navigazione-da-lugano-piu-di-cosi-era-difficile-fare
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 min

Un anno fa scomparve Borradori, Foletti: ‘L’assenza si sente’

Il sindaco di Lugano ci racconta i suoi sentimenti personali e come sono mutate le dinamiche e gli equilibri all’interno del Municipio
Gallery
Bellinzonese
7 ore

Una raccolta fondi per scendere più in profondità

L’apneista bellinzonese Vera Giampietro chiede aiuto per partecipare ai Campionati del mondo previsti in Turchia a inizio ottobre
GALLERY
Mendrisiotto
7 ore

In Valle di Muggio gioielli del territorio a tutte le ore

A Caneggio e Muggio, all’esterno dei due negozi della Dispensa, sono stati posizionati due distributori automatici
Ticino
8 ore

Tf boccia lo sgravio del valore locativo. ‘Ora effetto domino’

Ghisletta (Ps): ‘basta svuotare le casse pubbliche’. Dura l’Udc: ‘Ps nemico di anziani e proprietari di case’. Vorpe (Supsi): ‘Altri cantoni seguiranno’.
Locarnese
9 ore

Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero

L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
Ticino
9 ore

Inflazione, il Ps: salari e aiuti più alti. Gli altri: sgravi

I socialisti presentano le loro proposte, a livello federale e cantonale, per contrastare il carovita. Durisch: oggi i colpiti sono soprattutto i fragili
Luganese
10 ore

Viadotto Brentino a Lugano, ‘perché la Città non fa nulla?’

La consigliera comunale Sara Beretta Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro) chiede al Municipio di attivarsi per una soluzione alla strada incompiuta
Luganese
10 ore

A2 Melide-Gentilino: concluso il grosso del risanamento fonico

Avviati nel 2019, agli sgoccioli i lavori sull’autostrada, L’Ustra: rispettata la tempistica e i costi preventivati
Locarnese
10 ore

Muralto Democratica fa le pulci ai conti (dopo la bocciatura)

Dieci domande al Municipio su temi che vanno dalle spese per il personale alla manutenzione riali, al rischio di non incassare le imposte arretrate
Locarnese
10 ore

‘Vento di vita vera’, la Bavona va sul grande schermo

Sabato sera in piazza a Moghegno la prima del film di Kurt Koller, realizzato in collaborazione con la Fondazione Valle Bavona
Luganese
10 ore

Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne

Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
Luganese
10 ore

Casa Andreina alla scoperta dei fiori di Bach

Conferenza informativa il 16 agosto con la naturopata e floriterapeuta, Laura Neri
Luganese
10 ore

Lugano: figli maltrattati, condannati i genitori

Tredici mesi, interamente sospesi per lei e parzialmente da espiare per lui e divieto di contattare i bimbi per due anni. Madre espulsa dalla Svizzera.
Locarnese
10 ore

Locarno, stop alla musica a mezzanotte

In risposta a un’interrogazione il Municipio concede un’ora in più alle manifestazioni sonore negli esercizi pubblici tra aprile e ottobre
Mendrisiotto
11 ore

‘Ho perso la testa’, atelier fotografico al Museo Vela

Dal 22 al 26 agosto ragazze e ragazzi dai 10 anni lavoreranno con il fotografo e artista Matteo Fieni
Locarnese
11 ore

‘Anche dopo la variante il club continuerà (eccome) a vivere’

Terrre di Pedemonte, il Municipio tranquillizza l’Associazione sportiva Tegna, preoccupata per la nuova pianificazione ai Saleggi
Bellinzonese
12 ore

Letture animate in ucraino e italiano a Bellinzona

L’evento, organizzato dalla biblioteca interculturale BiblioBaobab, si terrà mercoledì 17 agosto alle 10 in piazza Buffi
29.12.2020 - 18:09

Navigazione, da Lugano: ‘Più di così era difficile fare’

‘A ogni singolo collaboratore del bacino svizzero del Lago Maggiore proposti contratti alternativi. Chi non ha accettato lo ha fatto liberamente’

Nel 2020 sul bacino svizzero del Lago Maggiore hanno operato 22 fra marinai, amministrativi e inservienti sotto contratto con la Società di navigazione del Lago di Lugano, 5 dei quali distaccati da Lugano. Dei 22 totali, il 1. gennaio ne rimarranno soltanto 11 (di cui 4 di Locarno), perché in 8 hanno rifiutato un rinnovo contrattuale sottoposto da Snl a dicembre (3 dei quali senza rispondere) e 3 andranno in pensione.

Cercando di fare chiarezza sulla brutta piega che hanno preso gli eventi per il servizio di navigazione in acque svizzere sul Lago Maggiore, lo comunica Snl, che si spinge anche nei dettagli. Precisa infatti che “3 collaboratori hanno subordinato la firma del contratto ad aumenti salariali fino al 30% del loro attuale stipendio; uno ha subordinato la firma a turnistiche particolarmente favorevoli alla sua vita familiare; e uno ha espresso l'intenzione di cambiare attività”. Questa situazione si è generata dopo che a settembre Snl aveva inviato disdetta cautelativa a tutti i collaboratori operanti a Locarno. Questo, “alla luce dell’incertezza sulle trattative in corso tra gli organi ministeriali italiano e svizzero e le concessionarie (Gestione governativa navigazione laghi, Ggnl, da parte italiana, ed Snl da parte svizzera, ndr.) per il rinnovo degli accordi relativi alla navigazione sul bacino svizzero del Lago Maggiore”. Poi però a tutti i licenziati era stato proposto un contratto a tempo indeterminato, valido dal 1. gennaio, “la cui efficacia era subordinata al rinnovo, entro la fine del 2020, dell’Accordo quadro di gestione tra Ggnl e Snl”. Qualora il rinnovo dell'accordo non fosse giunto (cosa che è poi successa), Snl “si impegnava comunque a sottoporre a tutti loro un contratto” all'interno del proprio gruppo.

A dicembre, prosegue Snl, visto che le trattative sull'Accordo quadro non si sbloccavano, Snl ha convocato “ogni singolo collaboratore operante sul bacino svizzero del Lago Verbano” proponendo appunto contratti Snl per il 2021, la cui accettazione o meno era consentita fino alle 12 del 23 dicembre (quando chiudono gli uffici). Tuttavia, “su richiesta sindacale, Snl ha acconsentito l’estensione del termine sopraccitato fino alle 16 del medesimo giorno”. Giorno in cui però “i sindacati hanno comunicato verbalmente a Snl che nessun collaboratore avrebbe firmato il contratto di lavoro presentato dalla stessa”. Questo, aggiunge Snl, nonostante “tutti (nessuno escluso) i collaboratori contattati hanno espresso apprezzamento ed hanno ringraziato l’azienda per le proposte effettuate nella più totale trasparenza”.

Pertanto, Snl ritiene di aver “tutelato l’occupazione di tutti i collaboratori, preservando il prezioso know-how all’interno dell’azienda, indipendentemente dall’esito dei rinnovi delle trattative ministeriali, nonostante il contesto finanziario e operativo estremamente difficile”. E “auspica di aver potuto fare chiarezza e che possa continuare a concentrare le proprie risorse sui progetti futuri che necessitano l’appoggio ed il sostegno del territorio, del Cantone, della Confederazione e delle organizzazioni sindacali. Solo facendo un gioco di squadra si riuscirà a sviluppare una navigazione moderna, ecologica e sostenibile a beneficio dei laghi ticinesi”.

Alla direzione della Società di navigazione del Lago di Lugano la “Regione” ha posto alcune domande aggiuntive.

Gli 8 non firmatari dei nuovi contratti sono stati licenziati di conseguenza?

I collaboratori di Locarno in oggetto non hanno accettato le alternative messe loro a disposizione da Snl. Dunque non sono da considerare licenziati, ma liberamente non hanno accettato una proposta di lavoro. 

Cosa è imputabile a Ggnl, dal punto di vista di Snl, nei problemi di rinnovo contrattuale?

Snl, così come l’altra consorziata, hanno operato tenendo in debita considerazione le esigenze del Consorzio e della navigazione del Lago Maggiore. A fronte dell’imminente scadenza degli accordi tra le due società, negli scorsi mesi sono state avviate le trattative per il rinnovo dei relativi contratti. Le posizioni negoziali delle due parti sono rimaste distanti e la Commissione mista, non avendo potuto raggiungere alcun accordo, ha deciso di rimettere ogni decisone agli organi superiori che hanno congiuntamente concordato una proroga dei contratti in essere fino al prossimo 28 febbraio.

Cosa è imputabile ai sindacati nell'insuccesso delle trattative con i dipendenti, secondo Snl?

Nel 2020 non abbiamo aperto alcuna trattativa con le controparti sindacali, ad eccezione di quella sui buoni pasto, andata a buon fine. Relativamente ai contratti, abbiamo costantemente tenuto informati gli organi sindacali, tramite Angelo Stroppini, che abbiamo più volte informato sui continui adattamenti alla situazione dei contratti sottoposti ai collaboratori. Sottolineiamo che non c’è stata alcuna trattativa e le condizioni salariali sono restate identiche a quelle in essere. L'obiettivo era tutelare le preziose maestranze mentendole all’interno nel gruppo, evitando così di disperdere delle risorse altamente qualificate.

Con quale spirito Snl torna a sedersi al tavolo delle trattative?

Snl è fermamente convinta che il progetto di una navigazione di respiro cantonale sui due laghi ticinesi sia realizzabile sviluppando e migliorando sia la navigazione turistica, sia quella di linea, promuovendo la mobilità integrata. Come noto, Snl ha avviato un progetto strategico che vuole portare la propria flotta completamente elettrificata entro il 2035. Snl intende promuovere l'introduzione di natanti elettrici. A tal proposito, sul Lago Ceresio è partita l’attività di “retrofitting” di un natante in dotazione alla propria flotta; il battello sarà completamente elettrico nell’estate del 2021. Per realizzare un progetto di questo calibro è indispensabile una solida rete di sostegno composta dal territorio nel quale operiamo, da Cantone, Confederazione, organi sindacali e aziende ticinesi.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bacino svizzero collaboratori lago maggiore licenziamenti navigazione trattative
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved