PIGOSSI L./STEFANI L.
0
BENCIC B./GOLUBIC V.
1
2 set
(5-7 : 0-0)
SIEGEMUND L./KRAWIETZ K.
STOJANOVIC N./DJOKOVIC N.
14:05
 
bavona-turisti-invitati-a-rientrare-per-evitare-rischi
Valle Bavona, una frana blocca la strada fra San Carlo e Sonlerto (foto laRegione)
+28
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
2 min

Ps Mendrisiotto, costituito l'Ufficio presidenziale

Cariche e ruoli saranno definiti nelle prossime settimane e la sezione, presieduta da Marco D'Erchie, inizierà ufficialmente la sua attività
Mendrisiotto
19 min

Mendrisiotto, un defibrillatore automatico esterno per il Sam

Il Servizio autoambulanza lo ha ricevuto in dono dalla S'nce group, digital agency di Stabio
Mendrisiotto
1 ora

Revocato l'avviso di scomparsa per Haylem Sissaui

La polizia cantonale dichiara che non verranno rilasciate ulteriori informazioni
Mendrisiotto
1 ora

Stabio solidale con le persone colpite da catastrofi naturali

Il Municipio ha deciso di devolvere cinquemila franchi alla Catena della solidarietà
Mendrisiotto
1 ora

Chiasso, LumacaMaca e i suoi amici diventano un memory

Nuova iniziativa solidale di Moreno Colombo a favore della Fondazione Valsangiacomo e della Società svizzera per la Fibrosi cistica
Mendrisiotto
2 ore

Chiasso, è Mario Grassi a lasciare BancaStato

A inizio agosto l'attuale direttore passerà al beneficio della pensione. Gli subentra Marco Soragni
Locarnese
2 ore

Faggete Lodano patrimonio Unesco, il plauso dipartimentale

A un anno e mezzo dall'inoltro della candidatura a Parigi, ufficializzata l'iscrizione nella lista mondiale. Il Cantone: “Impegno per la conservazione”
Luganese
4 foto

Campione d'Italia si è svegliato con un lago di legno

I detriti si sono addensati sulla riva del Ceresio dopo il maltempo delle scorse ore
Ticino
3 ore

Covid-19, 42 persone contagiate in Ticino nelle ultime 24 ore

I ricoverati in terapie intensive sono sempre quattro, registrato un decesso
Luganese
5 ore

A2, mattinata di traffico congestionato causa incidenti

Fra le gallerie del dosso di Taverne e del Monte Ceneri: auto bloccate. Questo è il secondo di due incidenti che hanno provocato disagi alla circolazione.
Locarnese
8 ore

Locarno Film Festival, l’impronta ecologica del Pardo

Bando della plastica monouso e promozione della mobilità lenta sono solo due delle pratiche virtuose dell'impegno nei confronti della sostenibilità ambientale
Ticino
8 ore

Covid pass in azienda? ‘Poco probabile’

Albertoni: chiedere ai dipendenti se sono vaccinati è ‘concesso in modo limitato’
Locarnese
13.07.2021 - 17:590
Aggiornamento : 21:38

Bavona, turisti invitati a rientrare per evitare rischi

La valle è isolata a causa del crollo di un ponte e di franamenti. All'aeroporto di Locarno, l'hangar è distrutto. Piante sradicate ai Lidi di Tenero e Locarno

La pioggia e i forti temporali tornano a colpire ancora – e in particolare – la valle del Locarnese. Stavolta è il turno della Valle Bavona dove, le copiose precipitazioni, hanno causato diverse frane. Una prima massa di fango, sassi, legno e ghiaia è caduta stamattina ed è andata a depositarsi sulla strada che collega le terre di Sonlerto a San Carlo, ultimo paese della vallata e stazione montana della funivia che porta a Robiei. Nel corso della giornata di oggi, altri due smottamenti sono stati registrati nella regione. Uno ancora a San Carlo, dove una porzione di strada è stata letteralmente spazzata via dai massi e dall’acqua. L’altra frana invece ha colpito le vie di comunicazione di Mondada, villaggio situato ad inizio valle.
Sul posto, a coordinare i lavori di rimozione del materiale, l'Ufficio tecnico del Comune di Cevio, gli addetti dell’Ofima e la Forestale. 

Turisti di giornata invitati al rientro

 Data la situazione, si è deciso di chiudere completamente la strada che porta alla Valle Bavona. Per scongiurare ogni rischio sul posto è stato deciso di agevolare il rientro dei turisti di giornata e di avvisare i proprietari di abitazioni secondarie dei pericoli generati dai corsi d'acqua. L'operazione ha interessato una decina di persone, turisti confederati per lo più. Restando nel Comune capoluogo della Vallemaggia, a Bignasco nel pomeriggio si è verificato un dissesto, causato dall’acqua, nei pressi di una abitazione, mentre a Cavergno è fuoriuscito un riale lungo la strada che porta alle case Ofima. Particolarmente colpito anche tutto il Piano di Magadino e le strutture aeroportuali.


Una frana di fango e detriti blocca la strada fra San Carlo e Sonlerto (foto laRegione)

Piano di Magadino allagato, hangar aeroporto distrutto

L'Hangar 1 dell'aeroporto di Locarno-Magadino è stato investito da una tromba d'aria che l'ha scoperchiato, le folate violente di vento hanno demolito parte del tetto e la grande porta scorrevole d'accesso, scaraventata all'interno e caduta su alcuni velivoli. I danni sono ingenti. Si parla di diversi milioni di franchi.


L'hangar dell'aeroporto di Locarno-Magadino

La mattinata è stata finora impegnativa sul fronte del maltempo per i Civici pompieri di Locarno e i loro omologhi dei Comuni del Piano di Magadino, intervenuti in forze dalle rispettive caserme. Il temporale con raffiche di vento abbattutosi in queste ore ha provocato la caduta di un gran numero di alberi lungo le strade. Soprattutto nei Comuni di Gordola e Tenero, dove è giunta notizia di una pianta abbattutasi su un bus dell' Autopostale, fortunatamente senza causare feriti. Alberi e rami sono crollati anche all'interno del Campeggio Riarena; da informazioni in nostro possesso sembra che le raffiche di vento abbiano generato danni anche all'Aeroporto cantonale. A farne le spese alcuni velivoli posteggiati sul tarmac, finiti sottosopra. 

Alberi divelti ai Lidi di Locarno e Tenero, alcune auto ricoperte di detriti a Ronco

Sulla sponda locarnese del lago, in zona Lido, sono stati segnalati alberi sradicati; la copertura della terrazza del Lido di Tenero è stata distrutta dalla caduta di un albero. A Ronco s/Ascona poco prima delle 15 uno smottamento ha seppellito alcune auto posteggiate di fronte alla casa comunale. Nessuno è rimasto ferito ma i danni ai veicoli sono ingenti. Si sta lavorando per rimuovere i mezzi.  La Società Elettrica Sopracenerina ha reso noto  che, a causa delle condizioni meteorologiche avverse, si registrano in particolare guasti sulle linee primarie 16 kV in diverse zone del comprensorio. Attualmente la rete elettrica è fuori servizio nel Gambarogno (monti di Vairano, monti di Piazzogna e monti di Fosano) e in Valle Verzasca (da Brione Verzasca a Sonogno).

 

 

Guarda 29 immagini e 3 video
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved