ponte-brolla-si-attrezza-per-l-arrampicata
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
7 min

Contagi, ospedalizzati e pazienti in cure intensive in calo

Buone nuove nelle ultime 24 ore sul fronte coronavirus in Ticino. Dove per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi
Luganese
51 min

‘La massa critica per riportare i tifosi a Cornaredo c’è’

Con Roberto Badaracco, vicesindaco di Lugano, ripercorriamo le vicissitudini che hanno caratterizzato l’ultimo anno dell’Fc Lugano
Bellinzonese
1 ora

Il Social Truck cerca nuovi partner per aiutare ancora i giovani

Il servizio offerto ai ragazzi di Bellinzona necessita di nuovi fondi visto che a settembre finiranno i sussidi della Confederazione
Gallery
Locarnese
2 ore

Violento incendio in un appartamento in via San Jorio

Vasto dispiegamento di pompieri a Locarno: palazzina evacuata. Due persone intossicate e un ferito portati all’ospedale per le cure del caso
Locarnese
5 ore

‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’

Festa liceale interrotta, parla la vittima: ‘Quei violenti venivano da fuori. Cercavano solo un pretesto per attaccar briga. Le istituzioni reagiscano’
Ticino
5 ore

Un Arcobaleno per ogni deputato? ‘Il santo non vale la candela’

L’iniziativa di Ermotti-Lepori e Berardi (Ppd) per favorire l’uso del trasporto pubblico non convince a Commissione parlamentare ‘Costituzione e leggi’
Ticino
5 ore

‘Chi propone la polizia unica non conosce la realtà ticinese’

Felice Dafond, Associazione dei comuni: non ci sono motivi per rivedere l’organizzazione attuale, le polcom garantiscono la sicurezza di prossimità
Grigioni
13 ore

San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura

Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
24.11.2021 - 15:18

Ponte Brolla si ‘attrezza’ per l’arrampicata

Tra gli investimenti pubblici inseriti nel preventivo di Terre di Pedemonte vi è anche il progetto di riqualifica dell’ex sedime (laghetto) Aet

Un preventivo 2022 che dovrebbe chiudere con un disavanzo d’esercizio contenuto e che non turba affatto i sonni delle autorità di Terre di Pedemonte. Comune finanziariamente virtuoso, quello delle Tre Terre non rinuncia dunque a investire in opere di pubblica utilità. Tra quelle di maggior rilievo inserite nel documento contabile che il Legislativo dovrà approvare a dicembre, segnaliamo la progettazione della passerella ciclopedonale tra Verscio e Tegna, la pianificazione del trasferimento degli alunni dell’asilo nel comparto delle Scuole elementari e il posteggio nell’ex laghetto Aet, a Ponte Brolla. Un fondo, quest’ultimo, sul quale il Municipio vorrebbe poter edificare un piccolo centro servizi per lo svago e il turismo. L’area, come noto, è meta ambita soprattutto degli appassionati di arrampicata (molti dei quali provenienti da oltre Gottardo) e oggi non dispone nemmeno dei servizi igienici. Del tema, lo ricordiamo, si discute da diverse legislature. Come qualcuno forse ricorderà, già l’allora Municipio di Tegna aveva elaborato una variante di Piano regolatore per definire l’assetto di quest’area. L’accordo preso a suo tempo con l’Aet prevedeva che, una volta eliminato il laghetto in disuso e a conclusione della deponia, il sedime in questione conservasse la sua funzione pubblica.

Area di svago servita da bus, treno e pista ciclabile

Un discorso che l’attuale Municipio ha quindi rilanciato e fatto suo, conscio dell’attrattiva del luogo (servito da autobus, pista ciclabile e treno della Centovallina) non solo per la palestra di roccia, bensì per i suoi grotti, i ristoranti e le gole della Maggia. Tra le offerte, come detto, vi è pure l’arrampicata all’aperto, disciplina che richiama settimanalmente frotte di appassionati (e pure militari per l’addestramento). Per questa ragione il Municipio lo scorso quadriennio ha commissionato uno studio (compito assegnato a una ditta specializzata di Zurigo) che gli permettesse di meglio inquadrare il “fenomeno”. Dalla valutazione, che ha coinvolto tutti gli operatori della zona, è emersa la necessità di mettere a disposizione degli sportivi/turisti un minimo di offerta infrastrutturale (piccolo snack bar, servizi igienici con docce, saletta teoria). Il tutto senza, ovviamente, originare concorrenza con gli esercizi pubblici dell’area. Parallelamente dovranno essere ricavati anche dei posteggi da mettere a disposizione dei frequentatori dell’area. Per capire come strutturare l’edificio e l’offerta l’Esecutivo si è rivolto a un architetto che dovrà presentare un piano d’intervento con le proposte del caso. Parallelamente si sta pianificando di accrescere la sicurezza della pista ciclabile che dalla campagna di Tegna conduce al raccordo con la Vallemaggia. L’idea, come noto, è di togliere le bici dalla strada cantonale in zona case Margaroli, sfruttando il tracciato in parte sterrato che costeggia proprio l’ex laghetto Aet.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aet arrampicata laghetto ponte brolla
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved