand un ambulatorio per il long-covid

La clinica metterà a disposizione personale specializzato e conoscenze per il percorso riabilitativo dei pazienti toccati dai postumi della pandemia
Locarnese
1 ora

Verzasca, i 105 anni di Aurelio Gnesa

Storico traguardo per il decano della Valle, festeggiato lunedì corso dalle autorità comunali e dei familiari
Mendrisiotto
2 ore

Riva San Vitale, il Fc si riunisce in assemblea

I lavori si terranno mercoledì 13 luglio nella sala patriziale Al Torchio, con inizio alle 20.15
Locarnese
3 ore

Alba, in attesa di risposte da Berna si compattano i ranghi

L’Associazione che si batte a difesa dell’Aeroporto cantonale di Locarno ha pronto un suo Consiglio strategico
Luganese
3 ore

Prima di quella dei conferenzieri, s’alza la voce di Greenpeace

Azione di alcuni militanti ‘verdi’, che in prossimità della sede degli incontri della conferenza sull’Ucraina hanno issato una finta pala eolica
Luganese
4 ore

A Lugano al lavoro per un ‘piano Marshall’ ucraino

Ultimi scampoli di conto alla rovescia in riva al Ceresio: alle 13.30 Ignazio Cassis e Volodymir Zelensky (virtualmente) daranno il via ai lavori
Luganese
7 ore

Conferenza Ucraina: ‘Simbolica? Direi piuttosto solidale’

Artem Rybchenko, ambasciatore ucraino a Berna, sulla Ukraine Recovery Conference di Lugano: ‘Preziosa opportunità di incontro coi partner internazionali’
Luganese
7 ore

Resega e dintorni, un ‘regalo’ all’Hcl?

Fa discutere la concessione di un diritto di superficie per una palazzina attigua alla pista
Ticino
15 ore

L’economia dei lavoretti da noi è ‘poco diffusa’

Lo rileva il Consiglio di Stato rispondendo a un’interrogazione di Sirica (Ps) in seguito al ‘caso Divoora’. Attesi approfondimenti a livello nazionale
Locarnese
16 ore

JazzAscona 2022, organizzatori molto soddisfatti

Sotto il segno del gemellaggio con New Orleans la maratona musicale ticinese, giunta alla 38esima edizione, ha registrato un ottimo successo
Locarnese
17 ore

Salvataggio Sub Gambarogno, dati due nuovi brevetti

 Mattia Ferrari e Roberto Plebani hanno ottenuto il brevetto per i salvataggi nelle acque libere
Locarnese
17 ore

Mortale di Broglio, ‘Daniele amava la valle e la sua libertà’ 

Il 20enne è deceduto nell’incidente stradale avvenuto stanotte. Nato al ‘piano’ ma col cuore fra le montagne. Il ricordo di parenti e amici.  
20.01.2022 - 14:47
Aggiornamento: 16:59

Locarno, per il casinò la Kursaal firma con un nuovo partner

Dopo la lunga vertenza con il Gruppo Ace di Zurigo, la società (di cui la Città è la maggiore azionista) passa allo Stadtcasino Baden Group

La società Kursaal Locarno Sa ha siglato nei giorni scorsi un contratto con Stadtcasino Baden Group, che gestisce il Grand Casino di Baden, titolare di una concessione di tipo A, e che fino a pochi mesi fa aveva una partecipazione nel Casinò di Davos. L’accordo riguarda l’affitto, a partire dal 2025, di parte dello stabile della Kursaal. Da parte sua, il gruppo argoviese intende presentare quest’anno al Consiglio Federale una domanda di concessione per la gestione di un Casinò a Locarno. Berna dovrebbe determinarsi sul rinnovo delle concessioni per le case da gioco svizzere già nell’autunno del 2023. L’intento di Kursaal Locarno è quello di trovare un nuovo partner per la gestione della casa da gioco ospitata all’interno dello storico stabile di Largo Zorzi, in vista della scadenza del contratto con l’attuale gestore, il Gruppo Ace, con sede a Zurigo.

È noto infatti che tra l’attuale gestore e Kursaal Locarno è in corso da tempo una vertenza. E la stessa Kursaal Sa, in una nota stampa, spiega: “La decisione assunta unilateralmente da Casinò Locarno di non corrispondere il canone locativo pattuito per gli spazi che occupa e d’interrompere il versamento dei contributi alla Fondazione turismo Lago Maggiore e alla Fondazione cultura nel Locarnese (contributi pattuiti in altrettante convenzioni), ha compromesso il rapporto di fiducia che è indispensabile premessa per stipulare nuovi contratti, tanto più se di lunga durata”.

Kursaal Locarno ritiene di aver ora identificato “un nuovo partner contrattuale, affidabile e serio, con cui affrontare la sfida della procedura di concessione e guardare costruttivamente al futuro”. Ovviamente, il contratto di affitto entrerà in vigore soltanto se Stadtcasino Baden Group otterrà la concessione per operare sulla piazza locarnese, e avrà una durata pari alla concessione stessa.

Va qui ricordato che il 13 dicembre scorso il Consiglio Comunale di Locarno ha accordato il credito di tre milioni di franchi chiesto dal Municipio per acquistare le azioni della Kursaal Sa detenute dall’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli. Con questa operazione strategica, la Città è divenuta azionista di maggioranza della società Kursaal Locarno, garantendosi la possibilità di pianificare a lungo termine e con maggiore autonomia il futuro dell’edificio e della circostante area urbana.

«Sono rimasto colpito molto positivamente dall’approccio del gruppo Stadtcasino Baden, che fin dai primi incontri con noi ha dimostrato un profondo interesse per la regione del Locarnese, che li ha conquistati per la bellezza del territorio e per le sue potenzialità – afferma Alain Scherrer, sindaco di Locarno e vicepresidente della Kursaal –. Un interesse che non si limita quindi a una pura logica di business. Ritengo che questo approccio sia fondamentale per costruire, e soprattutto mantenere nel tempo, un reciproco rapporto solido e duraturo, basato su valori condivisi e sull’amore per la nostra regione».

«Al di là del contratto d’affitto – dichiara Jürg Altorfer, presidente del Cda di Stadtcasino Baden Group – ci impegniamo anche a sostenere finanziariamente due fondazioni di pubblica utilità, ben radicate nel tessuto sociale e da lungo tempo attive nella regione. Una di queste gestisce l’attività teatrale locarnese, mentre la seconda sostiene progetti ed eventi culturali e turistici di valenza regionale».

La strategia del gruppo argoviese è molto chiara: presentare entro quest’anno al Consiglio Federale la migliore domanda possibile puntando a ottenere la concessione. «Sono convinto – prosegue Altorfer – che possiamo farcela, perché a Baden abbiamo dimostrato per 20 anni che sappiamo il fatto nostro. E, soprattutto, perché il nostro progetto intende creare valore aggiunto per l’intera regione e vogliamo lavorare fianco a fianco con enti pubblici e fondazioni nei settori culturale e turistico. Siamo convinti che potremo creare una situazione win-win dalla quale l’intero Locarnese potrà trarre beneficio». La domanda di concessione verrà presentata dal gruppo argoviese con il sostegno della Città di Locarno e il contratto d’affitto con la Kursaal rappresenta il prerequisito fondamentale per poter procedere nella prima fase e portare a termine quello che è stato chiamato “Progetto Gottardo”.

«Quando siamo stati contattati dalla società Kursaal e ci è stato chiesto se potevamo immaginare di gestire un casinò nel loro stabile – aggiunge il presidente di Stadtcasino Baden Group – ci siamo informati e abbiamo scoperto che a Locarno e a Baden abbiamo costellazioni abbastanza simili, per esempio per quanto riguarda il coinvolgimento dell’ente pubblico. Naturalmente non avremmo firmato questo contratto senza prima aver verificato la possibilità di gestire un casinò redditizio a Locarno, garantendo al tempo stesso il sostegno finanziario alle due fondazioni che operano nell’interesse dell’intera regione».

Altorfer fa anche un accenno agli attuali collaboratori della casa da gioco locarnese: «Al momento non possiamo fornire garanzie, ma è chiaro che se otterremo la concessione avremo bisogno di personale qualificato in loco».

Leggi anche:

La Città punta 3 milioni sulla maggioranza in casa Kursaal

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
kursaal locarno locarno stadtcasino baden group
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved