bavona-turisti-invitati-a-rientrare-per-evitare-rischi
Valle Bavona, una frana blocca la strada fra San Carlo e Sonlerto (foto laRegione)
+28
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 ore

Morbio Inferiore, ‘A cena con papà’

La manifestazione, organizzata dal Dicastero cultura, venerdì 20 maggio
Luganese
3 ore

Ponte Capriasca, evento solidale per Zanzibar

L’associazione Sister Island ha fondato un asilo e diversi progetti virtuosi di sviluppo
Luganese
3 ore

Comano, s’inaugura la Gra

Domenica 22 maggio festa al Parco San Bernardo con le autorità e il patriziato
Bellinzonese
4 ore

Scoprire la biodiversità con il Festival della natura

Dal 18 al 22 maggio in tutto il cantone si terrà una manifestazione che porterà la popolazione a diretto contatto con l’ambiente
Locarnese
4 ore

Delitto di Avegno, presunto autore trasferito alla Farera

Il ministero pubblico ha disposto una perizia psichiatrica, per chiarire lo stato di salute. Il 21enne avrebbe ucciso la madre colpendola ripetutamente
Grigioni
4 ore

Gestione del bosco nell’Ottocento, se ne parla a Soazza

Appuntamento per sabato 21 maggio
Ticino
4 ore

Imposte di circolazione, Dadò: ‘Siamo pronti ad andare in aula’

Il presidente del Ppd (e della Gestione) presenta il rapporto sulle iniziative popolari promosse nel 2017: ‘È ora di decidere’. Ma Plr e Ps nicchiano
Mendrisiotto
4 ore

Provvida Madre fa 50 e si regala Casa Ursula

La fondazione è attiva da anni nell’assistenza a persone con disabilità. ‘Servizi cambiati, ma non la passione’. Pubblicato un libro di testimonianze
Bellinzonese
4 ore

Anziani, anche De Rosa a Bodio per l’assemblea di GenerazionePiù

I delegati si riuniranno il 24 maggio. All’ordine del giorno pure la presentazione del consigliere di Stato su pianificazione integrata e cure a domicilio
Bellinzonese
5 ore

A Bellinzona niente prepensionamento né aiuto per premi malattia

Il Consiglio comunale boccia anche la mozione per la posa di un albero/figlio. Ma vota quella per migliorare gli ecocentri
Mendrisiotto
5 ore

Sfornata la nuova guida turistica Mendrisiotto e Basso Ceresio

Stampata in 30mila copie e tradotta in quattro lingue, presenta fra i dossier il sentiero della Muggiasca e l’itinerario per hand bike al Serpiano
Ticino
5 ore

Presidente del Consiglio sinodale riformato è Stefano D’Archino

Nell’esecutivo della Chiesa evangelica succede a Tobias Ulbrich. Approvata una mozione critica nei confronti del Patriarca Kirill
13.07.2021 - 17:59
Aggiornamento : 21:38

Bavona, turisti invitati a rientrare per evitare rischi

La valle è isolata a causa del crollo di un ponte e di franamenti. All'aeroporto di Locarno, l'hangar è distrutto. Piante sradicate ai Lidi di Tenero e Locarno

La pioggia e i forti temporali tornano a colpire ancora – e in particolare – la valle del Locarnese. Stavolta è il turno della Valle Bavona dove, le copiose precipitazioni, hanno causato diverse frane. Una prima massa di fango, sassi, legno e ghiaia è caduta stamattina ed è andata a depositarsi sulla strada che collega le terre di Sonlerto a San Carlo, ultimo paese della vallata e stazione montana della funivia che porta a Robiei. Nel corso della giornata di oggi, altri due smottamenti sono stati registrati nella regione. Uno ancora a San Carlo, dove una porzione di strada è stata letteralmente spazzata via dai massi e dall’acqua. L’altra frana invece ha colpito le vie di comunicazione di Mondada, villaggio situato ad inizio valle.
Sul posto, a coordinare i lavori di rimozione del materiale, l'Ufficio tecnico del Comune di Cevio, gli addetti dell’Ofima e la Forestale. 

Turisti di giornata invitati al rientro

 Data la situazione, si è deciso di chiudere completamente la strada che porta alla Valle Bavona. Per scongiurare ogni rischio sul posto è stato deciso di agevolare il rientro dei turisti di giornata e di avvisare i proprietari di abitazioni secondarie dei pericoli generati dai corsi d'acqua. L'operazione ha interessato una decina di persone, turisti confederati per lo più. Restando nel Comune capoluogo della Vallemaggia, a Bignasco nel pomeriggio si è verificato un dissesto, causato dall’acqua, nei pressi di una abitazione, mentre a Cavergno è fuoriuscito un riale lungo la strada che porta alle case Ofima. Particolarmente colpito anche tutto il Piano di Magadino e le strutture aeroportuali.


Una frana di fango e detriti blocca la strada fra San Carlo e Sonlerto (foto laRegione)

Piano di Magadino allagato, hangar aeroporto distrutto

L'Hangar 1 dell'aeroporto di Locarno-Magadino è stato investito da una tromba d'aria che l'ha scoperchiato, le folate violente di vento hanno demolito parte del tetto e la grande porta scorrevole d'accesso, scaraventata all'interno e caduta su alcuni velivoli. I danni sono ingenti. Si parla di diversi milioni di franchi.


L'hangar dell'aeroporto di Locarno-Magadino

La mattinata è stata finora impegnativa sul fronte del maltempo per i Civici pompieri di Locarno e i loro omologhi dei Comuni del Piano di Magadino, intervenuti in forze dalle rispettive caserme. Il temporale con raffiche di vento abbattutosi in queste ore ha provocato la caduta di un gran numero di alberi lungo le strade. Soprattutto nei Comuni di Gordola e Tenero, dove è giunta notizia di una pianta abbattutasi su un bus dell' Autopostale, fortunatamente senza causare feriti. Alberi e rami sono crollati anche all'interno del Campeggio Riarena; da informazioni in nostro possesso sembra che le raffiche di vento abbiano generato danni anche all'Aeroporto cantonale. A farne le spese alcuni velivoli posteggiati sul tarmac, finiti sottosopra. 

Alberi divelti ai Lidi di Locarno e Tenero, alcune auto ricoperte di detriti a Ronco

Sulla sponda locarnese del lago, in zona Lido, sono stati segnalati alberi sradicati; la copertura della terrazza del Lido di Tenero è stata distrutta dalla caduta di un albero. A Ronco s/Ascona poco prima delle 15 uno smottamento ha seppellito alcune auto posteggiate di fronte alla casa comunale. Nessuno è rimasto ferito ma i danni ai veicoli sono ingenti. Si sta lavorando per rimuovere i mezzi.  La Società Elettrica Sopracenerina ha reso noto  che, a causa delle condizioni meteorologiche avverse, si registrano in particolare guasti sulle linee primarie 16 kV in diverse zone del comprensorio. Attualmente la rete elettrica è fuori servizio nel Gambarogno (monti di Vairano, monti di Piazzogna e monti di Fosano) e in Valle Verzasca (da Brione Verzasca a Sonogno).

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
frana val bavona gordola magadino maltempo ticino piano magadino valle bavona
Guarda 29 immagini e 3 video
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved