ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
28 min

Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità

La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
2 ore

Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità

Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
2 ore

Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione

I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
Luganese
11 ore

Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’

Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
11 ore

Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione

Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
Mendrisiotto
11 ore

Morbio Inferiore, a dicembre torna Natale in piazza

Dal 2 al 23 saranno diverse le attività e proposte. Non mancheranno il tradizionale albero addobbato e lo chalet, ma non verranno usate luminarie
Mendrisiotto
11 ore

Mendrisio, ufficializzato il primo Consiglio dei giovani

Il progetto, avviato dal Dicastero politiche sociali e politiche di genere in stretta collaborazione con il Dicastero istruzione, è una prima in Svizzera
Luganese
11 ore

Val Mara, arriva il concerto di Natale

I canti gospel e natalizi del coro dell’Accademia ticinese di musica e il sestetto vocale Atm avranno luogo giovedì 8 dicembre a Maroggia
01.10.2019 - 15:19

Gordola, è all’albo comunale la cappelletta-bis

Il progetto inoltrato per la licenza edilizia segue la domanda di demolizione ed è il risultato di una lunga procedura di consultazione

di Davide Martinoni
gordola-e-all-albo-comunale-la-cappelletta-bis
La domanda di costruzione riguardante la ricostruzione della cappella votiva in zona 'Schiena dell’asino' ci rimarrà all'albo per 15 giorni

È da ieri all’albo comunale di Gordola – e vi rimarrà per 15 giorni – la domanda di costruzione riguardante la ricostruzione della cappella votiva in zona “Schiena dell’asino”; sostituirà quella settecentesca che nell’ambito dei lavori di cantiere per un nuovo complesso edilizio era stata demolita per errore, a colpi di ruspa, nel febbraio del 2018. Il progetto inoltrato per la licenza edilizia segue la domanda di demolizione in sanatoria pubblicata qualche settimana fa, ed è il risultato di una lunga procedura di consultazione che ha visto il coinvolgimento di Comune, Cantone e Stan.

Ricostruzione filologica

L’obiettivo primario di quest’ultima – perseguito anche dai firmatari di una petizione in Comune promossa dal Gruppo di sostegno per una ricostruzione filologica della cappelletta – è sempre stato una ricostruzione del manufatto in maniera fedele rispetto all’originale, sia come utilizzo di materiali, sia come ubicazione. In questo senso, stando alla relazione tecnica che accompagna il progetto, si rileva un leggero spostamento a est rispetto alla situazione precedente: la cappelletta sarà realizzata a sud della zona parcheggi del complesso abitativo (raggiungibile tramite rampa d’accesso) ma sarà comunque visibile, da una decina di metri di distanza, dal marciapiede che costeggia via San Gottardo. Ciò “permetterà una migliore visibilità su entrambi i lati, sia per chi passa a piedi, sia per chi utilizza mezzi veicolari”, scrive il progettista. Il manufatto “rispecchierà il più possibile” quello preesistente, “mantenendo tutte le sue caratteristiche principali come dimensioni e materiali e garantendo soprattutto il rispetto del significato simbolico”, si legge ancora. Per ricostruzione, scelta dei materiali e applicazione dei metodi originali, l’istante si avvarrà della consulenza di due esperti: una restauratrice di dipinti antichi (va ricordato che l’affresco originale raffigurante una Madonna col Bambino era stato salvato e potrà così essere riposizionato) e di un esperto in restauro di intonaci antichi. Tecnicamente parlando, la cappelletta sarà “un monoblocco di pietrame del luogo intonacato a calce e decorato, con una parte centrale estrusa (nicchia dove si andrà ad inserire il dipinto della figura religiosa) con una copertura a due falde in piode, che riprende fedelmente le dimensioni della cappella demolita”.

Alla ricostruzione, ricordiamo, lavoreranno anche i giovani in formazione al Centro Ssic di Gordola. Il costo dell’operazione – al netto di questo intervento ausiliario esterno – dovrebbe aggirarsi sui 20mila franchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved