l-irsol-con-l-usi-illumina-il-locarnese-universitario
Ti-Press
Un occhio... di riguardo per Sua Maestà il sole
21.12.2021 - 10:19
Aggiornamento: 16:15

L’Irsol con l’Usi... illumina il Locarnese universitario

L’importante affiliazione, in atto da inizio anno, sottolineata in un incontro fra l’Istituto ricerche solari e il Convivio dei sindaci

Il Convivio intercomunale dei sindaci del Locarnese (Cisl) ha recentemente incontrato i responsabili dell’Istituto ricerche solari di Locarno (Irsol), che ha sede a Locarno Monti. All’incontro erano presenti il direttore Michele Bianda, il segretario della Fondazione Paolo Ambrosetti e il membro di comitato Gianfranco Giugni.

È stata approfondita l’importanza scientifica dell’Istituto, riconosciuto dalla Confederazione quale struttura di ricerca d’importanza nazionale e, dal 1° gennaio 2021, affiliato all’Usi. Per la regione si tratta di una prima, considera il Cisl in una nota: “Il Locarnese può finalmente annoverare nel suo territorio una componente della formazione universitaria della Svizzera italiana, ben presto affiancata dalla cattedra nell’ambito dell’audiovisivo che dovrebbe insediarsi al Palacinema di Locarno”.

Rinnovata negli scorsi anni grazie ad importanti donazioni private, la sede dell’istituto impiega 12-15 collaboratori altamente qualificati (posti fissi, dottorandi e postdoc), oltre ai molti giovani studenti che svolgono i propri lavori di bachelor e master. Come sottolineato dal direttore del centro, il Locarnese, con un soleggiamento diffuso sull’arco dell’anno, si presta particolarmente per l’osservazione del sole, permettendo di meglio comprendere gli effetti fisici che avvengono sulla nostra stella. La comprensione di questi eventi, spesso legati alla presenza di campi magnetici, permette, tra le altre cose, di tenere il sole sotto controllo, ad esempio nel caso di forti eruzioni per le quali il funzionamento di elettrodotti e pipeline potrebbe essere compromesso. Un’osservazione precoce permetterebbe di mitigarne gli effetti. Il lavoro di ricerca è possibile anche grazie a molte collaborazioni internazionali.

L’Irsol è stato inaugurato nel 1960 su commissione della Universitäts Stenwarte di Göttingen (Germania) proprio per le condizioni favorevoli di esposizione duratura al sole che non per niente hanno portato il Locarnese ad essere indicato come la “Sonnenstube” svizzera.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
irsol istituto ricerche solari locarnese sindaci usi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved