Napoli
3
Lazio
0
2. tempo
(3-0)
CAR Hurricanes
2
WAS Capitals
4
3. tempo
(0-0 : 0-2 : 2-2)
MIN Wild
2
TB Lightning
2
2. tempo
(2-1 : 0-1)
ponte-brolla-per-gli-esercenti-la-misura-e-colma
ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
12 min

Lostallo, perde il controllo del veicolo e si ribalta

La donna avrebbe riportato ferite di una certa gravità, ma non è in pericolo di vita. È accaduto in zona Campagna intorno alle 19.45
Ticino
2 ore

I giovani chiedono più sostegno psicofisico

Le sezioni giovanili dei partiti di sinistra preoccupate per il crescente malessere psichico che attanaglia le nuove generazioni
Bellinzonese
3 ore

Soggiorni sportivi e scolastici nel futuro dell’ex Galvanica

Faido: chiesto un credito per avviare uno studio di fattibilità. L’idea del Municipio è quella di riconvertire lo stabile in un ostello da 100 posti
Lugano
4 ore

Lis, via libera (con modifiche) agli statuti

La Commissione delle petizioni propone alcuni aggiustamenti al testo municipale
Bellinzonese
4 ore

Torna la videosorveglianza nei centri rifiuti di Camorino

Il Municipio conferma comportamenti abusivi nelle strutture Al Mai e In Muntagna, compresi sabotaggi ai dispositivi di chisura automatica
Luganese
4 ore

Pse a Lugano, decisivo il voto per corrispondenza

Se la consultazione sul referendum fosse stata limitata alle urne oggi, il contrari avrebbero prevalso per sole cinque schede
Ticino
4 ore

La Cassa disoccupazione dell’Ocst si digitalizza

Un sito per caricare tutti i documenti necessari per fare richiesta delle indennità senza spostarsi da casa
Ticino
5 ore

Coronavirus e la pandemia dei dati

L’Acsi invita a partecipare all’incontro pubblico (il 2 dicembre, online e in presenza) sulla difficile sfida di orientarsi tra i numeri del Covid
Mendrisiotto
5 ore

‘Sergio Vorpe di Melano è volato via’

Il ricordo di una figura legata indissolubilmente al Monte Generoso e alla Grotta dell’orso di cui è stato scopritore
Bellinzonese
5 ore

A Biasca la cena di classe 1965

Appuntamento sabato 4 dicembre
Locarnese
20.07.2020 - 06:000
Aggiornamento : 12:26

Ponte Brolla, per gli esercenti la misura è colma

In una zona a vocazione turistica, oltre al disturbo dello stand di tiro negli ultimi tempi si è aggiunto quello del (lungo) cantiere Fart

a cura de laRegione

Non bastava il disturbo arrecato alla clientela dei vari ristoranti di Ponte Brolla dall'attività di tiro del poligono. No, adesso ci si mette pure un "rumoroso cantiere" delle Fart ad aggiungere pennellate scure a un quadro già, di per sé, molto nero. E nero, a sto punto, è anche il morale degli esercenti della rinomata località pedemontana, conosciuta e apprezzata proprio, oltre che per le splendide gole della Maggia, anche per la qualità della sua offerta culinaria. A innescare l'ennesima scintilla è la presenza, sul sedime della Fart antistante l'officina di manutenzione dei treni, da ormai due anni, di un cantiere. Per un'area a vocazione turistica, un biglietto da visita che non è certo attrattivo, ricordano gli interessati in una segnalazione molto critica al Municipio delle Terre di Pedemonte. "Malgrado gli accordi presi e le mezze promesse fatte di limitare al minimo il disturbo alla zona turistica di Ponte Brolla è purtroppo emerso il vostro totale disprezzo per noi operatori turistici e per i nostri clienti!" - rilevano. La goccia che ha fatto traboccare il vaso risale a qualche sera fa. Quando la ditta incaricata dei lavori (sostituzione della linea aerea di contatto della Centovallina) ha scaricato, proprio davanti alle terrazze di alcuni ristoranti in quel momento affollate, un grosso autotreno provocando rumore e esalazioni gassose; il camion - puntualizzano gli interessati - era arrivato alle tre del pomeriggio e con un minimo di organizzazione l'operazione di scarico si sarebbe potuta svolgere nel pomeriggio".

Una situazione insostenibile

Nel corso della notte (i lavori lungo il collegamento ferroviario, per ovvie ragioni, vengono svolti nottetempo per non creare ostacoli al traffico ferroviario), il baccano dei macchinari e le grida degli operai hanno fatto saltare i nervi ai proprietari delle strutture ricettive a confine: "La misura è colma e per tale motivo vi chiediamo di ridare a Ponte Brolla la dignità che merita quale ambita zona turistica e di rispettare gli accordi presi nel 1990, al momento dell'edificazione della controversa officina". I firmatari ricordano inoltre che il Piano Regolatore comunale definisce Ponte Brolla come " zona turistica" e non "zona industriale". Segue un monito molto chiaro: i ristoratori sono pronti a difendersi con tutti i mezzi a disposizione, legali e politici, poiché "è ora di finirla con questa indecorosa ed irrispettosa situazione; Ponte Brolla non è la pattumiera di tutta la regione!".
Dall'autorità la categoria si aspetta, dunque, un cambiamento di rotta. Dell'accaduto, tra l'altro, è stato informata anche l'Organizzazione turistica Lago Maggiore e valli.


Stand di tiro, qualche 'ritocco' in arrivo

Da sempre additato come la causa di tutto il male della zona dei ristoranti di Ponte Brolla, lo stand di tiro (di proprietà della Città di Locarno), intanto, si appresta a subire un nuovo intervento di aggiornamento infrastrutturale. Il Municipio cittadino, infatti, a breve licenzierà un messaggio all'indirizzo del Consiglio comunale. In pratica il poligono dovrà essere dotato di cassoni paracolpi, il cui impiego diventerà obbligatorio a decorrere dal prossimo anno. Serviranno ad evitare che le cartucce finiscano nel terreno. Si tratta di una direttiva a livello federale. Altri interventi di manutenzione interesseranno l'impianto elettronico dei 300m e l'interno dello stabile.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved