locarno-le-e-bike-vanno-per-la-maggiore
Mobilità sostenibile (Ti-Press)
Locarnese
16.05.2021 - 15:510

Locarno, le e-bike vanno per la maggiore

Quasi esaurito il credito che la Città mette a disposizione dei cittadini per l'acquisto di biciclette elettriche

a cura de laRegione

Le biciclette elettriche piacciono ai cittadini di Locarno. Tanto che è già quasi esaurito l’importo che la Città ha messo a disposizione per il 2021 per il sostegno all’acquisto di queste due ruote.

L’Ufficio energia della Città di Locarno segnala che una volta terminato il fondo di 30mila franchi si dovrà attendere il 2022 per inoltrare nuove richieste. Pierluigi Zanchi, Municipale a capo dei Dicasteri sicurezza e Città dell'energia commenta: “Il celere esaurimento del sostegno indica una richiesta sempre maggiore e quindi un’accresciuta sensibilità legata alla mobilità lenta e all’ambiente, e questo è anche positivo. Si invita chi desiderasse richiedere questo contributo a farlo al più presto”.

L'aumento degli acquisti di biciclette elettriche è un trend in tutto il Ticino. Allo scopo di favorire tale scelta, Locarno ha introdotto un incentivo/contributo per l’acquisto da parte dei cittadini già dal 2012, e nei primi anni le richieste si aggiravano tra le 30 e 40 unità. “Si è in seguito registrato un rapido incremento, giungendo alle 90 richieste del 2017, nonché alla vera e propria esplosione nel 2020, costituita da ben 177 richieste – indica la Città –. Il Municipio, riconoscendo che il contributo non è più un vero incentivo all’acquisto, ma bensì un sostegno comunque importante per molte persone, ha deciso di mantenere tale contributo, limitando tuttavia l’importo complessivo annuo a 30mila franchi. Ad oggi sono già una settantina i contributi versati nel 2021 e l’importo a disposizione si è ridotto velocemente agli attuali seimila franchi circa. Si è quindi deciso di avvisare la popolazione con trasparenza, in modo che chi progetta un acquisto nei prossimi mesi sappia che il sostegno da parte della Città si sta velocemente esaurendo e non sarà scontato per gli acquisti dei prossimi mesi”. L’Ufficio energia, che si occupa anche di gestire le richieste d'incentivi e contributi nell’ambito energetico e per la mobilità, invita pertanto le cittadine e i cittadini che hanno intenzione di richiedere il contributo a farlo al più presto, prima che il contributo si estingua e si debba attendere il 2022 per inviare una richiesta.

Ricordiamo che il contributo è pari al 15 per cento del prezzo di acquisto per un massimo di 400 franchi e che si sostiene anche la sostituzione delle batterie con un contributo del 10 per cento per un massimo di 100 franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved