onsernone-un-servizio-per-bambini-e-famiglie
(Archivio Ti-Press)
Locarnese
06.10.2021 - 21:000

Onsernone, un servizio per bambini e famiglie

Costituita un’associazione per promuovere il doposcuola e le attività socializzanti in valle. Un aiuto alle famiglie attraverso la promozione di iniziative

Mamme e papà della Valle Onsernone hanno deciso di unirsi per dar luogo a un’associazione pensata per promuovere il doposcuola e le attività extrascolastiche dei più piccoli residenti in valle. Si chiama “Associazione famiglie per l’Onsernone”, è stata costituita a fine agosto e, tra le sue finalità, ha pure quella di difendere la presenza della sede scolastica (Elementari e dell’infanzia) a Loco dall’eventuale chiusura. Una prospettiva ventilata dal Cantone negli scorsi mesi a causa del numero insufficiente di bambini ma che, grazie agli sforzi dell’autorità municipale e dei genitori ha potuto essere, almeno per ora, scongiurata.
Diversi, come detto, gli scopi di questo nuovo servizio gratuito (chiamato a “sostituire” l’opera del precedente Gruppo genitori, scioltosi da qualche tempo ormai) che ha già raccolto le prime adesioni e che focalizza i suoi sforzi maggiori sull’intrattenimento, facoltativo, dei ragazzi fuori dagli orari prettamente scolastici, in modo da favorire l’incontro tra i bambini e, al tempo stesso, aiutare quei genitori chiamati a conciliare famiglia e lavoro (evitando loro di doversi organizzare con aiuti esterni). A fine settembre è iniziato un corso di circo e, a breve, ne inizierà uno dedicato alla lettura di fiabe. Si tratta delle prime, concrete, iniziative. Le idee non mancano, si tratterà ora anche di trovare una sede opportuna (cosa non evidente in questi tempi di restrizioni sanitarie).
Attenzione è pure posta sull’organizzazione di eventi e momenti di vita sociale in valle che consentano a grandi e piccini di conoscersi, intrattenersi e interagire. Provare a costruire un ponte che colleghi le famiglie, creando collaborazioni anche con persone che non necessariamente hanno bimbi in età scolastica e che sono disposte a partecipare al progetto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved