ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
11 ore

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
14 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
17 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
21 ore

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
1 gior

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
Luganese
1 gior

Lac, bilancio condizionato dalla pandemia del Covid

L’ente culturale fa segnare un leggero utile d’esercizio, i conti in Consiglio comunale
Bellinzonese
1 gior

Bodio: riprendono i mercatini benefici dell’Associazione Alessia

A partire da mercoledì 1 febbraio nello stabile ex Monteforno
14.07.2021 - 19:40

In colonia a Sonogno per 9 ore senza elettricità né acqua

Avventura fuori programma martedì per 62 bambini. E il tema dei pirati scelto per il soggiorno è divenuto metafora utile per la prova di coraggio

di Guido Grilli
in-colonia-a-sonogno-per-9-ore-senza-elettricita-ne-acqua
Capitani... coraggiosi

Quando si dice il destino. Il tema scelto per la colonia estiva di luglio per i 62 bambini dai 6 ai 12 anni è stato, "I pirati sull'isola di Sonogno". E l'avventura non è davvero mancata. Diciamo un "fuori programma". Luogo: la casa Sant'Angelo, sede del soggiorno residenziale organizzato dall'Associazione Centri Ocst per l'infanzia, nel Comune della Val Verzasca. Martedì. Nove del mattino. Fuori, pioggia e grandine e un insolito buio, non ancora le tenebre, ma «qualcosa di molto simile». E all'improvviso il black out. 

'Hanno dimostrato tutti grande bravura'

«Stavamo facendo colazione, quando di colpo è saltata la luce. Non c'era più l'elettricità e anche i telefonini non prendevano più per mancanza di rete» - raccontano Alessia Bianda e Corrado Knecht, i due direttori didattici della colonia. E la reazione dei bambini qual è stata? «Li abbiamo riuniti e abbiamo spiegato loro cos'è successo. Poi, abbiamo evocato la metafora dei pirati scelta per la nostra colonia. Abbiamo ricordato loro che siamo su "una nave" e che dobbiamo aiutarci come se fossimo in tempesta, in mare aperto - in effetti le condizioni meteo evocavano questa immagine - e abbiamo chiesto loro pazienza, cosa che hanno dimostrato tutti con grande bravura. Con la poca luce che proveniva dall'esterno siamo comunque riusciti a svolgere attività di gioco all'interno». Ma le disavventure non sono finite per i protagonisti del soggiorno residenziale, perché a Sonogno è mancata pure l'acqua potabile, «prontamente sostituita con bottiglie di minerale». Coinvolti naturalmente anche gli oltre 20 collaboratori della colonia - 13 monitori «abili ad adattare il programma», un cuoco «che è riuscito magistralmente a garantire il pranzo riscaldando i pasti preparati in anticipo con un fornello a gas», 8 ausiliari, un'infermiera e il custode. Come ne siete usciti? «Durante il black out - proseguono i due direttori didattici della colonia - siamo subito scesi fino a Lavertezzo, dove i telefonini avevano il segnale e abbiamo contattato la nostra responsabile dell'Associazione Centri Ocst per l'infanzia, Nadia Negrinotti, che con l'aiuto del segretario comunale, Romano Bordoli a sua volta ha avvertito l'operaio comunale di Sonogno, il quale ha raggiunto la colonia avvisando che l'acqua non era potabile. La luce è tornata alle 18 e tra i bambini c'è stato un boato di gioia. È stato un momento molto bello. La disavventura ci ha uniti ancora di più». I bambini non si sono dunque spaventati? «Assolutamente no. Stiamo parlando di pirati coraggiosi». 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved