ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
7 ore

‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’

Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
7 ore

Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile

Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
8 ore

Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo

I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
8 ore

Certificati Covid in azienda: ‘Una misura che non serve più’

Lo sostiene la commissione sanità e sicurezza sociale, che invita il Gran Consiglio a respingere una mozione dell’Udc Pamini (dell’ottobre 2021) sul tema
Ticino
8 ore

Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino

Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
8 ore

‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’

La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Luganese
9 ore

Lugano, riciclaggio di denaro: 39enne a processo

L’uomo, domiciliato nel Sopraceneri, avrebbe fatto parte di un ‘giro di truffa carosello’ per l’ammontare di circa 16,4 milioni di franchi
Ticino
9 ore

Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie

La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
9 ore

Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport

A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
Totoelezioni
23.12.2020 - 12:07
Aggiornamento: 24.12.2020 - 09:49

Locarno, Ps per il Municipio senza Mellini né Cereghetti

L’ex municipale (tre legislature alle spalle) escluso dalla lista; il capogruppo vuol correre solo per il legislativo

locarno-ps-per-il-municipio-senza-mellini-ne-cereghetti

Il Partito socialista di Locarno ha deciso di rinunciare a Bruno Cereghetti per la lista di aspiranti al Municipio. Il diretto interessato, sentito dalla “Regione”, si limita a un laconicissimo “no comment”. Conoscendo Cereghetti e la sua naturale propensione alla parola, è lecito credere che la sua non sia stata una rinuncia, ma un’estromissione.

Prima dell’aprile 2020 Cereghetti era stato cooptato dal Ps di Locarno per rafforzare la lista e ottenere un raddoppio in Municipio. Se era (ed è) vero che la partenza di Ronnie Moretti lascerà sul campo conoscenza della realtà locale ed esperienza politica, lo è altrettanto che un trittico portante come Sirica-Cereghetti-Mellini avrebbe per lo meno garantito ai socialisti di giocarsela fino in fondo per entrare a Palazzo Marcacci con un secondo seggio. Ma Sirica, nominato nel frattempo co-presidente cantonale, aveva deciso di abbandonare. Poi, sulla scia di un profondo rinnovamento e ringiovanimento, il partito ha deciso di fare a meno anche di Cereghetti, le cui tre legislature fra il ’92 e il 2004, e l’attuale indubbio peso elettorale, avrebbero sicuramente fatto comodo. Così come avrebbe fatto comodo riuscire a mantenere in lista Pier Mellini, capogruppo in Consiglio comunale. Ma anche quest’ultimo non farà parte del “settebello”. In questo caso si tratta però di una sua decisione, come precisa lo stesso Mellini: «Prima dello scorso aprile mi ero messo a disposizione come “riserva” dopo la rinuncia di Paolo Tremante, ma ora le cose sono cambiate. Sostengo con convinzione la necessità di ringiovanire non solo le liste, ma anche il comitato. Correrò comunque per il Consiglio comunale». I nomi della lista unica Ps-Pc-Pop-Forum dovranno essere ratificati dall’assemblea, che si terrà online, su Zoom, il 14 gennaio dalle 20. Il co-presidente Giorgio Fransioli invita ad annunciare la propria presenza a info@pslocarno.ch.

Ppd, Angelini-Piva si fa da parte

Le novità importanti non si limitano alla Sinistra: una di peso emerge anche in casa popolare democratica, dove Barbara Angelini-Piva, capogruppo in legislativo, ha dovuto fare una scelta fra un impiego alle Arp e l’eventuale elezione in Municipio. «Confermo che esco dalla lista Ppd per l’esecutivo – dice –. Al di là di una probabile incompatibilità fra le cariche, mi sembrava giusto così». Non la pensa così il suo presidente sezionale, Alberto Akai, che dice di voler «tentare il tutto per tutto per far cambiare idea» alla sua candidata di punta. «È la nostra capogruppo, ha esperienza ed è donna. Tutti buoni motivi per confermarla. Spero di convincerla».

Ballanti per Lega-Udc-Indipendenti

Infine, c’è un nuovo volto in casa Lega-Udc-Indipendenti. Si tratta di Mariana Ballanti, che sarà in lista per il Municipio. Premette Bruno Bäriswyl che «il ritorno di Udc-Indipendenti con la Lega non è stato un dietrofront, ma il frutto di un’intesa con Buzzini che assicura una maggior forza d’opposizione. Quanto a Ballanti, è un ottimo elemento, ma non chiude la lista, sempre aperta a Indipendenti validi». Lista che per la primavera scorsa era però già completa. Dire a più d’uno di farsi da parte potrebbe non essere semplice.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved