losone-sentenza-ex-caserma-e-una-vittoria-di-pirro
(Foto Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
9 ore

Malore in auto, code fino a 10 km in Leventina

Pomeriggio di passione sull’autostrada A2 in direzione nord a causa di una persona incolonnata all’altezza di Ambrì che si è sentita male
Gallery
Bellinzonese
11 ore

Auto contro moto sulla cantonale a Iragna, un ferito

L’incidente è accaduto attorno alle 14.30. Chiuso per circa un’ora il tratto stradale teatro del sinistro
Ticino
17 ore

Auto in panne, galleria del San Gottardo chiusa (direzione nord)

Mentre al portale urano già dal mattino si registravano code chilometriche, anche a quello di Airolo sono da prevedere disagi
Locarnese
19 ore

La Centovallina torna a circolare in Italia

Interrotto ieri a causa dei disagi provocati dalle abbondanti precipitazioni, il servizio internazionale è ripreso stamane
Ticino
23 ore

Quarta dose per viaggiare? ‘Disponibile a pagamento’

Il secondo richiamo al momento non è né omologato da Swissmedic né raccomandato dall’Ufficio federale. Costa circa 60 franchi.
Gallery
Locarnese
23 ore

Il caro benzina appesantisce l’aviazione leggera

L’Aero club Locarno fa i conti con l’impennata del prezzo del carburante. Si vola meno e per i pezzi di ricambio occorre pazienza.
Mendrisiotto
23 ore

Scuole di Riva San Vitale, ‘si rischia il blocco dei lavori’

A lanciare l’allarme è il municipale Sergio Bedulli: ‘Approvate quasi 30 opere non previste. Superamento dell’importo sulle delibere vicino al 10%’.
Luganese
1 gior

‘Un campeggio antimilitarista contro la conferenza a Lugano’

È quanto ha organizzato, da questa sera fino a lunedì, il Csoa Molino a Massagno al parco Ippocastano
Locarnese
1 gior

Polizia, Zanchi: ‘Niente campagna elettorale sugli agenti’

Locarno, il capodicastero sicurezza replica a Cotti: ‘Avevo informato tutti in municipio sui contenuti della conferenza stampa’.
Bellinzonese
1 gior

Gorduno-Galbisio, Santa Messa a San Carpoforo

Il Consiglio parrocchiale informa del cambiamento per la celebrazione di domenica 3 luglio delle 10.30
23.06.2021 - 17:40
Aggiornamento: 18:14

Losone, sentenza ex Caserma: ‘È una vittoria di Pirro’

Il Municipio reagisce amareggiato alla decisione del Tram di "sfrattare" dal comparto diversi protagonisti di punta del settore culturale

È un duro colpo alla creazione di un polo culturale e del tempo libero per il Locarnese quello sferrato dalle sentenze del Tribunale cantonale amministrativo (Tram) sul ricorso di privati contro la pianificazione dell’ex Caserma di Losone. A sostenerlo è il Municipio di Losone dopo che il Tram ha bocciato la variante di Pr approvata dal Consiglio comunale e poi confermata dal Consiglio di Stato, così come il “sistema” delle autorizzazioni provvisorie concesse dal Municipio per l'utilizzo di spazi da parte di terzi nel comparto. Risultato: fra pochi mesi tutti dovranno andarsene.

"Nel Locarnese c’è un ricco e fiorente settore culturale che soffre di una cronica carenza di adeguati spazi – scrive l'esecutivo in una nota stampa –. L’acquisto da parte del Comune di Losone del complesso dell’ex Caserma San Giorgio con il proposito di rendere pubblicamente fruibile un’area particolarmente pregiata, da cui la popolazione è stata a lungo esclusa, aveva fatto sperare l’industria culturale della regione di aver finalmente trovato un luogo in cui poter crescere". In particolare negli ultimi tempi nei locali dell’ex Piazza d’armi avevano trovato provvisoriamente ospitalità due istituzioni di punta della Svizzera italiana, l’Accademia Dimitri e il Locarno Film Festival, che contavano di consolidare la loro presenza.

"Le loro speranze si sono scontrate con l’opposizione di alcuni privati cittadini, i cui ricorsi sono stati accolti dal Tribunale cantonale amministrativo (Tram), causando grande incertezza, non solo alle due istituzioni, ma anche ai tanti artisti e artiste già duramente colpiti dall’emergenza sanitaria".

Possibile ricorso

Il Municipio di Losone sta valutando la possibilità di impugnare le sentenze di fronte al Tribunale federale e assicura che farà tutto il possibile per evitare che l’attuale situazione metta in difficoltà chi ha già iniziato l’organizzazione delle proprie attività previste per l’estate. "A breve l’esecutivo losonese chiederà un incontro con il Consiglio di Stato, che aveva approvato la pianificazione del complesso decisa dal Consiglio comunale, per definire i prossimi passi. In ogni caso, i giovani che prevedevano di essere accolti al BaseCamp del Locarno Film Festival possono rassicurarsi: l’edizione 2021 del campus della rassegna locarnese è garantita". Anche il futuro dell’Accademia Dimitri, che aveva anche programmato di lanciare un nuovo corso di master, sarà oggetto di discussione con il Consiglio di Stato, al cui presidente il Tram ha ordinato di determinarsi sui provvedimenti cautelari che porteranno le studentesse e gli studenti a non poter più accedere all’ex Caserma.

I ricorsi e le relative sentenze rischiano di mettere in discussione il futuro di tutto il comparto dell’ex area militare, che fin dal suo acquisto aveva convogliato il sostegno di tutti gli attori del Locarnese, Comuni, enti, e tanti privati cittadini che vi vedevano un’opportunità di sviluppo per tutta la regione. "È una vittoria di Pirro, quella dei ricorrenti, che penalizza non solo il Comune, ma pure un’intera regione e il Cantone", conclude amareggiato il Municipio.

Leggi anche:

Ex Caserma, la pianificazione travolta dal Tram

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cultura ex caserma losone municipio tribunale cantonale amministrativo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved